De Laurentiis: “Mai messo in discussione Roma per la finale”

7
22

delaurentiis09

Il presidente Aurelio De Laurentiis, in esclusiva a Radio Marte, radio ufficiale della SSC Napoli, ha affrontato l'argomento del giorno, la sede della finale di Coppa Italia: "Sono d'accordo con le dichiarazioni di Agnelli che giustamente definisce Roma coma la sede ideale per la finale di Coppa Italia. Nessuno ha mai messo in dubbio Roma, visto che ha organizzato una finale di Champions. Il problema è garantire ai tifosi juventini e napoletani di poter partecipare all'evento, soprattutto a quelli che sono venuti tutto l'anno allo stadio. 

Ho sentito dire che potevano entrare solo quelli con la Tessera del tifoso. Noi abbiamo avuto più di un milione e duecentomila spettatori al San Paolo- ha detto ai microfoni di Marte Sport Live – che si comportano in maniera corretta dimostrandolo pure a Londra.
Il misunderstanding nasce nell'aver detto che noi non vogliamo subire dall'alto le decisioni, per questo ho bloccato la vendita dei tagliandi del 2 aprile.
Continuo a dire che se le autorità non garantiscono la sicurezza di chi viene allo stadio, io non vengo a giocare a Roma. Cos'è questa storia che serve la Tessera per vedere la finale? E' una cosa inaudita. Noi daremo la priorità ai tifosi che si sono abbonati, daremo poi un ulteriore spazio per coloro che hanno la Tessera del Tifoso, dando – però – una quantificazione per gruppi, dobbiamo garantire anche gli altri che con grande fede calcistica sono venuti allo stadio sempre. Bisogna mettersi intorno ad un tavolo e fare tutte le verifiche.
Secondo me Petrucci ha male interpretato le mie dichiarazioni di ieri, probabilmente ha pensato che noi disdegnassimo l'Olimpico. Non è così, Roma è la capitale, c'è il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Sono d'accordo con Agnelli. Io voglio che la partita sia sicura. Il Questore di Roma Tagliente è valido, ci sono le persone giuste per rendere l'evento godibile. Questo io chiedo. Volevo solo dire: rendeteci partecipi delle decisioni, siamo noi la coscienza culturare del territorio specifico.
Devo difendere i miei tifosi e lavoro per loro, sono un bene prezioso del Napoli. Alle 18.45 ho un incontro all'Osservatorio e ho parlato varie volte con il questore Tagliente.
Ho parlato con le Ferrovie dello Stato per facilitare il trasferimento della nostra gente a Roma".
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Radio Marte

7 Commenti

  1. …….. insomma alla fine il tuo volere non ha avuto seguito …??!! ovvero giocare a milano ..?!! ….., hai visto che non conti, anche tu hai dovuto abbassare la cresta ….. !! , vai dela digliene due delle tue..:: …… SIETE DELLE ***** …. SIETE DELLE *****.., VOGLIO TORNARE A FARE CINEMA…….. !!!!! vai dela sali sul motorino …. e sfreccia ………..in mezzo al traffico…..!!! pensa alla difesa .. pensa , e lascia perdere le ca**ate …, !!!!

  2. De Laurentis è proprio uno sbruffone mafioso che pensa che pensa di poter dettare le regole del calcio. Tra l’altro è un ignorante in materia di calcio e dovrebbe ringraziare chi (lo zio) gli ha lasciato un impero cinematografico altrimenti poteva strae sulle navi da crociera a raccontare barzellette.
    E’ una vergogna che sia presidente del Napoli, non ci meritiamo un presidente che non ha rispetto per le istituzioni e per certe regole non scritte.
    Pensa solo a fare soldi.
    Dopo quello che ha combinato per la storia della finale di Coppa Italia dovrebbe stare zitto per i prossimi due anni.

  3. ragazziiiiii il probl nn è solo la difesa …il probl è anche mazzarri ..ma lo vogliamo capire o no???…mazzarri nemmeno col barcellona vince nulla!!!..occorre un allenatore con lo stesso carattere di conte della rubentus …dispiace solo che lui ci invekkierà su quella panchina …ma secondo me è il migliore in italia…la rubentus in campionato ha fatto circa 500 tiri in porta fino ad ora , ben 120 + di noi e 100 + del milan…non oso nemmeno immaginare dove sarebbero con cavani lavezzi ed hamsik!!! meditate gente!!

  4. La prima cosa saggia che Lei, Sig. Presidente, deve mettere in atto è dare il ben servito al Sig. Mazzarri. Di seguito impedire che quei 3 pilastri (???) della difesa (Lei sa a chi mi riferisco) non facciano più danni. Eliminati questi elementi di disturbo vedrà che il Napoli (perchè dalla cintola in su è una grande squadra) occuperà in campo nazionale e internazionale il posto che gli spetta di diritto.

  5. sei un grande presidente, se stiamo là il merito è soprattutto tuo, ma prima delle partite importanti parli un pò troppo. Prima contro Platini, adesso contro Petrucci e contro l’Olimpico, allora ha ragione Mazzarri a dire che ci manca l’esperienza, a partire da lui e da te. Ci manderanno un altro arbitro alla quale? Forse non sei abituato a grandi trofei o non li vuoi perchè c’è qualcosa sotto? Non è che hai già venduto Lavezzi e Cavani. Speriamo di no

LASCIA UN COMMENTO