Game Over – Iacobelli: “Un Napoli finalmente svizzero quello visto contro l’Inter”

3
14

gameover

Appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento e di analisi curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.
 
Dopo la sconfitta con il Siena avevo detto che servivano le vittorie per dare entusiasmo. L'entusiasmo è tornato, ieri ho rivisto il Napoli dei sogni, quello che l'anno scorso ci ha fatto gridare la parola "scudetto". Il calo del Napoli di qualche tempo fa sembra un ricordo e, come emerge dalle ultime tre partite, il problema della squadra non è stata di certo la Champions, visto che le vittorie sono tornate proprio nella settimana dello scontro con il Chelsea.

La partita di ieri è stata bellissima, i partenopei hanno giocato un gran bel calcio. Ordinati, compatti e grintosi. Bravi soprattutto ad aspettare l'Inter, farla uscire per poi colpirla in velocità. Oserei dire un Napoli finalmente svizzero. Dzemaili non ha fatto rimpiangere Hamsik, anzi, ha dato una grandissimo contributo alla vittoria al San Paolo. Inler ha sfoderato una prestazione da incorniciare, ha impostato come il miglior Pirlo e aggredito Snejder come il miglior Gattuso. Ma come al solito il grande eroe di giornata è lui: Lavezzi. L'unico che crea la superiorità, l'unico che con una giocata può risolvere una partita. Orma tutti si sono accorti di lui e probabilmente qualche grande club, per rilanciarsi sarà anche disposto a pagare la "maledetta" clausola da 31 milioni di euro.

Detto questo tatticamente c'è poco da analizzare perchè il Napoli si è trovato davanti un avversario in condizioni imbarazzanti. Mi dispiace perché sono sempre stato un grande estimatore di Ranieri, ma stavolta il miracolo, come accadde a Roma ed in parte a Torino, non gli è riuscito. Colpa di tutti certamente, giocatori che non riescono più a dare il massimo o che forse non vogliono (vedi Sneijder), ma si sa quando le cose vanno male il primo a farne le spese è sempre l'allenatore.

Ma va bene così, perché grazie a questa vittoria ed alla concomitante (si fa per dire visto lo spezzatino campionato) sconfitta della Roma, il Napoli diventa il più accreditato rivale di Udinese e Lazio per la lotta al terzo posto, che però, almeno per ora, vede gli azzurri svantaggiati sia nel punteggio che soprattutto perché dovranno giocare in trasferta entrambi gli scontri diretti. E' comunque bello rivedere un Napoli così, che può ancora dire la sua in campionato. E ribadisco che sono tanti i rimpianti per una lotta scudetto che non ci vede protagonisti.

Domenica intanto gli azzurri giocheranno una partita difficilissima. Il Parma ha già fatto male al Napoli all'andata, ed in più è in un momento di ottima forma. Aggiungiamoci pure che l'allenatore è un ex partenopeo… Sarà importante dare il massimo, proprio come nella partita di ieri.

 
Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedentePasqualin e D’Amico sospesi per aver violato il regolamento degli agenti
Prossimo articoloMiglior calciatore Slovacco 2011: Hamsik si piazza al secondo posto!
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

3 Commenti

  1. grande napoli e secondo me dzemaili in quella posizione rende molto di piu’ nn avendo tanti compiti di copertura e cmq vero che che se nn avessimo fatto quel casino cn il turn over eravamo a parlare di un altro campionato ed e’ lampante come in queste 4 partite hanno giocato sempre gli stessi e sn venute tutte vittorie quindi ””””””””””””

  2. Io non dico che il Napoli sia al livello di Juventus e Milan…ma poteva essere la terza pretendente al titolo…Udinese e Lazio non sono superiori ai partenopei…

LASCIA UN COMMENTO