Sorrisi & Palloni: La signora Dessena “spera” nel turn-over del Napoli

0
35

Napoli – Cagliari, è già cominciata. Ai microfoni di Barbara Carere, Bruno Gaipa e Giuseppe Libertino, nel corso della trasmissione “Sorrisi & Palloni” sulle frequenze di Radio CRC e in diretta televisiva su Capri Event (digitale terrestre, canale 271), è intervenuta Carlotta Dessena, moglie del centrocampista del Cagliari, Daniele Dessena, tornato in terra sarda dopo le annate alla Sampdoria.
Carlotta non sarà al San Paolo, ma attende ansiosamente il match di domani sera fra gli azzurri ed i rossoblu. La Signora Dessena ha vissuto i primi anni calcistici di Daniele, seguendo tutte le sue partite giocate al Tardini, Daniele ha militato nel Parma dal 2004-2008, dal 2009 ad oggi si è diviso fra Genoa, sponda Samp e Cagliari. Carlotta, in Sardegna, frequenta spesso lo stadio Sant’Elia, le restanti gare, preferisce guardarle con le altre mogli dei compagni di squadra, davanti la tv.
L’interessante telefonata dei ‘tre tenori’: Carere – Gaipa – Libertino, alla signora Carlotta, ha portato alla luce il fatto che Daniele sognasse il ritorno sull’isola sarda: "Mio marito è molto contento, è sereno, il Cagliari è sempre stato il suo sogno. C’è un bel clima fra i ragazzi di Ballardini e loro ce la metteranno tutta a Napoli, vogliono riprendersi dai passi falsi con Siena (3-0) e Lecce (2-1). Speriamo nel turnover del Napoli, ma mai dire mai, la ‘vostra’ squadra è troppo forte, il Napoli è in un periodo magico, sarà molto dura per noi, ma ci proveremo".
Sorrisi e Palloni nel corso della diretta in radiovisione, ha stuzzicato Carlotta, chiedendo i pregi ed i difetti di Daniele: "Daniele è un bravissimo papà, che ricopre benissimo tutti i suoi ruoli, ma è troppo testardo, quando prende una decisione è dura fargli cambiare idea, spesso, gli ‘mostro il cartellino rosso’. Siamo molto felici insieme, ma quanto è difficile essere moglie di un calciatore, sicuramente permettono un tenore di vita bellissimo, ma quando in casa arriva un bambino, si spera di non vivere troppi trasferimenti da una squadra all’altra, io firmerei per stanziarmi in Sardegna a vita, è una terra fantastica".
 
Redazione Napolisoccer.NET
(Fonte: Radio CRC – sorrisi & palloni)
  

LASCIA UN COMMENTO