A Torino il Club “Partenopei” si prepara per Juventus-Napoli

1
323

Continua il lungo ed affascinante viaggio di NapoliSoccer.Net alla scoperta dei Club Napoli nel mondo. 
A pochi giorni dalla sfida di campionato tra Napoli e Juventus la tappa non poteva che essere Torino. Così siamo andati a visitare il Club Napoli “PARTENOPEI” situato nel capoluogo piemontese.
Nonostante gli 850 km di distanza da Napoli appena mettiamo piede all’interno dei locali di questo club ci rendiamo conto di trovarci in un ambiente caldo ed accogliente, praticamente ci sentiamo a casa. Il colore azzurro è naturalmente dominante in ogni angolo della spaziosissima sede, così come sciarpe, bandiere, stendardi e quant’altro ci circonda.
Santolo Iossa, uno dei responsabili del club “Partenopei” di Torino, ci accoglie all’ingresso del club e con grande entusiasmo ci mostra le sale di questa bellissima sede. 
La prima cosa che si nota, una volta entrati all’interno, è l’ampia sala dedicata alle partite, dove i soci possono seguire gli incontri degli azzurri sul mega schermo.

img_1430Non manca la zona bar (un vero e proprio bar) dove la miscela del caffè viene fatta arrivare rigorosamente da Napoli, una cucina, un’ampia sala dedicata ai giochi, come il calcio balilla, e tre postazioni internet a disposizione dei soci.
Siamo affascinati da questa splendida location e così ci sediamo in compagnia di Iossa, che naturalmente ci offre un buon caffè, per fare qualche domanda.
 
Innanzitutto raccontaci i motivi che vi hanno spinto a creare questo club nel capoluogo piemontese: “I motivi che ci hanno spinto ad aprire un club Napoli a Torino – spiega Iossa – sono principalmente dovuti al fatto che in una città così grande e con una così vasta densità di popolazione partenopea era impensabile non aprirne uno. Così abbiamo voluto ricreare una vera e propria “AMBASCIATA”. Del Resto la passione smisurata dei tifosi del Napoli è riconosciuta da tutti ed è per questo che io e i miei soci abbiamo deciso di creare una sede dove poter dare “sfogo” alla nostra passione. Poi ho la fortuna di avere al mio fianco dei soci che danno la possibilità di portare avanti questo progetto”.
 
img_1433Come si fa ad entrare a far parte del club e quali sono le principali attività che svolgete?
“La prima regola fondamentale è quella di essere un grande tifoso del Napoli. Per entrare a far parte del club è semplicissimo, basta giungere in via Sette Comuni, 29 a Torino, rivolgersi ad uno dei soci, portare una fototessera e versare un’irrisoria quota associativa pari a 25 euro annuali.
Ormai già siamo una grande famiglia ed oltre a sostenere il Napoli durante le partite ci divertiamo organizzando vari tornei di calcio balilla e di tressette, scopa, ecc… Inoltre abbiamo 3 postazioni internet totalmente gratuite per i soci… insomma non ci facciamo mancare nulla”.
 
Domenica prossima a Torino ci sarà il big match tra Napoli e Juventus come vi state preparando a questa attesa sfida?
“La maggior parte di noi andrà allo stadio per seguire il nostro grande amore. Forse è l’unica partita in cui al club ci saranno poche persone perché per noi questa partita è sempre stata importantissima non tanto per la Rubentus… Juventus ma per i juventini. Vivere nella città di una squadra rivale sotto certi aspetti non è semplicissimo e vincere in casa loro, come spesso è accaduto negli ultimi anni, è una soddisfazione incommensurabile”.
 
img_1435Domenica sera è solo l’antipasto di quella che sarà la finale di Coppa Italia all’Olimpico di Roma. C’è già grande attesa per questo evento e si attende la vendita dei tagliandi. Acquistare un biglietto non sarà facile considerata la grande richiesta dei tifosi partenopei. Voi come pensate di seguire la finale?
“Sicuramente seguiremo la squadra come molti dei nostri soci hanno fatto finora. Anche grazie al club abbiamo raggiunto vari stadi e il più importante è stato lo Stamford Bridge anche se, proprio in merito a quest’ultimo, è stata una vera odissea. Proprio per questo vogliamo cercare di avere una tutela maggiore da parte della società a discapito proprio della criminalità organizzata che purtroppo sembra avere la meglio anche nella vendita dei biglietti, ed il forte bagarinaggio ne è la prova concreta”.

img_1431A proposito di antipasti ma è vero che al club Napoli Torino “Partenopei” oltre che a respirare la passione azzurra si possono gustare anche degli ottimi piatti della tradizione napoletana?
"Ti ringrazio di avermi fatto questa domanda e colgo l’occasione per ringraziare Zio Peppe che ci prepara sempre delle portate squisite che ci ricordano tanto Napoli, lui contribuisce nel farci sentire a casa… come dicevo prima qui sembra di stare in una grande famiglia e zio Peppe ne è la dimostrazione”.
 
Chiudiamo con una domanda sul Napoli, cosa pensi serva alla squadra per fare il definitivo salto di qualità?
“Con il pensiero che sto per esprimere credo di racchiudere anche quello della maggior parte dei tifosi napoletani: abbiamo imparato tutti a memoria le parole del Presidente che non perde occasione per ricordare che grazie a lui la squadra dalla serie C è risalita fino ad arrivare ai sedicesimi di finale della Champions League e gliene diamo atto… ma adesso è giunto il momento di acquistare qualche campione, giocatori di personalità che possano dare una mano alla squadra in situazioni difficili come quelle capitate a Londra”.
 
Bene, concludiamo qui l’intervista e lasciamo il Club Napoli “Partenopei” di Torino salutando i soci che nel frattempo sono arrivati per continuare il nostro viaggio tra i club azzurri.
Un saluto lo desidera lasciare anche Iossa: “Un saluto a tutti i tifosi del Napoli in particolar modo a quelli che vivono a Torino… se volete sentirvi a casa non esitate, venite da noi! FORZA NAPOLI….”
 
Massimo Sergio – NapoliSoccer.NET
 


 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO