GAME OVER – Agostino Iacobelli: “Senza Champions se ne vanno 20 milioni e forse non solo i milioni…”

6
85

gameover

Appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento e di analisi sull'ultima partita del Napoli, curata da mister Agostino Iacobelli per NapoliSoccer.NET. 
Proprio nella serata che doveva consacrare il Napoli come più accreditata pretendente alla Champions, gli azzurri crollano al cospetto si una Lazio in serata non esaltante. Certo se si prendono tre gol da una diretta concorrente, rimaneggiata e non in palla, è giusto che il terzo posto vada ad altri.

Il Napoli per la prima volta si è schierato con uno schema tattico differente con esterni difensivi Campagnaro e Aronica, non di certo due corridori. Probabilmente Mazzarri ha voluto avere sempre quattro difensori ancorati, vista la formazione iper offensiva dalla cintola in su. Male Inler vertice basso del 4-3-2-1 napoletano , che straperde il confronto con il metronomo biancoceleste Ledesma. Prova incolore di Hamsik e Cavani; si salvano solo Lavezzi e Pandev, il più in forma della truppa azzurra. Purtroppo l' assenza di Gargano è stata più forte della potenza dei 4 tenori tutti in campo. Dall' altra parte tanti complimenti a Reja per lamossa adoperata a fine primo tempo: fuori Hernanes per Gonzales, con Mauri a fare il trequrtista centrale. Mossa che ha cambiato l' andamento del match.

Al di là della tattica, quello che conta è il cuore. La Lazio ci ha messo qualcosa di più, ha cercato fino all' ultimo questa vittoria e l' ha trovata meritatamente. Purtroppo sembra che nelle ultime partite qualche giocatore stia un po' mollando. Che tutti stiano aspettando la finale di Coppa Italia? Certo dare il primo trofeo a De Laurentis sarebbe importantissimo, anche perché questa tifoseria lo merita. Poi è giusto rispondere sul campo agli scherni offensivi della tifoseria bianco-nera.

Ma dobbiamo anche guardare in faccia alla realtà: la Lazio al momento è a +6 con gli scontri diretti a favore. Non sarà per nulla facile riagguantare il terzo posto, sia perché non manca molto alla fine del campionato, sia per lo spirito mostrato dai giocatori azzurri. L' unica cosa che ci può aiutare al momento è il calendario. Già domenica infatti la Juve può farci il favore di battere i capitolini. Successivamente poi ricordiamo ancora che c' è da giocare lo scontro fra Udinese e Lazio. Adesso non ci resta che sperare. Anche perché senza il terzo posto se ne vanno 20 milioni buoni per il mercato estivo… e forse i milioni non saranno gli unici ad andarsene senza Champions…
 
Agostino Iacobelli per NapoliSoccer.NET
 



6 Commenti

  1. per me e’ finita la corsa al 3 posto anche xche’ nn si puo perdere contro una lazio cosi e il ns allenatore che dice abbiamo dominato”’ x favore”’Ora sara’ dura tenere i migliori anche xche’ sono professionisti e ragionano con la testa e non con il cuore come vorremmo noi tifosi

  2. Mister che qualcuno abbia già mollato perchè ha in testa solo la finale di coppa Italia è più di un ipotesi. Ora non voglio fare il Mazzarri della situazione, però sabato contro la Lazio gli episodi non ci sono stati favorevoli, nel nostro momento migliore ci è stato negato un rigore sacrosanto, fischiato un fuorigioco inesistente e Pandev ha divorato la palla del 2-1

  3. abbiamo fatto una brutta prestazione contro una lazio che non ha dato il meglio di se la csonfitta è opera nostra e non bravura della lazio la nostra difesa non va

  4. Non ritengo l’organico della Lazio superiore a quello del Napol e sono del parere che quest’anno il terzo posto ed anche più era alla nostra portata ma si è deciso di puntare tutto sulla Champions…
    Al di la di questo mister ritiene che il ciclo di Mazzarri sia terminato o che possa andare avanti ancora per un altro anno? E nel caso Mazzarri dovesse rimanere con quale spirito i giocatori lo seguiranno sapendo che è l’ultimo anno al Napoli?
    La Coppa Italia potrà avere un peso su questa decisione?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here