Reja: “Guardiamo avanti, questo gruppo è maturo”

0
94

"Vedrete che Napoli domani, mi aspetto una gran partita". Edy Reja recupera la carica e la voce dopo il mal di gola che lo ha afflitto in questi giorni. Il tecnico sorride e scherza ("ieri ero infortunato ma oggi mi allenerò con la squadra") trasmettendo la sua esperienza e quell’ottimismo che serve in momenti importanti della stagione.

Mister allora Bergamo è alle spalle?

"Sì, voltiamo pagina e guardiamo avanti non senza sottolineare che la gara con l’Atalanta è stata l’unica giocata un po’ sottotono dai ragazzi rispetto all’intero campionato. E questo la dice lunga sulla bontà del nostro percorso sinora. Se poi aggiungiamo che nonostante tutto siamo riusciti a pareggiare ed abbiamo perso solo per uno sfortunato autogol nel finale, capiremo bene che il Napoli è vivo anche nei momenti meno brillanti".

Quindi nessun allarme di condizione atletica?

"Ecco, approfitto proprio per frenare questo allarmismo che avverto da un po’ di giorni. Questo gruppo si allena con entusiasmo e determinazione sempre. Sappiamo dosare i carichi di lavoro e seguiamo tabelle studiate minuziosamente dal nostro staff. Abbiamo, inoltre, una Società serie ed attenta che ci è vicina in ogni circostanza. E contestualmente ho dei ragazzi che lavorano in maniera professionale ed intensa. Quindi si va avanti su questa strada. E vedrete già da domani lo spessore che ha questa squadra".

I Nazionali sono un po’ provati?

"No, io credo che la convocazione in Nazionale sia una carica aggiuntiva per un calciatore. Ho visto Maggio, Santacroce e poi tutti gli stranieri che sono tornati belli pimpanti e motivati. Adesso mi aspetto che questa carica sia tramutata in energia e forza in campo sin da subito".

E ce ne sarà bisogno perché il Cagliari è lanciatissimo…

"Esattamente. Sia chiaro che dovremo dare il massimo perché a noi servono i tre punti. Poi sarà il campo ad esprimere il verdetto ma contro una squadra in salute e valida quale è il Cagliari dovremo giocare con grande determinazione. Ma ripeto: mi aspetto una partita da Napoli ed un riscatto immediato".

Diciamolo pure: si aspetta anche una grande prova per onorare le sue 100 panchine in Serie A….

"Speriamo di sì. Domani taglierò un traguardo che mi dà grande gioia e mi riempie di orgoglio soprattutto perché lo raggiungo con la squadra che forse mi ha dato più soddisfazioni nella mia lunga carriera. Per me il Napoli ha rappresentato una nuova giovinezza e questa panchina me la terrò stretta nel cuore per tutta la vita…"

NapoliSoccer.NET – tratto da SSCN.it
 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here