Numeri & curiosità di Lazio-Napoli

0
28

numeriecuriositaSarà il big match Lazio – Napoli, in programma sabato alle ore 21:00, allo stadio Olimpico di Roma, a chiudere la 31^ giornata di campionato. La Lazio, fondata il 9 gennaio 1900 è una delle più antiche società d’Italia. Dopo aver ricevuto nel 1967 la Stella d’Oro al Merito Sportivo, nel 2002 ha ricevuto dal CONI il Collare d’Oro al Merito Sportivo, un riconoscimento concesso ai club di calcio con più di 100 anni di storia. La Lazio è una delle 3 società italiane, con Juventus e Roma, ad essere quotata in borsa come s.p.a. e rappresenta la sesta squadra d’Italia per numero di tifosi, dietro la Juventus, Inter, Milan, Napoli e Roma. Come il Napoli, anche la Lazio si è laureata 2 volte campione d’Italia, nel 1974 e nel 2000. Le due squadre, nel corso della loro storia, si sono affrontate in serie A 113 volte. Il tabellino è leggermente favorevole ai partenopei con 38 vittorie, 34 sconfitte e 41 pareggi, 136 gol fatti e 133 subiti. La prima volta che Lazio e Napoli si sono incontrate nel massimo campionato di calcio italiano risale alla 14^ giornata del torneo 1929/1930, esattamente il 19 gennaio 1930. La partita, giocata allo stadio Rondinella di Roma, si concluse con la vittoria del Napoli 0-2 (5° Mihalich, 10° A. Sallustro). In totale, gli incontri disputati in casa della Lazio sono 56. Nel corso di queste 56 partite il Napoli ha ottenuto 12 vittorie, 25 sconfitte e 19 pareggi; 53 gol fatti e 78 subiti. L’ultima vittoria del Napoli, in casa della Lazio, risale al 26 ottobre 2008, 8^ giornata del campionato 2008/2009. Gli azzurri si aggiudicarono la partita 0-1 con un’autorete al 61° di Siviglia che deviò nella propria porta il pallone messo al centro dell’aria di rigore da Lavezzi. Invece, la più recente affermazione della Lazio, sul proprio terreno di gioco, contro il Napoli, è datata 14 novembre 2010, 12^ giornata dello scorso campionato. La partita si concluse 2-0 a favore dei patroni di casa. Al 15° Mauro, con un lancio dalla metà campo, trovò sulla linea del fuorigioco un velocissimo Zarate che scappò alla difesa del Napoli e tutto solo andò a trafiggere l’incolpevole De Sanctis. Il raddoppio dei biancocelesti portò invece la firma di Floccari che al 61°, dall’altezza del discetto di rigore, piazzò la palla nell’angolino basso alla sinistra di De Sanctis, dopo un assist di Zarate. Infine, l’ultimo pareggio tra le due squadre, sul terreno di gioco della Lazio, risale al 3 aprile 2010, nella 32^ giornata del torneo 2009/2010. La partita si concluse a 1-1. Dopo appena 4 minuti dal fischio di inizio della partita passarono in vantaggio i biancocelesti con Floccari, bravo a superare De Sanctis con un colpo di testa su un cross teso di Mauri. Al 38° invece, giunse il pareggio dei partenopei con Hamsik che superò in uscita, con un dolce pallonetto, l’estremo difensore della Lazio. Invece, nel match di andata di questo torneo, disputato allo stadio San Paolo, sabato 19 novembre 2011, le squadre si divisero la posta in palio terminando la partita a reti inviolate. Dall’inizio del campionato il Napoli ha disputato 15 partite lontano dallo Stadio San Paolo ottenendo 21 punti, con 5 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte; 22 gol fatti e 17 subiti. La Lazio invece, nei 15 incontri disputati all’Olimpico di Roma, ha collezionato 28 punti con 8 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitta; 20 gol fatti e 12 subiti. Attualmente, la squadra di Mazzarri, con 48 punti, divide la 4° posizione in classifica con l’Udinese. La Lazio invece, con tre punti in più dei partenopei, occupa il terzo posto in classifica alle spalle del Milan e della Juventus. Quindi, la partita di sabato sera tra Lazio e Napoli rappresenta un vero e proprio spareggio in chiave terzo posto Champions. Oltre agli squalificati Zunica e a Gargano, non faranno parte della comitiva azzurra Maggio e Dossena, entrambi infortunati. Nella Lazio invece, non ci saranno per infortunio l’attaccante Klose e i difensori Dias e Radu. Gli ex di turno saranno: Reja, Matuzalem, e Stendardo per la Lazio e Pandev per il Napoli. La partita sarà diretta dall’arbitro Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo.
Raffaele Campaniello – NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO