Posillipo-Bogliasco 11-10, ma che sofferenza!

0
26

POSILLIPO – BOGLIASCO 11-10  (2-2; 4-1; 3-3; 2-4)
POSILLIPO: Negri, Janovic 2, Mattiello, Buonocore 3, Scotti Galletta 1, Bertoli, Gambacorta 1, Gallo, Baraldi, Zlokovic, Saccoia 1, Varga 3, Antonino. Allenatore: Silipo.
BOGLIASCO: Vio, Boero, Mannai 1, Powers 2, Parodi, Di Somma R. 3, Camilleri 2, Di Somma A., Bettini, Sacco, Vergano, Deserti 2, Foroni. Allenatore: De Crescenzo.
ARBITRI: Fassino (Torino) – Severo (Roma).
NOTE: espulso Mannai per proteste nel quarto tempo. Nessuno uscito per tre falli. Superiorità numeriche: Posillipo 3/7, Bogliasco 5/10. Spettatori 300 circa.

Il Posillipo rischia di sprecare una vittoria che aveva già abbondantemente in tasca. Avanti di quattro reti, permette al Bogliasco di avvicinarsi fino al meno uno e soffre fino agli ultimi secondi del match con palla in mano agli ospiti. Alla fine va bene ai rossoverdi, bravi per tre tempi nel tenere a distanza una squadra mai doma, abile nel difendersi a zona.  Il Bogliasco nuota e il Posillipo ha difficoltà ad entrare in partita. Va in vantaggio inizialmente con Varga ma viene raggiunto da Powers, dopo il successivo vantaggio di Janovic ci sarebbe la possibilità di allungare invece Varga, autore di un bel numero ai due metri, si fa parare la conclusione a Vio. E allora i liguri ne approfittano per raggiungere nuovamente la parità (2-2) con Deserti.  Qualche problema iniziale per i posillipini anche nell’affrontare la zona avversaria poi vengono prese le misure giuste e ad inizio del secondo tempo si registra il primo break importante della partita. Gambacorta, Varga e Buonocore segnano a uomini pari e i napoletani cominciano a prendere il largo (5-2). Ancora un ritrovato Buonocore trova la via del gol ma soprattutto gli spiragli giusti per perforare la zona del Bogliasco. I liguri però non si abbattono e trovano con Mannai, Camilleri e Di Somma le reti per avvicinarsi nel punteggio (7-5).  Anzi, Deserti arriva al meno uno (6-7): nel momento più difficile, i rossoverdi si ricombattano in fase offensiva e in trenta secondi vanno ancora avanti, Janovic e Scotti Galletta puniscono Vio dalla distanza. E quando subito dopo Saccoia fa ancora centro a uomini pari (10-6), sembra arrivato il segnale che ormai la partita è chiaramente indirizzata verso Zlokovic e compagni. Invece dopo la rete di Buonocore (11-7), il Posillipo accusa un imprevisto black-out: in due minuti e mezzo il parziale del Bogliasco è di 3-0 e si arriva a un minuto dalla fine con i napoletani avanti di una sola rete (11-10). Gallo fallisce l’azione decisiva in superiorità, i liguri hanno tempo e possibilità per rimediare in extremis ma tirano frettolosamente con Camilleri e sprecano la palla del pareggio.  A fine gara, Silipo non è tenero verso i suoi giocatori: <Abbiamo giocato benissimo per tre tempi e mezzo, non tollero alcun tipo di flessione nei minuti finali di una gara. Da Negri a tutti gli altri, bisogna imparare a tenere alta la concentrazione anche quando la partita è finita>.

C.N. Posillipo
 

 

 

LASCIA UN COMMENTO