Daniele Adani (ex calciatore): “Baridi è l’erede di Maggio. Domani le motivazioni faranno la differenza”

0
38

ESCLUSIVA NAPOLISOCCER.NET
Intervistato in esclusiva da NapoliSoccer.Net, Daniele Adani, ex calciatore, tra le altre di Inter e Fiorentina, ha parlato della partita contro l’Inter, poi di Cirigliano, calciatore argentino del River, accostati a tanti club italiani, tra cui il Napoli, infine del calciatore di proprietà dei partenopei, ma in prestito al Vicenza, Baridi, che Adani questa stagione ha avuto modo di conoscere, poiché allenatore in seconda dei veneti, fino a quando non fu esonerato Silvio Baldini.

Di seguito l’intervista:

Signor Adani, ci dice quale può essere la chiave tattica della partita Napoli-Inter?
“In questa partita la chiave tattica non c’è. Se il Napoli conserva le caratteristiche viste nelle ultime partite e quelle che contraddistinguono da sempre questa squadra, allora i partenopei sono strafavoriti, in caso contrario vedo l'Inter favorita. Nelle ultime apparizioni gli azzurri hanno dimostrato di avere gamba, entusiasmo, movimento e tempi di gioco che l’Inter di adesso non ha. La squadra azzurra giocherà sulle onde dell’entusiasmo della vittoria contro il Chealse e mantenendo la stessa condizione psico-fisica, con forza e convinzione, tenendo duro in difesa e facendo grandi ripartenze allora potrà mandare al tappeto gli avversari. Infine i numeri sono dalla parte del Napoli, ma si sa che ogni partita si rivela una sorpresa. Queste sono due squadre alla ricerca di risultato per un motivo per un altro”.

Dove il Napoli può vincere e dove il Napoli può perdere la partita?
“ Il Napoli può vincere la partita sulla compattezza e sulla forza, grazie all’esplosività di giocatori come Gargano,Lavezzi e Cavani. La può perdere sicuramente se dovesse calare l’attenzione, poiché in questo momento l’Inter ha voglia di rivalsa e con i campioni che si ritrova, può mettere al tappeto gli azzurri, in caso di distrazione. L’Inter può perdere la partita se non mette in campo la consapevolezza dei valori che ha, quindi se osa, può vincere se si dovesse chiudere invece, è destinata a soccombere. Spero per il Napoli che l’Inter resti lì ad aspettare. Leggendo le probabili formazioni, il Napoli deve stare molto attento al tridente, dal momento che Snejider, Forlan e Milito possono risolvere la partita in qualsiasi momento. Infine sento dire che domani Ranieri è all’ultima spiaggia, ma non credo che sia così”.

Hamsik squalificato chi secondo lei è il più adatto a sostituirlo?
“I due candidati più plausibili sono Pandev e Dzemaili, due calciatori con caratteristiche diverse, ma per requisiti di gioco vedo meglio Dzemaili; infatti il centrocampista copre meglio il campo, risultando così più simili allo slovacco rispetto all’ex neroazzurro. Tutto sta nel vedere cosa vuole Mazzarri e dove vuole fare male all’Inter”.

Il Napoli a giugno prese Baridi, dirottandolo in prestito al Vicenza dove lei era il secondo di Baldi. Ci può dire che giocatore è Baridi?
“Baridi è un’ala, giocatore veloce esterno capace di ribaltare la situazione ed il fronte in un attimo, è molto veloce. E’ giovane e perciò deve crescere dal punto di vista del gioco e della convinzione dei propri mezzi, cosa più importante, risulta essere un calciatore moderno e facilmente adattabile al Napoli. Se il Napoli dovesse continuare con questo tipo di schema, lo vedrei bene al posto di Maggio, quando Baridi sarà pronto e Maggio ormai sul finire della carriera”

C’è qualche sudamericano che fa al caso del Napoli?
“Ci sono tanti giocatori che in Sudamerica farebbero al caso del Napoli, ma onestamente vedo bene con la maglia azzurra Dybala, giovane promessa dell’Istituto di Cordoba, che milita nella serie B argentina. Ho sentito voci che accosterebbero Cirigliano all’Italia e tra i club interessati c’è il Napoli, sinceramente lo vedrei difficile da ambientarsi calcisticamente parlando al Napoli, dato che è un giocatore come Cigarini, che può risultare difficile da inserire in questo schema, dato che in quel ruolo già ci sono sia Gargano che Inler e si andrebbe a bruciare un giocatore importante e di prospettiva, vent’anni ancora da compiere, come Cirigliano”.

Capano Vincenzo – NapoliSoccer.Net

LEAVE A REPLY