Il ladro gentiluomo

17
60

Una direzione di gara scan-da-lo-sa. Chi non sente che è stato questo l’arbitraggio di Rocchi? A mente fredda si possono stemperare i toni, ma la sostanza rimane. Inutile fare, almeno qui, i diplomatici. Siamo alle solite. Ci sono grandi predestinate alla vetta della classifica e grandi che devono guadagnarsela, contro avversari e sudditanze varie. Rocchi, al primo fallo da tergo di Ambrosini lo avverte, ma non lo ammonisce. Trattamento da gentiluomini. Non per Maggio, però, che va fuori sul più bello.
Il Milan sapeva di essere più debole a centrocampo. Quindi, falli sistematici e violenti (fuori Hamsik e Santacroce) sulle ripartenze azzurre. Cose che a San Siro si possono fare, ma se si facessero al San Paolo sarebbero “gialli” a catinella. Gattuso il pluridecorato minaccia Hamsik il ragazzino e ci manca poco che prenda l’arbitro per il colletto. A San Siro si può fare, al San Paolo c’è un cartellino già scritto per Blasi e Santacroce.

Il rigore? Se non è chiarissimo in genere non si dà contro una “grande”. Ma se è dubbio o inesistente (come quello di Pazienza) lo si può dare a favore. E l’ambiente? Per cori e scritte offensive a Napoli si beccano squalifiche del campo. A Milano, per quelli di ieri, statene certi che non succederà niente.
Ieri il diavolo voleva vincere. Anzi, “doveva” vincere. L’investimento del fenomeno(?) brasiliano deve in qualche modo rientrare. Il Napoli è vera squadra e stava rischiando di mandare di traverso la “cavalcata” di plastica rossonera. De Laurentiis ha detto che gli piacciono più i valori della sua squadra da quarto posto che quelli (?) da primato forzato di una delle predestinate allo scudetto. E questi valori glieli ha confermati Lavezzi, quando a un giornalista che gli chiedeva se si sentiva di aver superato l’esame, ha risposto “no, non abbiamo superato l’esame, perché abbiamo perso”. Tradotto, significa che il Pocho non si accontenta di fare il comprimario o il vittorioso “morale”. Squadra simpatica, tante lodi, ma poi, quando si va al sodo, si deve cedere il passo alle macchine truccate. Quindi, smaltire in fretta l’overdose di San Siro e tornare a graffiare il campionato, studiando da grande squadra.
 
Marino e Reja non vogliono parlare di avversità artificiali, ma di mentalità che la squadra deve ancora maturare. Per ora fanno bene. Il momento dello splash-down tra squadre superricche e giovani squadre in ascesa non è ancora arrivato, ma arriverà presto. Ed è meglio perciò non farsi trovare impreparati, curando gioco, risultati e popolarità della squadra, vero antidoto contro le sudditanze.
Si riparte con la Samp. Partita decisiva. Più di quella col Milan, unto dal Signore. Occorrerà dimostrare di aver smaltito le tossine demoralizzanti del Palazzo e riprendere la giovanile freschezza della squadra che vuole rimanere in alto a dispetto dei santi. Se vince con la Samp, il Napoli è tornato.
Antonio Mango

17 Commenti

  1. Quanto sono vere ste parole….e di conseguenza quanto nervosismo e quanto odio cresce dentro di me contro questo calcio moderno dove a vincere sono i soldi e il potere….

  2. Bravissimo Antonio Mango , complimenti per avere avuto il coraggio di scrivere la verita’!!! . Io aggiungo che rabbia il silenzio dei media nazionali sui torti subiti dal Napoli.

  3. antonio per lomeno non è reato dire laverità sperando che non siano avvisi di fermare quei ragazzi che hanno voglia di dimostrare che ci sono!!!. non sò come spiegarlo ai miei figli che l’hanno sempre con chì è più BRAVO e costa poco. complimenti ANTONIO!!!!!!!!!!!!!!!
    NAPOLETANO SONO 20 ANNI CHE STO’ AD AREZZO.

  4. Concordo pienamente con quanto scritto da tutti voi.
    Ho una domanda, sono l’unico che ha visto un fallo da espulsione di Zambrotta su Hamsik???? Zambrotta da terra con la mano, da tergo!!! ha ostacolato volontariamente la corsa di Marekiaro, se non è espulsione quella!
    Comunque sono orgoglioso dei miei guerrieri!!!
    Avanti Napoli

  5. “”Sotto accusa Rocchi: è indagato, non era l’arbitro giusto per Milan-Napoli. Due sconfitte in campionato contro Genoa e Milan: ma i direttori di gara sono entrambi coinvolti in Calciopoli.””

    corrieredelmezzogiorno.it

  6. L’articolo di Mango è perfetto: dice cose inconfutabili,esprime pareri personali condivisibili dalla maggior parte dei tifosi non solo napoletani o del Napoli ma dagli sportivi veri, no fa vittimismo.L’unica cosa che mi piarebbe e che non ce lo leggessimo fra di noi ma, ora che il ferro è ancora caldo, che venisse ospitato nella corrispondenza di qualche quotidiano di notizie (magari Il Mattino) o sportivo (Il Corriere dello Sport).
    Saluti

  7. complimenti per l’articolo, ottimo ed obiettivo. mandatelo alla figc al milan calcio a matarrese (ammesso che sappia leggere), a quel manichino eterodiretto di maroni. son passati due giorni ed io son sempre più incazzato. vorrei già ci fosse il ritorno, vero gattuso…vedrai al s.paolo che accoglienza…poi si lamentano se succedono incidenti…l’arroganza dei forti 8o presunti tali, o che che si credono tali)…

  8. sacrosanta e scomoda verità, da tifoso mi sono sentito davvero preso in giro, sembra davvero che per vincere non basta più essere soltanto più forti sul campo e neanche più forti delle restrizioni imposte al tifo napoletano. Sembra che l’essere inquisiti a Napoli per aver alterato i risultati di campionati non sia un buon motivo per non far arbitrare a queste persone disoneste la nostra squadra e questo mi puzza parecchio.
    Al signor Galliani che predica onestà vorrei ricordare i sonori pianti della scorsa stagione in riferimento ai presunti torti arbitrali.
    Marino ha ragione a dire che se avessimo giocato da Napoli li avremmo battuti ma non ci si può bendare gli occhi e fare finta di niente, perchè la cosa lampante più è stata, non tanto il rigore inventato, ma la disparità di trattamento che come sempre non viene messo in risalto dalle tv. Mi sento truffato molto più di altre volte, tipo Genova, dove ci sono stati errori madornali…
    Ti avevo promesso un commento Tonì

  9. Concordo in pieno.E’ stato uno SCANDALO hai detto bene.Il Milan in questo scuorno ci ha messo la faccia e tutta l’Italia ha visto.Ce l’hanno fatta pagare per l’eliminazione dalla Champions League.Lo sapevo che sul campo non avevano speranze perche’ il Napoli e’ la squadra piu’ informa in circolazione e sicuramente tra le prime 4 e quindi hanno trovato l’unico modo x batterci rubando.Rocchi e’ chiaramente e’ un arbitro incompetente farebbe bene a tornare tra i dilettanti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here