Il Napoli a Parma con la mentalità da Champions.

1
67

parmaDomenica al Tardini c’è Parma-Napoli e per gli azzurri non sarà un match affascinante come quello che tra qualche settimana si giocherà contro il Chelsea allo Stamford Bridge, ma resta comunque una gara che di sicuro rappresenta un “crocevia” importante per il campionato dei partenopei. I guerrieri azzurri reduci da quattro vittorie consecutive, di cui tre in campionato e una in campo internazionale vinta al San Paolo proprio contro i “Blues” per 3-1 negli ottavi di andata di Champions League, hanno ritrovato serenità e fiducia per la rincorsa al terzo posto e quindi la riqualificazione nell’Europa che conta… Di certo non sarà facile perchè nonostante i passi falsi di Inter e Roma, ci sono sempre squadre come la Lazio e l’Udinese che faranno di tutto per conquistare un buon piazzamento in campionato e partecipare alla Champions del prossimo anno, quindi il Napoli dovrà lottare fino all’ultima giornata di campionato, cercando di conquistare quanti più punti possibili. Contro i Ducali, domenica, sarà un’altra sfida molto pericolosa per gli uomini di Mazzarri, la squadra emiliana guidata attualmente da Roberto Donadoni ex di turno, ha bisogno di punti in vista di una salvezza tranquilla, quindi il gruppo partenopeo dovrà scendere in campo con la stessa mentalità e lo stesso carattere avuto nelle ultime gare disputate, per portare a casa altri tre punti importanti. Parma e Napoli due squadre diverse ma molto simili in mezzo al campo, dato che entrambi gli allenatori adorano far giocare i propri calciatori con un 3-5-2 oppure con il 3-4-2-1, moduli che attualmente sembrano andare molto di moda. Questi schieramenti tattici che piacciono sempre di più, sembrano molto semplici ma in realtà per ottenere buoni risultati di gioco, servono gli uomini giusti perché sono abbastanza dispendiosi. Il Napoli di uomini giusti, o meglio di grandi campioni ne ha e lo dimostra in ogni gara, mentre il Parma anche essendo una squadra mediocre ha nelle proprie fila dei calciatori importanti come Giovinco, Biabiany e Mariga che possono rendere la vita difficile a qualsiasi difesa. Quindi non resta che dare la parola al campo per capire chi, tra Parma e Napoli avrà la meglio.

 

Domenico Ascione – Redazione NapoliSoccer.NET


 



1 COMMENTO

  1. Lasciamo la parola al campo e che il Napoli e il “grande” mazzarri si comportino da grande squadra facendo il turnover giusto e motivando i ragazzi a ben comportarsi !!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here