Sottile: “Pregherò per Cavani e Legrottaglie”

0
27

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Gaetano Sottile, padre spirituale di Edinson Cavani, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sintetizzate da Napolisoccer.NET: “Napoli e Catania è anche la sfida degli atleti di Dio. Cavani e Legrottaglie vogliono che io preghi per loro. Entrambi gli atleti sono molto bravi, Legrottaglie ha un fisico eccezionale. È un ragazzo che ha fatto della disciplina e della determinazione la sua forza. Dall’altra parta c’è Edi che è un calciatore eccezionale, ed un ragazzo timido. Al compleanno di Bautista, il figlio di Edi, a Villa Caracciolo, è stato molto bello vedere la squadra quasi al completo con le proprie famiglie. Ho visto uno spirito di unione incredibile per cui vorrei rassicurare i tifosi partenopei perché il gruppo azzurro è incredibile e c’è molto feeling. C’era Zuniga che ancora si mangiava le mani per quel tiro parato. Nella vita i giocatori che presumo abbiano un lato spirituale ed un cuore, preferiscono vivere in un ambiente in cui si è a proprio agio. La vita non è fatta solo di soldi, è importante sentire il calore dei tifosi. Non credo che i calciatori azzurri abbiamo voglia di lasciare il gruppo. Gargano dopo l’ammonizione contro il Siena ci è rimasto malissimo perché non sapeva di essere diffidato. A Walter scotta tanto questa ammonizione perché voleva davvero giocare la finale di coppa Italia. Gargano quest’anno ha trovato una grandissima continuità”. 
 
Redazione Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteSomma (all.): “Napoli più forte del Catania”
Prossimo articoloCaruso (ex Napoli): “Il dispendio di energie del Napoli è spaventoso”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO