De Magistris (Sindaco): “I rapporti tra il Comune e la società calcio Napoli sono ottimi”

0
21

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luigi De Magistris, sindaco di Napoli che in un'intervista ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sintetizzate da NapoliSoccer.NET: "L’esperienza nel Carcere di Poggioreale è stata una bellissima iniziativa, una bella mattinata, sono cose importanti che condivido. Lo stadio? Trovo corretto che si apra un dibattito tra cittadini, stampa e media perché Il dato certo è che noi volgiamo realizzare lo stadio ma ovviamente non è facile perché non si tratta di costruire una fontanella. Bisogna mettere in campo un’iniziativa importante dal punto di vista economico, mettere insieme pubblico e privato, ragionare con il presidente Aurelio De Laurentiis, fare una scelta che non sia solo stadio ma che rappresenti un punto di riferimento come i grandi stadi di oggi a livello europeo. Nello stadio devono andare i giovani, ci devono essere delle iniziative culturali e commerciali. Siamo già in una fase non di idee ma in una fase operativa. Concretamente stiamo lavorando già da prima di Natale perché la nostra intenzione è quella di realizzare lo stadio prima della fine del mio mandato. Questo significa partire al più presto. Disaccordo di idee tra me e De Laurentiis? Se qualcuno vuole mettere in disaccordo il sindaco ed il presidente del Napoli ben venga perché io mi diverto di più. Posso dire che c’è un’intesa piena nei rapporti tra il Comune e la società calcio Napoli. Andremo a rinnovare la Convenzione, c’è intesa sul fatto che si realizzerà il nuovo stadio e lo si farà in cooperazione. Stasera vedrò il presidente in occasione della presentazione del film di Carlo Verdone per cui non c’è disaccordo ma confronto. Il confronto è necessario per fare la scelta migliore. Poi, è normale che ci sarà sempre qualcuno che non sarà d’accordo ma è giusto anche così perché tutte le opinioni sono legittime. La nuova Convenzione tra il comune e il Napoli? Sicuramente rinnoveremo la Convenzione con la società ed il presidente poi, come sarà formulata dipenderà dall’opzione che sceglieremo ossia se ristrutturare il San Paolo o costruire uno stadio nuovo. La Convenzione scade nel 2014 ma la rinnoveremo sicuramente quest’anno. È importante che ci sia l’intesa piena di rinnovare la Convenzione nell’interesse della città, dei tifosi e della società. Vogliamo contribuire affinché la società calcio Napoli sia una delle più forti a livello mondiale e che il calcio sia uno strumento per rilanciare la nostra città che si è rimessa in movimento e che adesso viene apprezzata. Siamo tutti emozionati quando pensiamo al San Paolo. Ricordo quando scendevo a piedi dal Vomero per vedere le partite, la stessa emozione la provavo quando il Napoli giocava al Collana. Qualunque sia l’opzione, il San Paolo rimarrà una struttura sportiva. Qualunque sia la scelta, questa soddisferà i tifosi napoletani. Da quando sono Sindaco di Napoli ed anche durante la campagna elettorale la richiesta unanime dei tifosi partenopei è quella di avere un nuovo stadio perché il San Paolo, così com’è non regge. Dobbiamo assolutamente trovare una soluzione, sono una persona determinata e lo stadio è una priorità. Rilanciare uno stadio può significare valorizzare gli altri sport, valorizzare un momento di attrazione per i giovani, costituire un luogo di riunione”.

 

 

Redazione NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO