All’Olimpico Zarate sfida Lavezzi

0
37

Il prossimo avversario: la Lazio di Delio Rossi.

Per l’ottavo turno di campionato il Napoli dovrà vedersela contro la Lazio allenata da Delio Rossi. La partita vedrà contrapposte due delle formazioni più in forma di questo inizio di stagione e sarà un duro banco di prova per le ambizioni di entrambe le compagini.
Rispetto allo scorso campionato gli aquilotti biancocelesti stanno disputando un torneo di tutto rispetto riuscendo a ben amalgamare individualità di spessore con il bel gioco del collettivo, presentandosi – in questa stagione – come outsider pronta a prendere il posto in classifica di squadre, sulla carta, con ambizioni maggiori.
Il tecnico Rossi schiererà la sua squadra secondo il modulo tattico 4-3-2-1, ma dovrà sicuramente fare a meno dell’ottimo Rocchi (infortunatosi in allenamento) e probabilmente potrà contare al massimo su Pandev a mezzo servizio (alle prese con una contusione al collo del piede destro); altri assenti saranno Del Nero, Firmani, Rocchi, Matuzalem e Meghni.
In porta dovrebbe essere titolare l’argentino Carrizo (non proprio scevro da colpe nelle ultime partite) mentre in difesa i quattro titolari, secondo le indicazioni dei test settimanali, dovrebbero essere Lichtsteiner (giocatore svizzero che sta disputando un buon campionato) e Radu (quest’ultimo preferito a Kolarov per le sue propensioni più difensive) sulle corsie laterali con al centro Siviglia e Rozehnal (preferito a Cribari). I quattro del pacchetto arretrato, nelle intenzioni del tecnico, dovranno avere compiti prettamente difensivi per meglio contrastare eventuali azioni in velocità del Napoli.
Per il centrocampo, invece, non dovrebbero esserci particolari cambiamenti rispetto a coloro che normalmente vengono schierati titolari. Al centro l’argentino Ledesma (fulcro del gioco biancoceleste), come al solito, detterà i tempi della manovra e contribuirà alla fase di copertura, coadiuvato, sui due lati, da Brocchi (ex milanista, che garantisce continuità di rendimento e dinamismo) e da Dabo (esperto centrocampista, bravo nella fase di contenimento).
In attacco, vista la forzata assenza di Rocchi, dovrebbero essere schierati il cannoniere argentino Zarate (vera scoperta della stagione) che ha guadagnato la fiducia dell’ambiente a suon di gol, con Pandev (leggermente acciaccato ma tenuto in grande considerazione dal suo allenatore) ed il napoletano Foggia (peperino tutto dribbling che non riesce a dare continuità al suo rendimento) a giostrare sulle zone laterali dell’attacco per poi puntare al centro in velocità.
Ad analizzae la formazione laziale, appare indubbio che il reparto di maggiore pericolosità, visto il materiale umano a disposizione, è l’attacco. Questo reparto può contare sulle giocate di tre calciatori bravi tecnicamente, veloci e fantasiosi. Sia Zarate che Pandev, poi, hanno già dimostrato di avere un buon rapporto con il gol ed il loro modo di interpretare il ruolo non consente ai difensori avversari di trovare punti di riferimento.
Di contro, il reparto che più sembra soffrire la mancanza di un giocatore di peso è quello difensivo. Il tecnico, infatti, in difesa non ha ancora trovato la quadratura del cerchio e la partita contro il Napoli sicuramente dovrà essere affrontata con molta attenzione, vista la pericolosità e la velocità delle punte azzurre. Proprio per questo motivo Delio Rossi è stato indotto a puntare su una linea difensiva più agile, viste anche le defaillance della gara contro il Bologna, optando per una maggiore copertura sulle corsie laterali.
All’Olimpico, quindi, le due formazioni si affronteranno in un confronto alla pari, dove ogni errore potrebbe influire negativamente sull’economia della partita e del risultato finale. La Lazio, dopo un promettente avvio, nelle ultime due giornate di campionato appare leggermente in calo, se non di rendimento di certo di risultati, e cercherà in ogni modo di guadagnare altri preziosi punti, cercando di riconfermarsi bestia nera del Napoli, visti i precedenti dello scorso campionato. Il Napoli, al contrario, appare lanciato ed in ottima forma, con Lavezzi in gran spolvero assieme a tutta la squadra, ampiamente galvanizzata dall’ultima importante e convincente vittoria contro la Juventus. Gara aperta ad ogni risultato, con i tifosi napoletani e laziali in fermento in attesa del fischio di inizio.

Gianni Doriano – Redazione Napolisoccer.NET



Condividi
Articolo precedenteDaniele Mannini oggi festeggia i 25 anni
Prossimo articoloRossi: “Lazio-Napoli, sfida di alta classifica”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO