Mazzarri: “Chiedo ai tifosi di starci vicini e di sostenerci come hanno sempre fatto”

6
20

mazzarri_sett_2011

"Daremo il massimo per tornare a vincere, in qualsiasi modo". Così Walter Mazzarri inizia la sua conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Chievo gara valevole per la quarta giornata di ritorno del campionato italiano in programma lunedi sera alle 20:45 allo Stadio San Paolo.

 

Mister, in questi giorni i calciatori hanno parlato a cuore aperto con il popolo azzurro…
"Sì, e lo faccio anche io. Io vorrei che ci fossero tanti tifosi domani al San Paolo, perché è una partita importante ed è arrivato il momento di riattingere a certi attributi che ci hanno contraddistinto nella scorsa stagione. Faccio un appelllo ai nostri tifosi: è un periodo in cui le cose non ci girano al meglio ed abbiamo bisogno del loro supporto. I ragazzi stanno dando il massimo come volontà ed impegno. Non stiamo riuscendo a conquistare risultati importanti in campionato ma la squadra è viva e vuole dare il meglio sempre a partire da domani. Ci serve un risultato positivo, in qualsiasi modo arrivi. Per una volta è più importante il risultato che la prestazione"

 

Come ha preparato psicologicamente il match?
"
Io parlo sempre con i miei uomini e loro sanno che è un monento cruciale della stagione. Vogliamo ritrovare il successo con le squadre tecnicamente meno blasonate, almeno sulla carta. Nel quadro generale non è cambiato nulla, dico solamente che dobbiamo ritrovare l'umiltà per saper lottare con tutti, grandi e piccole, essere agonisticamente feroci come lo siamo stati l'anno scorso. Questo chiedo ai ragazzi. Se ritroviamo questi principi e questi valori saremo completi, perchè dal punto di vista del gioco siamo sempre propositivi. Detto ciò, bisogna anche dire che gli episodi non ci sono stati favorevoli in campo, non stiamo avendo particolare fortuna ma sono certo che lavorando come abbiamo sempre fatto anche la sorte ci sorriderà. Io sono convinto che da qui alla fine della stagione potremo solo crescere. Dobbiamo solo far passare questo periodo non brillante e poi vedrete che gli episodi gireranno a nostro favore".

 

Come è l'umore del gruppo, c'è voglia di riscatto?
"Noi siamo uniti, il gruppo è solido ed ha tanta voglia di dimostrare il proprio valore. Personalmente io sono soddisfatto di ciò che abbiamo fatto sinora perchè per lineee generali abbiamo rispettato i nostri obiettivi principali. L'anno scorso a quest'ora eravamo fuori dalla Coppa Italia, l'Inter ci aveva eliminato. Adesso, invece, siamo in semifinale e possiamo ancora conquistare la finale. Il campionato è ancora aperto e tra poco avremo la possibilità di cercare un altro miracolo in Champions League. I giocatori sono cresciuti tutti individualmente come esperienza, ed ancora tanto cresceranno. Tutto questo per me è il raggiungimento di un traguardo importantissimo soprattutto per il futuro".

 

Ci sarà turnover?

"Sì, ho bisogno di dare linfa fresca alla squadra, stiamo giocando ogni tre giorni e c'è pochissimo tempo per allenarsi. Chi andrà in campo dovrà essere capace di battagliare palla su palla. La nostra umiltà si deve vedere nella capacità di combattere alla ari con l'avversario. Una volta che l'attenzione è massima, poi vengono fuori i valori tecnici che spesso sono dalla nostra parte. Domani voglio una bella risposta da chi andrà in campo".

 

Giocherà Inler?

"Sì, giocherà dall'inizio, in questo periodo ha tirato un po' il fiato, ora sta bene e darà il suo apporto importante. Il San Paolo dovrà sostenere lui e tutti gli uomini che andranno in campo. C'è grande feeling con la gente di Napoli, sanno che io sono il primo garante dell'impegno della squadra. E credo che proprio in questo momento particolare meritiamo l'appoggio del nostro pubblico. Non dimentichiamo cosa hanno fatto questi ragazzi in questi anni. Ed è proprio in virtù di ciò di straordinario ottenuto sinora che chiedo ai tifosi di esserci vicini, di stare tutti uniti per cercare un risultato positivo e poter crescere ancora nelle prossime partite. Siamo in corsa su tre fronti e sono proprio curioso di vedere da qui in avanti dove saremo capaci di arrivare…"

 

Infine una battuta sul suo futuro da allenatore…

"Sapete che non mi faccio distrarre da questi discorsi. Ringrazio chi fa apprezzamenti a me personalmente o alla squadra, e di questo siamo orgogliosi. Io però penso solo al Napoli. Ho un contratto fino al 2013 e del resto mi interessa poco. Sono concentrato partita dopo partita per cercare di ottenere il massimo con questa squadra. La mia testa è solo alla gara di domani…"

 


Redazione NapoliSoccer.NET (Fonte: SSC Napoli)

6 Commenti

  1. ……caro mazzarro vorremo sostenerti e stare vicino anche al tuo stipendio …., cosi magari invece di incazzarci per il napoli potendo spendere i tuoi soldi saremo meno critici .., senza buttarla sul venale… per carità…..!!!!!

  2. mazzarrogant,è dal 1926 che i tifosi del napoli dimostrano il loro amore x questi colori,in qualsiasi circostanza e in qualsiasi categoria…..e siamo all’86esimo anno di vita…..quando incomincierete a darci il giusto anche a noi?….fi fermo se no divento volgare!!

  3. “Chiedo ai tifosi di starci vicini e di sostenerci come hanno sempre fatto” se ti hanno sempre sostenuto che lo chiedi a fa’? I Napoletani sono pazienti,buoni, generosi, altruisti, disposti al perdono, comprensivi, ma non fessi e se gli scassi le palle statte accorto sig. mazzarri!!!!

LASCIA UN COMMENTO