La bastonata di Alberto Cuomo “…il Tempo non e’ galantuomo..O’ napulitan se fa sicc ma nun mor!”

9
90

Quando diedi una bastonata a Gene Gnocchi ricordo d’aver letto commenti del tipo “non facciamo le solite vittime”, “è soltanto satira giornalistica”. Allora ad ospitare quelle ingiurie era la Gazzetta dello Sport. Ora ci prendono gusto anche altre testate. Vedi “Il Tempo” di Roma. L’avrete letto tutti o almeno ne avrete sentito parlare sicuramente di quell’articolo pubblicato dopo la vittoria col Chelsea. La cosa personalmente non mi spaventa più di tanto, non mi sorprende e non genera in me nessun tipo di reazione differente da quella che ho avuto da sempre nei confronti di certe barbarie commesse a cielo aperto. Signori non soffermiamoci sulla persona, la signorina denota evidenti problemi, non parliamo di “ignoranza”, qui si parla di razzismo. E me la prendo con il quotidiano che permette una simile cosa. Mi domando se avessero controllato l’articolo prima di pubblicarlo, se così fosse(non l’ammetteranno mai) siamo di fronte alla distruzione totale del rispetto. Che diamo fastidio tanto da riesumare vecchie problematiche come il colera o addirittura del nazismo(dimentica che lo è stata l’Italia intera). Io, di fronte a queste accuse, di fronte al comportamento di codesta testata giornalistica, non posso restare fermo a guardare, ho bisogno di urlarle certe cose! Vergognatevi signori, vergognatevi di quanto schifo state disseminando sulla penisola, vergognatevi di questa vostra arroganza, vergognatevi della vostra supponente superiorità, vergognatevi! E che vada al diavolo l’unità del paese, loro sfasciano? E noi lodiamo! A Sanremo proprio Alessandro Siani alla fine del suo monologo ha terminato col dire “Siamo tutti sulla stessa barca, siamo un popolo grandioso”, allora la cosa mi fece storcere il naso, poi pensai che tutti noi abbiamo un obiettivo da raggiungere e Alessandro fa bene ad accarezzare con gentilezza tutti gli italiani, vuole crescere e per farlo ha bisogno dell’Italia intera, Napoli è stato un trampolino di lancio. Ma ora più che mai quelle parole mi fanno incazzare, prendiamo pugni da ogni parte e gli stessi miei compaesani non fanno altro che porgere la guancia? Ma finiamola con questo finto buonismo e iniziamo a farci sentire sul serio! Leggendo alcune delle reazioni scaturite sul web, apprendo che qualcuno chiederà la radiazione dall’albo dei giornalisti della collega che ci ha appunto definiti “popolo di straccioni”. Ho qualche dubbio che la cosa succederà. Se penso di avere colleghe del genere…mi verrebbe di stracciarlo questo tesserino. Io non sono vittima, io sono orgoglioso di far sentire la mia rabbia, di non rischiare di rimanere immobile di fronte a queste coltellate, a tutto questo io REAGISCO! Finisco col riprendere un vecchio proverbio : O’ NAPULITAN SE FA SICC…MA NU MOR!!!!!!!
Alberto Cuomo



9 Commenti

  1. Non ho letto l’articolo della collega di Cuomo ma se questo fosse vero e lo sara’ di certo il Tempo e chi x lui si devono vergognare di pubblicare simili affermazioni Questo è razzismo, è vilipendio di un popolo che ha dato illustri nomi in tutti i campi della societa’ italiana…e poi parlano di unita’ d’Italia ma vadano a farsi fottere questi sostenitori della terza respubblica Simili affermazioni sono degne soltanto di menti mentecatte, ma purtroppo di questi esempi il giornalismo e anche altri settori ne sono pieni che pur di mettersi in mostra blaterano e latrano simili schifezze Ripeto il mio sdegno è totale così come la mia vergogna di essere “italiano” e non ho letto da nessunissima parte qualcuno di importante sollevarsi di fronte a simili comportamenti razzisti e diffamatori E’ uno schifo !!!!

  2. Ho scritto una mail al Tempo dopo aver letto l’articolo. Ho ricevuto una risposta poco convincente, quanto è stata la risposta “ufficiale” del Tempo, che non è venuta dalla giornalista che ha scritto l’articolo, ma da un collega. Io da napoletano ESIGO le sue scuse. Se la cercate, è la sig.ra Fabrizia Argentieri

  3. E’ opinione che tale fabrizia argentieri non esista, ma sia solo uno pseudonimo di un altro “giornalista” (o giornalaio? senza offese x la categoria dei giornalai) che non avendo gli attributi per firmare col suo nome tale porcheria, ha ben pensato di nascondersi con un nome fittizzio, insomma davvero una bella banda di vigliacchi! La cosa che però è ben più grave è che nessuno ha chiesto almeno scusa ,anzi c’è stato un piccolo dietrofront in cui si è detto che era solo un modo per stigmatizzare i soliti stereotipi sul Napoli e sul sud! In parole povere è come se io chiamassi un africano sporco negro (e me ne guarderei bene visto che ritengo tutti gli africani ben più meritevoli e onorevoli di tantissimi “italiani”) e poi il giorno dopo mi giustificassi dicendo che non era una offesa ma solo una denuncia contro i luoghi comuni sui neri! Oltre al danno la beffa, perchè oltretutto con quelle parole si mette in discussione l’intelligenza di tutti i fratelli del sud! è una vergogna, e se questa è l’italia (scritta apposta con la prima lettera minuscola), allora io non faccio parte di questo paese!

  4. Quelli del nord, in genere, non amano i napoletani ed i loro giudizi sono sempre connotati da profili di razzismo.
    La loro illusione è quella di credere che noi ci sentiamo effettivamente inferiori di fronte a tanto illuminato progresso.
    Cari “amici del nord” la realtà è questa: noi non ci sentiamo affatto inferiori, bensì è il contrario, riteniamo che dalle vostre parti insita l’ignoranza perfetta. Dico perfetta, perché si evince dai chiari segni di saccenza che accompagnano le vostre affermazioni.
    Ergo, viva il Sud, viva la storia, viva il regno delle due sicilie.

  5. purtroppo noi napoletani ci portiamo sempre solo il brutto , oggi ho ascoltato cosa diceva il presidente della regione piemonte “il leghista ” sulla NO TAV…. dice ; i contestatori sono della val di susa e torino poi ci sono gruppi che vengono da fuori e qual’è stata la prima città che il leghista ha detto ???ma NAPOLI… insomma napoli è sempre sulla bocca di tutti.
    non scandalizziamoci di sentire sempre queste cose purtroppo quando uno non ha argomenti dice solo c……… e mai possibile che a NAPOLI nun facimme MAI nà cosa bona ??? caro leghista e tempista e gazzettista …. a napoli …c’è stà a pizza….a sfogliatella….. o babà e o limoncello e surriento … venite a napoli perchè ricordatevi che i napoletani sono di cuore……mica comm’e a vuje ………………..forza NAPOLI E VIVA NAPOLI

  6. X la redazione: Spero di essere stato chiaro nel mio commento che non è apparso! Le mie non erano frasi razziste o contro qualcuno e mi sembrava evidente! Chiedo scusa se ho offeso qualcuno ma non era mia intenzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here