Alberto Cerruti (giorn.): “Il Napoli può vincere la coppa Italia”

3
51

Prima firma, editorialista e maggiore esponente della “Gazzetta dello Sport”, Albero Cerruti ha concesso un’intervista in esclusiva a NapoliSoccer. Nell’intervista, che potete leggere qui di seguito, il noto giornalista ha analizzato il momento difficile del Napoli e la situazione difficile in cui versano gli stadi italiani. Di seguito l’intervista.

A inizio campionato si aspettava di vedere un Napoli così in difficoltà?
“A inizio stagione ero pienamente convinto che il Napoli potesse lottare con il Milan per la vittoria dello scudetto. L’anno scorso il Napoli aveva fatto un campionato da sogno poi, avendo fatto in estate anche un buon mercato, la ritenevo l’unica squadra in grado di tenere testa al Milan. Così non è stato, perciò la ritengo la più grande delusione di questo campionato. La società ha fatto un grave errore di strategia dato che ha sbagliato a puntare tutto sulla Champions, tralasciando così il campionato.Quest’anno il Napoli doveva cercare di ripetere o tentare di migliorare l’ottimo risultato della stagione scorsa, invece rischia seriamente di non rientrare in Champions nella prossima stagione”.
 
Il Napoli è in crisi?
“Crisi no ma delusione si! Non vincere per cinque partite consecutive in campionato non è un ruolino da grande squadra, tutt’altro. Nonostante manchino i risultati, Mazzarri è un ottimo allenatore e credo che non rischi il posto, né ora né a fine campionato, poiché vorrebbe dire ricominciare tutto da capo con un altro al suo posto e questo potrebbe essere un altro errore. Ieri ho sentito alcune voci su un ritorno di Lippi, ma personalmente non credo più di tanto in questa ipotesi dal momento che lui ha sempre detto di voler allenare una Nazionale”.
 
Un Napoli bello in coppa, ma brutto in campionato, come mai?
“Sono stato tra i fortunati che ha visto dal vivo il debutto in Champions del Napoli nella partita di Manchester contro il City: Quella gara ha illuso tutti poiché la società ha pensato di arrivare il più lontano possibile in questa competizione privilegiando la coppa a scapito del campionato”.
 
Domani inizia la due giorni di coppa Italia, che finale si aspetta di vedere?
“Secondo me la finale sarà Juventus–Napoli, gli azzurri hanno ottime possibilità di vincere la Coppa Italia, ma questo è solo il mio pronostico. Il Napoli non deve assolutamente sottovalutare il Siena, i toscani hanno già pareggiato con il Napoli e domenica sono usciti con un ottimo pareggio dallo Juventus Stadium. Sarebbe un grave errore pensare che già si sia giunti in finale. Spero che le televisioni accettino l’appello del Siena di giocare alle 18, giocare con questo freddo non aiuta nessuno né giocatori né tantomeno i tifosi”.
 
Al rinvio di Napoli tutti parlarono di un San Paolo fermo agli anni 90, questo maltempo ci ha fatto capire che il San Paolo non è l’unico stadio arretrato d’Italia.
“Tutti gli stadi italiani sono vecchi, anche San Siro è uno stadio vecchio. Molti dei nostri stadi sono fermi a Italia '90, non sono mai stati ammodernati, come ad esempio quello di Cagliari, che ormai è in condizioni pessime, così come quello di Bari, forse l’unico a salvarsi è quello di Genova il "Marassi". Quello degli stadi è un problema che riguarda tutti gli impianti eretti per i mondali e mai più toccati, se tutte le società investissero i soldi in nuovi impianti, oppure raggiungessero accordi con i Comuni allora anche in Italia avremmo degli stadi veri. Le società devono finire di girare i proventi televisivi ai calciatori ed ai loro procuratori, sarebbe opportuno invece investire seriamente nella costruzione o nella ricostruzione degli impianti sportivi”.
 
Capano Vincenzo- Redazione NapoliSoccer.NET

3 Commenti

  1. Basta chiacchiere!!!.. E’ ora di tornare a vincere a cominciare dalla fondamentale partita a Siena valida per accedere alla finale.. E’ ora di tornare a giocare da Napoli, quella squadra che in due anni ha incantato l’Italia intera.. Non possiamo essere la squadra brutta di quest’ultimo mese, senza nerbo, senza determinazione, senza voglia e fame di vincere.. Voglio vedere il Mazzarri dei vecchi tempi, che si toglie la giacca e resta in camicia anche col freddo polare, voglio vedere il Pocho che fa le sue serpentine (e non continui sempre a ridere ad ogni occasione mancata), voglio vedere una difesa attenta e lucida, voglio vedere Maggio mangiarsi l’erba su quella fascia.. Dovete tirar fuori gli occhi della tigre e crederci fino in fondo alla vittoria, sia in coppa che in campionato!!!.. Avanti Napoli!!!

  2. lo stadio di napoli e’ fermo agli anni 60 non 90 ….i lavori fatti sono stati solo di facciata e la schifosa copertura’ servi’ ad arricchire l’allora presidente dell’unione industriale Giovanni Paliotto…uno schifo. L’anello superiore e’ inservibile e la pista di atletica in’utile.
    Per non parlare degli impianti.

  3. piccola poesia scaramntica per secciare il siena:
    c’era una volta un squadra in rivolta
    che per puro caso poteva arroccare una svolta
    con calaio’ baiano e compagni
    scesero in campo per farci dei danni.
    con queste due rime io mando la beffa
    ai nostri avversari compagni senesi.
    Con la partita di domani sera
    stelle e lozioni per perdere ancora
    e non superare il traguardo sperato
    che spetta soltanto al nostro casato.
    Mille malocchi, e cento secciate
    per calaio’ a mamm e o pat’!
    questa partita la vincon gli azzurri
    anche se in panca c’e’ il vecchio mazzarri.
    Un autogol, un rigore contro, e un rosso
    al siena lo auguro con senza rimorso.
    Senza timore paura o sconforto
    il passaggio del turno e`tutto nostro.
    Vai de laurentis bigon e lavezzi,
    che chist’ ro sien’ e facimm a piezz!
    questa poesia fara’ dei miracoli
    perche chi la scrive urlera solo e sempre
    FORZA NAPOLI
    istutillo tosatti

LASCIA UN COMMENTO