Napoli beffato da un autogol, ma che guerrieri!

4
18

Iezzo: di sicuro i rossoneri non sono riusciti a fargli gol, miracoloso in più occasioni deve inchinarsi solo ad un autogol! Santo subito. 8
Santacroce: marcatore martellante, dalle sue parte non si passa. Agli avversari non lascia neanche le briciole devono abbatterlo per liberarsi la strada! 7,5
Cannavaro: encomiabile dominatore dell’area di rigore, chiude tutti i varchi di giustezza o di prepotenza sovrastando, quando a tecnica e tenacia, un Borriello dato in grande spolvero. Off-limit. 7
Contini: preciso, attento, sempre in prima linea. Quando c’è da lottare lui risponde presente. DImostra anche oggi di essere un difensore su cui contare ad occhi chiusi. 7
Maggio: stava andando alla grande, i suoi avversari soffrivano la sua straripante fisicità ma sfortunatamente inciampa e abbatte un avversario guadagnando la seconda ammonizione e la conseguente espulsione. Sfortunato! 6,5
Blasi: tutto cuore e polmoni. Corre, rincorre, contrasta e raddoppia ossessivamente aiutando i compagni fino allo stremo delle forze. 7
Gargano: gira a mille, il suo pressing asfissiante non concede tempo e spazio ai suoi avversari. Alla distanza, addirittura, cresce atleticamente rincorrendo chiunque avesse una maglia rossonera ed un pallone nelle vicinanze. Non perde mai la lucidità! 7,5
Hamsik: pungola gli avversari infilandosi in velocità, duetta con gli attaccanti e cerca lo spunto per creare problemi alla difesa avversaria. Viene sacrificato per un miglior assetto tattico della squadra nella manovra difensiva, non si poteva fare altro, di certo la manovra e la pericolosità degli azzurri ne risente. tente il gol dalla distanza senza esito. 6,5
Mannini: il suo credo è pedalare a più non posso. Oggi è costretto a compiti di marcatura contro giocatori di caratura superiore (Kakà e Ronaldinho) ma è talmente bravo da bloccarli apparentemtne senza difficoltà alcuna. 6,5
Lavezzi: fulmineo, scattante piroettante, da solo fa impazzire l’undici milanista martellando i suoi marcatori con improvvisi scatti e repentini cambi di direzione. Avrete pure tanti campioni… ma il pocho è solo nostro! 8
Denis: si sacrifica per la squadra cercando di aiutare i compagni in fase difensiva e di far respirare la squadra mantenendo il possesso del pallone in quella offenisiva. Peccato per l’autorete! 6

Sostituti
Aronica: è sempre all’altezza della situazione, non sbaglia nessun intervento. Preciso ed attento si disimpegna diligentemente. 6,5
Pazienza: si arrocca a copertura della difesa assieme agli altri compagni di reparto, poteva essere l’eroe della serata o, con maggiore lucidità, poteva favorire un meglio piazzato Russotto nell’ultima azione azzurra. Va bene così! 6
Russotto: poco tempo per giudicarlo. SV

Reja: si stava giocando la partita ed anche molto bene. Il Napoli a Milano cercava la vittoria e l’allenatore lo aveva anche ben disposto in campo. L’espulsione di Maggio ha fatto saltare i meccanismi partenopei e tutte le buone intenzioni sono andate a farsi benedire. La squadra ha comunque risposto bene, facendo di necessità virtù e tirando fuori attributi, personalità e capacità. Ha ben tenuto il campo anche in dieci, ncapitolando in maniera sfortunata. Un applauso sincero, non dimentichiamo che la sconfitta è venuta su un autogol e che il Napoli ha giocato fuori casa, contro un signor Milan, in inferiorità numerica per un tempo intero. Mister, ci rifaremo al ritorno… lo scorso anno si sono giocati la champions… chissà, quest’anno parlano di scudetto! 7

Gianni Doriano

SHARE
Previous articleShevchenko: “Vittoria sofferta”
Next articleLavezzi: “Meritavamo il pareggio. Abbiamo perso contro una grande squadra”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

4 COMMENTS

  1. possiamo essere soddisfatti prendere un gol sfortunato a pochi minuti dalla fine (peccato) dopo un tempo in 10 a Milano senza alcuna paura è squadra di campioni…GRAZIE RAGAZZI!!!!

  2. Che vergogna…. un arbitro comprato un commento di Caressa e compagnia di parte, giocatori del milan che picchiano come fabbri e neanche vengono ammoniti e noi che subiamo espulsioni e rigori inesistenti…….
    ma d’altronde….

    da un tifosissimo del Napoli di Roma..

  3. Nemmeno in terza categoria picchiano così in casa, dopo aver intimorito l’arbitro e qualcuno dei nostri un pò più giovani. Roba d’altro mondo !! 2 campioni del mondo come Gattuso e Zambrotta che ricorrono a calci e minacce sul campo, vergognatevi.Per fortuna che Collina era lì. Ma come si fa a non tirare fuori alcun cartellino nel secondo tempo, forse li ha dimenticati nello spogliatoio? 2 falli di Maggio valgono un rosso, 2 falli di Ambrosini valgono 1 giallo, dopo indicazione dello stesso arbitro. Siamo stati derubati e basta, perchè in 11 contro 11 siamo stati superiori; la differenza è che loro erano tutelati noi no. Comunque, il fatto che per perdere 1 a 0, sono dovuti ricorrere a tanto, ci fa capire che siamo forti e grandi. Grazie ragazzi, la prossima volta ci crederemo di più.

LEAVE A REPLY