Tennis: Knapp e Pennetta in finale

0
104

Per la prima volta nella storia della Wta due tenniste italiane si sono qualificate in altrettante finali. L’impresa è stata firmata dalla brindisina Flavia Pennetta nel torneo cileno di Vina del Mar (200 mila dollari, terra battuta) e dall’altoatesina Karin Knapp nel torneo di Anversa (600 mila dollari, sintetico indoor).
PRIMA – Karin Knapp invece ha raggiunto il big match nel prestigioso torneo dei diamanti di Anversa battendo in un’ora e 43 minuti di gioco la cinese Na Li, testa di serie n. 9, con il punteggio di 6-4 7-6 (5). Per Karin si tratta della prima finale della carriera, una finale nella quale affronterà la belga Justine Henin n.1 delle classifiche mondiali. Con questo risultato la Knapp entra per la prima volta in carriera tra le prime 40 del mondo scalzando in un colpo solo sia Tathiana Garbin che Mara Santangelo. Ora la 20enne di Brunico è la terza italiana al mondo dopo Francesca Schiavone e Flavia Pennetta.
UNDICESIMA – Flavia Pennetta, testa di serie n. 1, ha impiegato solo 53′ per battere la francese Pauline Parmentier, n.53 del ranking mondiale, che è riuscita a strappare all’azzurra solo due game (6-2 6-0 il punteggio finale). Nella finale di domenica l’italiana dovrà vedersela con la ceca Klara Zakopalova, testa di serie n. 8 e n. 68 del mondo. I precedenti sono favorevoli all’azzurra che ha battuto la Zakopalova tre volte su quattro; a Ortisei nel 2002, a Palermo e a Sopot nel 2004. Per Flavia, che con questo risultato torna tra le prime 30 giocatrici del mondo, si tratta dell’11ª finale Wta della carriera, la settima giocata nel continente americano. Flavia in carriera ha vinto 4 titoli; a Sopot nel 2004, a Bogotà e Acapulco nel 2005 e a Bangkok nel 2007.
FOGNINI KO – Niente da fare invece per Fabio Fognini, stoppato a un passo dalla prima finale della carriera dallo spagnolo Nicolos Almagro che gli ha rifilato un doppio 6-1 nella semifinale del torneo brasiliano di costa Do Sauipe.

 

Fonte: Gazzetta.it

Condividi
Articolo precedenteCi sarà il pubblico delle grandi occasioni, ma che Napoli troverà?
Prossimo articoloBasket: Avellino e Treviso, che colpi
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here