Chiamatelo il Napoli delle meraviglie

0
15

Sei giocatori che fanno faville nelle rispettive nazionali: non accadeva da 20 anni

Un applauso per Maggio che aveva esor­dito in nazionale, un altro per Garga­no che con l’Uruguay aveva inchio­dato sul pari la Francia, poi la telefo­nata di Marino a Lavezzi e De­nis che erano fermi all’aero­porto di Londra in attesa della coincidenza, infine i compli­menti ad Ham­sik per la dop­pietta con la Slovacchia al Liechten­stein e a Santacroce che bene si era comportato nell’Under 21.
Atmosfera di grande entusiasmo, ieri, prima, durante e dopo l’allena­mento svolto al centro tecnico di Ca­stelvolturno. «Una bella iniezione di ottimismo, quello che ci voleva dopo Bergamo. Si sono comportati tutti be­ne, nessuno escluso, ed è un orgoglio per Napoli e per il Napoli aver vissu­to un mercoledì di calcio mondiale da protagonisti», ha ripetuto Reja poco prima di incrociare Maggio nel gara­ge antistante lo spogliatoio: «Visto? Dovevi venire da noi per coronare il sogno di esordire in Nazionale. Ma perchè non hai provato a far gol di testa in quella occasione?». C’è vo­glia di scherzare.

Leggi l’articolo completo su corrieredellosport.it

Fonte: Corriere dello sport
 

LASCIA UN COMMENTO