Guidolin: “Niente vittimismi, a Napoli per fare risultato”

0
22

"Lottiamo per il quarto posto e ogni gara e' molto importante anche se non ancora decisiva. Domani dobbiamo mettere in campo qualcosa di piu' perche' affrontiamo il Napoli, un'avversaria di grande qualita' e livello in un ambiente caldissimo. Bisogna raddoppiare le forze". Francesco Guidolin scuote l'Udinese alla vigilia della sfida del San Paolo. I friulani, reduci da due sconfitte, sono scivolati al quinto posto a -1 dalla Lazio e sono in piena emergenza. "Dall'inizio della settimana sapevo che Sanchez non avrebbe recuperato in tempo per la sfida di domani, ma speravo che almeno Toto' (Di Natale, ndr) superasse la situazione critica. Il doloro al piede, invece, non e' passato e, anzi, si e' acuito giorno dopo giorno. Non ho fatto alcuna pretattica", dice Guidolin sul sito del club. Anche a livello psicologico, dopo la sconfitta-beffa contro la Roma, l'Udinese non e' al top. Il tecnico vuole voltare pagina: "Voglio che i ragazzi dimostrino di aver fame di vittoria. Nelle ultime due partite abbiamo concesso occasioni ai nostri avversari che prima non avevamo mai lasciato. Dimentichiamoci di quel periodo e ricordiamo che siamo arrivati quarti perche' non abbiamo regalato niente a nessuno. Non lasciamoci influenzare da sterili polemiche e non sentiamoci vittime. Guardiamo ai nostri errori e pensiamo ai nostri sbagli. Un allenatore deve lavorare sui particolari su cui puo' incidere. Senza le stelle Di Natale e Sanchez sara' un'Udinese diversa contro il Napoli, "Abbiamo provato soluzioni alternative. Non possiamo sfruttare la profondita' e le fiammate esplosive, ma, se possibile, dobbiamo cercare altre soluzioni. Stiamo lavorando su questo. Alla squadra chiedo di impostare la partita e di dare il meglio. Mi auguro di vedere i ragazzi tonici e concentrati nell'arco dei 90 minuti", e' l'auspicio di Guidolin E a chi domanda se il posticipo di domani possa essere decisivo per il quarto posto risponde: "Mancano tante partite alla fine. Per ogni obiettivo ci sono piu' squadre in corsa e niente, ancora, e' decisivo. Il momento e' importante e ce ne rendiamo conto dagli 80mila spettatori che gremiranno il San Paolo e dalla nostra posizione di classifica". Il tecnico spera "che tutti gli elementi ricomincino a lavorare con il gruppo il piu' in fretta possibile. Non abbiamo mai avuto problemi muscolari importanti e adesso ci siamo colpiti da episodi di rara sfortuna: Di Natale si e' infortunato in allenamento dopo aver calciato male un pallone. Mi auguro che la nostra professionalita' venga premiata. Non ci manca la condizione e, a ranghi compatti, abbiamo la possibilita' di giocarcela con tutti".
Redazione Napolisoccer.Net

LASCIA UN COMMENTO