Il Napoli come Penelope nel calciomercato, ai tifosi l’odissea in campionato?

6
80

bigon_penelopeGiocatori comprati e ceduti nel breve volgere di una stagione. Il Napoli in progress rallentato da questi errori e quest'anno le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.
 

Oramai è un dato di fatto statisticamente accertato: il Napoli spende tanto e male dimostrando di avere poche ma confuse idee quando si tratta di calciomercato. E, ad aggravare il tutto, una linea non proprio univoca tra la conduzione tecnica e quella decisionale.
Questo è quello che emerge analizzando le ultime quattro finestre di calciomercato concomitanti alla gestione Bigon. Ma anche tornando indietro nel tempo – alla gestione Marino – le cose non cambiano, anche se all'ex direttore azzurro vanno riconosciuti i meriti di aver acquistato gran parte (credo 9/11) dei giocatori che oggi creano l'ossatura della formazione partenopea.
Al contrario, l'operato del direttore Bigon è da considerare ampiamente deficitario. La maggior parte – a voler essere buoni – dei suoi acquisti sono stati bocciati con precisione svizzera da Mazzarri che in pratica si trova costretto a giocare sempre con gli stessi uomini perchè i ricambi non si dimostrano all'altezza. Ed ecco che gli acquisti diventano subito cessioni come nel caso di Sosa, Yebda, Ruiz, Cribari e Dumitru acquistati e ceduti nel giro di una stagione e Mascara che è durato qualche mese in più. Ancor peggio quest'anno dove Santana è durato solo pochi mesi e stessa sorte sarebbe dovuta toccare a Donadel, Fideleff e Chavez, che in lista di partenza sono rimasti al Napoli perchè senza estimatori (il primo) e non cedibili per questioni di regolamento (gli altri due). A questi si aggiunga Lucarelli ormai al margine della squadra dopo aver saltato l'intera scorsa stagione per infortunio.
A fare due conti, gli unici acquisti di Bigon che hanno piantato radici nel Napoli sono stati Cavani e (forse) Inler tenuto conto che Dossena era un nome in lista Napoli già prima dell'arrivo del buon Riccardino.
Non per essere i soliti pessimisti ma le cose non sembrano girare per il verso giusto anche riflettendo su alcune dichiarazioni di Mazzarri che confidò alla stampa che i nomi da lui segnalati oltre ad Inler erano quelli di Vidal e di Vucinic e che per gran parte del mercato estivo si parlò di Criscito e Bocchetti. Aggiungiamoci pure la battuta del toscano su Vargas quando si seppe del suo acquisto ed il dado è tratto!
A questo punto sarebbe opportuno capire di chi sono le colpe e del perchè il Napoli agisce come una novella Penelepe, facendo e disfacendo nel breve volgere di un campionato (ad essere buoni). La sensazione è che non ci sia coesione tra chi gestisce i giocatori e chi li compra, il tutto a discapito di quella famosa crescita di cui tutti in società parlano. Napoli in progress? Non sembra, di chi le colpe?
Sarebbe bello avere un chiarimento dalla società piuttosto che le isteriche prese di posizione dei giorni scorsi.
 
Giovanni D'Oriano – Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteLa bastonata di Alberto Cuomo “…basta, ora viene il difficile … Vero Presidentissimo?”
Prossimo articoloRinviate per neve Siena-Catania e Bologna-Fiorentina
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


6 Commenti

  1. Abbiamo tirato i remi in barca…ci siamo arresi. Tra un mese saremo fuori da tutte le competizioni e ci gratteremo la panza questo e il prossimo anno senza coppe.
    Cmq il mercato del Napoli non lo capisce veramente nessuno. Forse neanche chi lo fa…? Mah ! Peccato aver buttato via anche le situazioni positive create l’anno scorso.

  2. Ragazzi…è vero che non siamo proprio esistiti in questo mercato,ma non abbiamo una rosa molto scadente…casomai sarà arrivata l’ora di cambiare modulo,visto che tutti hanno capito che giocando con il 3-5-2 contro di noi fannmo sicuramente risultato…il problema sono le idee del nostro mister strapagato che non ci sono più…mister ti dò io un nuovo modulo…ditemi che ne pesate…
    De Santis

    Maggio Cannavaro Britos Dossena

    Inler Gargano

    Lavezzi Hamsik Pandev (Vargas)

    Cavani

    Non credo ci voglia un FENOMENO per mettere in campo questa formazione….

  3. Ma è possibile che la società compri i giocatori senza sentire l’allenatore? Io non ci posso credere e se è vero sarebbe gravissimo. Penso invece che le responsabilità della campagna acquisti siano proprio di Mazzarri. E per quanto riguarda il modulo sono d’accordo con “dume15” il 3-5-2 serve solo aprendere una caterba di goal e in Italia hanno capito tutti come neutralizzarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here