Mezzaroma (pres. Siena): “In semifinale il Napoli è l’avversario più difficile da incontrare”

0
21

"Siamo come Cenerentola alle porte del ballo"
"Il nostro obiettivo resta la salvezza, ma siamo arrivati ad un traguardo storico. Vogliamo la finale"

Il presidente del Siena, Massimo Mezzaroma, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli ha rilasciato alcune dichiarazioni: "Il Napoli è l'avversario più difficile da incontrare in semifinale, rispetto a Juve e Milan. Per loro la Coppa Italia è un traguardo fondamentale, per noi è come un po' paragonare Cenerentola alle porte del ballo, vogliamo continuare a vivere questa favola sperando che la grande notte coincida con quella della finale di Roma. Per il Siena è un traguardo storico, ora che siamo arrivati vogliamo entrare nel palazzo per goderci un momento magico. Il nostro obiettivo resta sempre la salvezza, ma questo punto la voglia di dare il massimo ce l'abbiamo, di fronte ad un Napoli che sicuramente non sarà la stessa squadra che abbiamo affrontato in campionato.
Gli sceicchi in Italia? Ho una visione europeista del mondo, non sono chiuso a ciò che è nuovo o diverso, nella misura in cui chi entri abbia rispetto del calcio italiano, che è diventato un perno della nostra società. Benvenuti, quindi, i soggetti stranieri che portino pragmatismo e voglia di fare. Sono convinto che la contaminazione possa essere positiva.
Siena-Roma anticipata a domenica pomeriggio? Non l'abbiamo chiesto, valutiamo le condizioni climatiche giorno per giorno, bisogna tutelare giocatori e soprattutto tifosi.
Destro e gli altri giocatori in organico? Bisogna vedere quale sarà il mercato in cui ci muoveremo. Mattia è un giovane su cui abbiamo puntato, in rosa ci sono soprattutto italiani, è l'impronta che abbiamo dato già lo scorso anno con Conte in serie B. I ragazzi del nostro Paese maturano più tardi, rispetto ai sudamericani o agli slavi, mantenerli in una condizione ideale come Siena per la loro crescita fa bene a tutti loro, ma spesso andiamo a scontrarci con i procuratori, che hanno a cuore più l'aspetto economico che umano.
Conte è in grado di vincere lo scudetto? Battere la Juve è complicato, perchè devi bloccare le fonti di gioco della sua squadra. Fermi, ad esempio, Pirlo e sacrifichi una punta, che in zona gol potrebbe essere meno lucido, sulle fasce devi bloccare gli esterni e sei costretto a metterti più sulla difensiva. Diventa difficile battere la Juve e se Antonio riuscirà a portare a casa i tre punti ogni volta che la sua squadra scende in campo, visto che in attacco ha molte soluzioni, avrà allora molte chance di vincere lo scudetto.
Il nuovo ds? Si chiama Perinetti, ha fatto il giro D'Italia, ma ha anche un contratto fino al 2013. Pensiamo a salvare prima il Siena, poi a fine stagione ci confronteremo ed eventualmente ne parleremo".


Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Radio Kiss Kiss Napoli

LASCIA UN COMMENTO