Alla scoperta dei Club Napoli: Il Club Napoli Padova è tra i più giovani.

1
135

Abbiamo deciso di intraprendere un lungo viaggio. Un viaggio alla scoperta dei vari Club Napoli, situati nelle più svariate zone nel mondo e presenti su facebook. Questo viaggio alla scoperta dei sostenitori del Napoli Calcio, parte da Padova, dove troviamo uno dei più giovani fan Club Napoli del mondo.
Il Club è stato fondato solo il 21 febbraio scorso da Giosuè Parolisi, Michele Papillo, Luigi Papillo, Massimo Vodini, Maurizio Orefice, Giuseppe De Prisco, Enzo Prezioso, Gaetano  Buraglia, i quali si sono posti come obiettivo primo quello di dare un punto di riferimento fisso, tra Padova e provincia, a tutti i tifosi napoletani emigrati dalla terra di origine per molteplici motivi.
L’inaugurazione ha portato fortuna alla squadra di Mazzarri poiché avvenuta nella serata in cui la squadra partenopea giocava la partita di Champions contro il Chealsea, che ha visto il Napoli trionfare per 3-1.
Grazie a questa coincidenza, non del tutto casuale, la serata è stata un vero e proprio successo. Il club Napoli Padova è situato, presso l’ "Antica Locanda – Ristorante Pizzeria MANOI", in  Via S. Benedetto 5,  Z.I. Selve di Teolo, (PD). La visione delle partite avviene, tramite proiettore in maestose sale, dove il tifoso non deve  temere di urlare, dal momento che, essendo posto fuori dal centro abitato, non si disturba la quiete di nessuno.
Se siete tifosi del Napoli e vi trovate nei pressi di Padova, quando la partita si disputa la domenica alle tre, fermatevi all’antica Locanda, poiché oltre a vedere la partita, in compagnia, potrete anche fare degustazioni alimentari di ogni tipo; grazie alla presenza in sede di pizzeria e ristorante.
Gli iscritti al club hanno agevolazioni al ristoro; infatti, essi avranno diritto a un menu fisso, oppure, a modici prezzi, si ha diritto a pizza, bibita e caffè. Le pizze rendono inevitabilmente omaggio ai giocatori del Napoli, si può degustare ad esempio una Pocho, oppure una Matador o perché no una De Sanctis.
Per entrare a far parte di questo club, bisogna seguire le semplici regole della convivenza civile e avere “amore per la maglia azzurra”. Data la giovane età del club, i tesserati sono ancora pochi, ma saranno destinati ad aumentare. Il club si autofinanzia, grazie alle quote minime d’iscrizione, con cui vengono comprati premi (ossia gadget riguardanti il calcio Napoli) per le varie lotterie svolte, nel corso dell’anno solare. Il club ha creato quattro targhe ricordo per i soci onorari: Gianluca Grava, Alberto Bigon, Umberto Rosa e Massimiliano Esposito, nella sera d’inaugurazione, il presidente del Club, ha consegnato una di queste targhe celebrative a Umberto Rosa, ex calciatore azzurro nella stagione 62-63.
Gli iscritti non perdono occasione per vedere la propria squadra dal vivo e organizzandosi con pullman, si mobilitano per seguire i propri beniamini, non appena si trovano a giocare dalle loro parti. La prima trasferta è stata la partita di domenica, giocata in quel di Parma, in cui Lavezzi e soci hanno trionfato per la gioia del Club Napoli Padova. Dato il buon esito della prima trasferta, speriamo che il Club possa diventare un portafortuna per la squadra azzurra.

Vincenzo Capano – Napolisoccer.NET
 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO