Napoli – Atalanta: ultima spiaggia

4
44

probabili-formazioni-2011Probabili formazioni

 

Due delle squadre più in crisi del campionato si affronteranno al San Paolo in un match chiave per le residue speranze azzurre di raggiungere il così tanto agognato terzo posto. Ultima spiaggia per la formazione di Mazzarri. Contro la Lazio, in parte c'è stata l'attesa reazione dopo la disfatta di Torino, ma tutto è stato vanificato dalle solite amnesie difensive. Il Napoli delle ultime uscite, oltre a mostrare le abituali carenze del reparto difensivo, ha smarrito la concretezza sotto rete. Contro i bergamaschi serve un riscatto immediato per poter dare un senso alle ultime 6 partite della stagione. De Laurentiis, irritato dalle ultime prestazioni della squadra, difficilmente accetterebbe un'altra debacle. Quindi, mercoledì sera, è logico attendersi un atteggiamento e un approccio diverso alla partita. Niente distrazioni e concentrazione ai massimi livelli. Un Napoli in emergenza, per le concomitanti assenze di Britos, Cannavaro e Zúniga squalificati e per l'infortunio di Maggio, dovrà assolutamente battere la formazione lombarda per non finire definitivamente nello sconforto di una classifica deficitaria. Un motivo in più per temere la compagine di Colantuono sarà lo spirito di vendetta con cui gli ex Cigarini e Denis affronteranno la partita. Non servirà la gara perfetta, ma sicuramente una partita attenta e senza i soliti errori. Tornare alla vittoria dopo uno score negativo di 2 pareggi e 2 sconfitte è un imperativo. Mazzarri dovrebbe tornare a schierare la difesa a 3 con Campagnaro a destra, Fernandez al centro e Aronica a sinistra. Centrocampo inedito con Dzemaili, Gargano, Hamšík e Dossena e, in attacco, Pandev con Lavezzi e Cavani. Colantuono, invece, dovrebbe schierare una difesa composta da Raimondi, Stendardo, Lucchini e Peluso. Probabile centrocampo con Schelotto, Cigarini, Carmona e Moralez e attacco formato da Gabbiadini e Denis. Arbitrerà Giannoccaro che fece il suo esordio in serie A il 16 maggio 2004 dirigendo Milan – Brescia, in quello che fu il match di addio al calcio di Roberto Baggio.

 

Napoli (3 – 4 – 2 – 1): De Sanctis, Campagnaro, Fernandez, Aronica, Dzemaili, Gargano, Hamšík, Dossena, Pandev, Lavezzi, Cavani.

 

A disposizione: Colombo, Fideleff, Grava, Inler, Dezi, Ammendola, Vargas.

 

Allenatore: Mazzarri.

 

Indisponibili:Rosati, Donadel, Maggio.

 

Squalificati: Britos, Cannavaro, Zúniga.

 

Diffidati: Aronica, Cavani, Inler, Zúniga.

 

Atalanta (4 – 4 – 2): Consigli, Raimondi, Stendardo, Lucchini, Peluso, Schelotto, Cigarini, Carmona, Moralez, Gabbiadini, Denis.

 

A disposizione: Frezzolini, Ferri, Cazzola, Carrozza, Bonaventura, Ferreira Pinto, Tiribocchi.

 

Allenatore: Colantuono.

 

Indisponibili: Capelli, Brighi, Marilungo.

 

Squalificati: Doni, Manfredini.

 

Diffidati: Bellini,Capelli, Cigarini, Consigli, Denis.

 

Arbitro: Giannoccaro – sezione arbitrale di Lecce

 

Antonio Catapano Napolisoccer.NET

4 Commenti

  1. ancora i soliti nomi….HA RAGIONE IL PRESIDENTE…QUESTO GIOCA CON 13-14 GIOCATORI…
    VARGAS GIOCA SI E NO 10 MINUTI OGNI 2 PARTITE, come facciamo a vedere se è buono o no…
    MAZZARRI VATTENE ALL’INTER……..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. non si ha una mentalita da grande squadra come il bacino di utenza della ssc napoli richiederebbe, ci siamo appagati solo per un terzo posto quando invece squadre come la juventus il milan ed inter se arrivano seconde e come se avessero fallito la stagione. serve una mentalita vincente per questo in 86 anni di storia solo 2 scudetti.

  3. vero ultima spiaggia potrebbe anche pareggiare (in casa)!! se la lazio perde a torino (Juve), l’udinese perde a Roma. la classifica sarebbe Lazio 54, Udinese 51, Roma 50, e Napoli 49 se invece vince con Atalanta in casa? allora potrebbe anche farci un pensierino per la champion ma! non illudiamoci siamo fuori anche per l’europa leauge

LASCIA UN COMMENTO