Qui Parma: Nei dintorni del Tardini l’azzurro predomina, i tifosi partenopei già sugli spalti

0
93

parma-napoli_2011-12

 

ESCLUSIVA – Parlano i tifosi del Napoli.
Mancano ancora due ore all'inizio della gara tra Parma e Napoli valevole per la 26° giornata di campionato ma i tifosi azzurri hanno già invaso la cittadina emiliana e dato sfoggio del loro calore e della loro passione per la squadra partenopea. Molti supporters arrivano da Napoli ma la sragrande maggioranza proviene da ogni dove del nord est della penisola.
Reggio Emilia, Bologna, Verona, Brescia, Rovigo, Desenzano e Firenze, questi i luoghi di provenienza dei tifosi che abbiamo intercettato nei pressi del Tardini. Antonio (Desenzano) ci spiega: "Vivo a Desenzano da 19 anni ma non ho mai abbandonato il mio Napoli. Non posso seguirlo sempre ma quando gioca qui nel nord Italia il mio apporto non è mai mancato e mai mancherà. Spero in un risultato positivo, non penso allo scudetto ma vorrei togliermi qualche soddisfazione sia in campionato che in champions dove stiamo vivendo un sogno. Credo nel terzo posto". 
Ormai siamo stati scoperti ed un capannello di festanti tifosi ci sommerge di attenzione ed affetto. Molti conoscono la nostra testata e tutti vogliono testimoniare il loro affetto ai colori azzurri, Franco (Firenze): "Anche io vivo lontano da Napoli da 5 anni è dura, sono un abbonato storico della Curva B ma vivendo a Firenze ho dovuto sospendere l'abbonamento e proprio nel momento più bello dopo aver seguito il Napoli post fallimento. Ma non fa niente, sono felice per quanto la squadra sta facendo ma sono rammaricato per la distanza accumulata dalle prime. Questo poteva essere l'anno buono per lo scudetto. Non fa niente l'importante è amare questi colori ed io li amo: FORZA NAPOLI". Lucio e Carlo (Milano): "Lavoriamo alle poste di Milano, ci siamo conosciuti nel 1994 e da allora seguiamo il Napoli quando viene al nord, non abbiamo perso una partita e dopo tanti bocconi amari finalmente vediamo che gli avversari ci temono. Lavezzi e Cavani sono il nostro vanto mentre Hamsik è la classe fatta giocatore". Dopo aver salutato gli altri tifosi, Giuseppe, Lino, Pasquale e tanti altri ancora continuiamo il nostro giro del Tardini per testimoniare quanto la passione per il Napoli sia importante per mantenersi vicini alle proprie origini quando si è lontani dai propri affetti.
 
dall'inviato a Parma, Raffaele Campaniello – Napolisoccer.NET

 
tardini_2011-12

Condividi
Articolo precedenteIl Milan vola, la Juventus frena
Prossimo articoloNapoli vince a Parma, oramai è una certezza: Frustalupi sempre in panchina
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here