Milan-Napoli e la “Tessera del Tifoso”

1
31

A differenza dello scorso campionato Milan-Napoli è stata annoverata dal Ministero dell’Interno una partita ad alto rischio sulla quale sono intervenute come una mannaia forti restrizioni sui tifosi di entrambe le tifoserie circa l’accesso allo stadio, per il quale si presume una mancata vendita di circa 20.000 tagliandi. Nonostante gli sforzi fin qui fatti dal governo del paese per debellare il fenomeno della violenza negli stadi è sotto gli occhi di tutti che l’intolleranza mostrata dal Ministro Maroni, con gli atti di indirizzo sulle restrizioni d’accesso agli impianti sportivi, è un fenomeno non più circoscritto ai soli gruppi ultrà, ma ampiamente rivolta alla parte sana del popolo italiano, ai tifosi per bene, alla gente comune, alle famiglie. Infatti, la maggior parte dei provvedimenti di limitazione dell’accesso agli stadi risultano iniqui, capziosi ed addirittura  razzisti. Infatti mentre da una parte si inibisce la possibilità di acquisto del tagliando al cittadino italiano, dall’altra invece viene concesso al cittadino straniero la possibilità di comprarlo regolarmente al botteghino dietro la semplice presentazione del passaporto. Di fatto Bin Laden non avrebbe ostacoli ad assistere a Milan-Napoli, mentre il sindaco di Napoli sì. Su questo tema ieri, si è tenuta presso la Sala Executive dello stadio di San Siro una conferenza stampa alla quale ha preso parte altre al Ministro Maroni, anche il Capo della Polizia Antonio Manganelli per rilanciare  la “Tessera del Tifoso”. Adriano Galliani, Amministratore Delegato del Milan, è stato invitato a presentare "Cuore Rossonero", il primo esempio in Italia di tessera del tifoso così come intesa dal Ministero e utilizzato a regime già da inizio stagione. Galliani ha illustrato in questi termini il progetto "Cuore Rossonero": "Il Milan ha messo a punto questo progetto in cui ogni sottoscrittore di un abbonamento ha avuto gratuitamente la tessera Cuore Rossonero. La stessa cosa accade a coloro che vanno ad acquistare un biglietto in banca: dopo tre giorni dall’acquisto del tagliando gli acquirenti si possono recare nuovamente allo sportello per ritirare Cuore Rossonero, anche per coloro che acquistano un biglietto del terzo anello a soli undici Euro. La tessera dura dieci anni."  Il Capo della Polizia Antonio Manganelli ha esaltato questo progetto dichiarando:"Lo stadio di San Siro è un modello a cui abbiamo richiamato l’attenzione degli altri presidenti delle società di Serie A e Serie B per l’efficienza e la tempestività nell’esecuzione dei lavori. I presidenti hanno aderito nel percorrere questa strada. Sono stati inseriti tornelli, lettori ottici per i biglietti, impianti di video sorveglianza, una cabina regia chiamata a monitorare ciò che avviene come eventuali smagliature. Siamo poi giunti ai biglietti nominativi e in seguito all’inserimento della figura degli stewards. In seguito abbiamo organizzato anche incontri con lle scuole, tifoserie e con il mondo ultà che è una parte integrante del sistema con cui vogliamo dialogare per emarginare i violenti e per far consentire il corretto svolgimento degli avvenimenti sportivi. In questo contesto si inserisce la tessera del Tifoso come telepass della tifoseria sana. Continueremo un certo tipo di rigore nel consentire l’accesso allo stadio perché preoccupati soprattutto del comportamento delle tifoserie in trasferta. L’idea della tessera del Tifoso è una sorta di bancomat del tifoso che deve consentire facilitazioni per l’accesso allo stadio e altri servizi con cui le società decidono di collaborare. Chi è titolare della tessera potrà andare in trasferta anche quando non ci sarà la libera vendita dei biglietti delle squadre. Il Milan ha assunto per prima questa iniziativa come modello di quello che vorremo diventasse possibile per tutto il territorio.”
Lodevole iniziativa che però, ancora una volta penalizza prevalentemente Napoli, il Napoli ed i "napoletani" e mi ridonda in mente proprio una famosa canzone di Battisti del 1972, "Gente per bene e gente per male", della quale invito i lettori a valutarne l’estrema attualità del suo contenuto.

 

Antonello Greco

1 COMMENTO

  1. maroni (volutamente in minuscolo) tifosotto del milan ora sarai contento!
    Io non ho mai voluto il male di nessuno, ma se qualcuno in particolare crepa sarò il primo a festeggiare!!!!

LASCIA UN COMMENTO