Numeri & curiosità di Juventus – Napoli

1
19

numeriecuriosita“Sono dispettoso e mi piacerebbe fare un bel pesce d'Aprile”. Sono le parole del presidente De Laurentiis in riferimento alla partita Juventus-Napoli, in programma domenica alle ore 20:45, match-clou della 30^ giornata di campionato. Per la prima volta gli azzurri affronteranno la “vecchia signora” allo “Juventus Stadium”, inaugurato l’8 settembre del 2011, in occasione dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. La Juventus, la cui fondazione risale al 1° novembre del 1897, grazie all’iniziativa di un gruppo di studenti liceali, ha sempre militato nel massimo campionato italiano di calcio, tranne nella stagione 2006/2007, quando venne retrocessa in serie B per illecito sportivo (calciopoli). Una partita dal fascino particolare quella tra i bianconeri e gli azzurri. Indimenticabili le storiche sfide ai tempi di Michel Platinì e Diego Armando Maradona. In totale sono 133 i precedenti in serie A tra Juventus e Napoli: 59 le vittorie dei bianconeri, 28 quelle dei partenopei, mentre in 46 partite le due squadre si sono divise la posta in palio. Nel corso di questi 133 incontri la squadra bianconera ha totalizzato 196 gol, i partenopei invece sono andati in rete 146 volte. Il Napoli in serie A, nella corso della sua storia, è stato ospite della Juventus in 66 partite. Il tabellino vede nettamente in vantaggio i bianconeri con 39 vittorie, 20 pareggi e 7 vittorie, 118 gol realizzati e 64 subiti. La prima volta che gli azzurri hanno incontrato la Juventus risale alla 1^ giornata del campionato 1929/1930, esattamente il 6 ottobre 1929. La partita si disputò a Torino, allo Stadio di Corso Marsiglia, e vide i padroni di casa imporsi con il risultato di 3-2 (10° aut.Zoccola (N), 42° e 53° Mihalich, (N), 65°L. Cevenini (J), 86° Munerati (J)). L’ultima volta che il Napoli è riuscito ad espugnare lo Stadio della Juventus risale al 31 ottobre 2009, anticipo dell’11^ giornata del campionato 2009/2010. La partita si concluse con il punteggio di 2-3 a favore dei ragazzi di Mazzarri, alla guida del Napoli da meno di un mese dopo l’esonero di Roberto Donadoni. Fu una partita emozionante per gli azzurri, non solo perché riuscirono a vincere in trasferta con la Juventus dopo 21 anni di attesa, (ultima vittoria risaliva alla 6^ giornata del torneo 1988/1989: Juventus 3–5 Napoli) ma perché fu una vittoria esaltante e fortemente voluta dopo essere stati in svantaggio di due gol. Al 36° andarono in vantaggio i bianconeri con Trezeguet, per poi raddoppiare al 54° con Giovinco. Gli azzurri reagirono prepotentemente e al 59° accorciarono le distanze con Hamsik. Il gol galvanizzò i ragazzi di Mazzarri e 5 minuti dopo riuscirono a pareggiare con Datolo che era appena entrato in campo. Non soddisfatti del pareggio, i partenopei continuarono ad attaccare e all’81, ancora con Hamsik, trovarono il gol della vittoria che fece letteralmente impazzire di gioia i giocatori in campo e le migliaia di tifosi azzurri accorsi allo stadio Olimpico di Torino. L’ultima vittoria dei bianconeri, sul proprio terreno di gioco, contro il Napoli , risale invece all’anticipo della 26^ giornata del campionato 2008/2009, il 28 febbraio 2009. La vecchia signora si aggiudicò il match 1-0 con un tiro al 44’ di Marchisio (J), deviato in rete da Blasi (N), che ingannò l’estremo difensore azzurro Navarro. Infine, l’ultima volta che a Torino le due squadre hanno concluso la partita in pareggio risale al 22 maggio 2011, in occasione dell’ultima giornata di campionato; la partita si concluse 2-2. Passò in vantaggiò il Napoli al 22° con un colpo di testa di Maggio (N) al quale rispose Chiellini (J) al 47° deviando in rete un calcio di punizione di Del Piero. Al 70° gli azzurri si portarono nuovamente in vantaggio con Lucarelli (N) (primo ed unico gol con la maglia del Napoli), ma a 8 minuti dalla fine della partita la Juventus pareggiò con Matrì (J) . Invece, nella partita di andata di questo torneo, disputatasi il 29 novembre 2011, il risultato finale fu di 3-3. ( 22° Hamsik (N), 40° Pandev (N), 48° Matri (J), 68° Pandev (N), 72° Estigarriba (J), 79° Pepe (J)). La Juventus, con 15 vittorie e 14 pareggi, è l'unica squadra che non ha ancora subite sconfitte in questo torneo. I bianconeri occupano la seconda posizione in classifica con 59 punti, 46 gol fatti e 17 subiti (miglior difesa del campionato). Il Napoli invece, ha ottenuto 12 vittorie, 12 pareggi e 5 sconfitte con 46 gol fatti, (secondo miglior attacco dopo il Milan con 59 gol) e 32 reti subite. Gli azzurri, con 48 punti, dividono con l'Udinese la 4^ posizione in classifica. Nel match di domenica sera, per la Juventus, gli ex di turno saranno Fabio Quagliarella, al Napoli nella stagione 2009/2010 e, Marco Storari, secondo portiere degli azzurri nella stagione 2002-2003. Per il Napoli invece l’ex di turno sarà Morgan De Sanctis, alla Juventus dal 1997 al 1998. Proprio con la squadra bianconera l'estremo difensore degli azzurri divenne campione d'Italia nel 1997, anche se non venne mai impiegato. L'anno successivo invece, esattamente il 6 dicembre 1998, con la maglia bianconera, fece il suo esordio in serie A nella partita Juventus-Lazio (0-1). Il match di domenica sera sarà diretta dall’arbitro Daniele Orsato della sezione di Schio, il cui esordio in serie A è avvenuto il 17 dicembre 2006 in Siena – Atalanta (1-1). Gli assistenti saranno Di Liberatore e Tonolini, quarto uomo Brighi.
 
Raffaele Campaniello – NapoliSoccer.NET

SHARE
Previous articleJuventus – Napoli…l’adrenalina dei tifosi
Next articleLa Juventus vista da lady Giaccherini
Amante del Napoli e di statistiche, con Napolisoccer.NET riesco a coniugare le mie passioni. Ho vissuto l'epoca d'oro di Maradona seduto sugli spalti del San Paolo senza mai perdermi una sfida, ora gli spalti mi mancano ma - seppur nella lontana Lombardia - l'azzurro è sempre il mio colore

1 COMMENT

LEAVE A REPLY