Mazzarri: “Sono fiducioso e credo nei nostri mezzi. Chiedo ai tifosi di sostenerci sempre durante la partita”

3
18

mazzarri1-EL--16-02-11

Il tecnico azzurro Walter Mazzarri è intervenuto in conferenza stampa a Castel Volturno rilasciando le seguenti dichiarazioni sintetizzate da Napolisoccer.NET: "Con il Genoa ci è andata male, ho analizzato la gara con i ragazzi e ho espresso le mie deduzioni. Purtroppo sembra che io voglia trovare scuse ma la realtà è che siamo una squadra giovane e non abituata a giocare a certi ritmi. Praticamente non abbiamo il tempo materiale per riposare, non io sia chiaro che non gioco, ma i ragazzi che avrebbero bisogno di maggior tempo per recuperare sia dalle fatiche fisiche che da quelle mentali. L'ho sempre detto, non siamo abituati a giocare tante gare in poco tempo e, ad esempio, secondo me a Genoa abbiamo pagato lo sforzo fatto contro l'Inter dove i ragazzi hanno dato fondo a tutte le loro forze per superare i nerazzurri. Non lo dico solo io ma anche giocatori abituati a giocare a grandi livelli come Pirlo e Buffon. Noi non siamo ancora abituati a giocare a certi ritmi ed io ho detto ai ragazzi che se vogliamo crescere dobbiamo capire anche questo. Le grandi squadre sanno dosare le forze. Ad esempio non prendono due gol in poco tempo come con il Genoa, ma al massimo uno. Le grandi squadre sono brave a far sfogare gli avversari nella prima parte della gara limitando al minimo i danni. Noi non ci riusciamo e proprio a Genova è capitato questo. Poi è normale che se riesci a non prendere tanti gol che ti compromettono la partita prima o poi, quando gli avversari fisiologicamente calano, hai la possibilità di segnare facendo valere la maggiore tecnica. Con il Genoa ci è andata male perchè non siamo riusciti a recuperare ma se il tiro di Dzemaili entrava ora si parlerebbe di altro. Che dire, una stagione è fatta anche di episodi e di fortuna, l'anno scorso con la Sampdoria ribaltammo il risultato con meno occasioni mentre quest'anno ci va male. Di certo i ragazzi in campo mettono tutto e io sono garante di questo. Se mi accorgessi che qualcuno si impegna più in una competizione che in un'altra state sicuri che non farebbe parte di questo gruppo. Ora abbiamo la gara con il Cesena che non sarà semplice, è una squadra ben organizzata come abbiamo già avuto modo di vedere in coppa. Domani spero di vedere sugli spalti un pubblico che ci appoggia indipendentemente dall'esito della partita. I nostri tifosi sono splendidi ma dico che i giocatori devono essere sempre incitati anche quando sbagliano. Se vengono incitati quando sbagliano riescono a riprendersi ma se arrivano i mugugni o le critiche diventa tutto più difficile. Noi facciamo il massimo e non smetterò mai di dirlo a tutti. Il campionato italiano è complicato ed anche i giocatori migliori, se non sono in forma, vanno in difficoltà anche contro le squadre di seconda fascia. Ero cosciente che tutti questi impegni potevano farci perdere punti in campionato, era normale che fosse così basta guardare cosa è accaduto in passato alle altre squadre, noi ci stiamo mantenendo ancora a buoni livelli. Quest'anno doveva essere un campionato di consolidamento e credo che ci stiamo riuscendo. Sicuramente le energie nervose aiutano più in competizioni dove si gioca una partita dentro/fuori che in campionato dove sai di avere 38 gare da giocare. Sono fiducioso e credo nei nostri mezzi. Turn over? Sento parlare tanto in giro di questo argomento. Voglio che sia chiaro per tutti un concetto: il turnover è necessario. Abbiamo tante di quelle partita tra coppe e campionato nei prossimi due mesi che manco me le ricordo. I calciatori non sono macchine ed anche chi sta in forma rischia di infortunarsi. Per questo dovrò fare valutazioni oculate di volta in volta. Noi abbiamo una rosa che è ampia ed abbiamo anche giovani che vanno integrati e fatti ambientare adeguatamente. Questa è la filosofia del Club, crescere e formare l'esperienza giusta per la rosa in futuro. E' un progetto al quale stiamo lavorando da anni e al quale devono essere partecipi tutte le componenti dell'ambiente. Questo gruppo ha fame ed ha voglia di conquistare qualcosa di importante nel tempo".

 
A. Devivo – Napolisoccer.NET

3 Commenti

  1. dò ragione a Mazzarri, che pensavamo all’inizio stagione di vincere campionato, champion e coppa italia? ora il Napoli è in un momento di difficoltà ed è fin troppo facile criticare. Inler? ma bravi fischiatelo sicuramente la prossima partita farà meglio? Gargano? secondo i tifosi un giorno è un fuoriclasse e un altro è un bidone. per Hamsik la stessa cosa. che diamine! il Napoli si ama a prescindere, lo si ama in C, come in champions. Forza Napoli e i conti si faranno alla fine ad oggi danno ragione a mazzarri.

  2. Tutti amiamo il Napoli, io dai tempi di Vinicio, ma questo non vuol dire che non si possa criticare l’allenatore. Mazzarri ha sbagliato completamente le indicazioni fornite alla società per la campagna acquisti, facendo spendere tanti soldi per comprare giocatori poco utilizzati e di scarso valore (Santana, Donadel, Fideleff, Chavez) o buoni ma non abbastanza per garantire il salto di qualità promesso ai tifosi (Inler, Dzemaili, Britos). Gli unici validi, perché giovani e promettenti (Vargas e Fernandez) Mazzarri non ha il coraggio di valorizzarli e poi ho l’impressione che Vargas sia un pò boicottato dai compagni di squadra che lo trascurano e non gli passano la palla.

  3. ricordo a tutti che lo scorso anno mazzarri ci ha portato dopo quasi vent’anni in champion e che quest’anno è riuscito a far superare il turno nella stessa champion e siamo in semifinale ( con il siena) di coppa italia che non vinciamo da venti anni. guidolin non sembra che sia agli ottavi di finale di champion e tantomeno in semifinale di coppa italia. lo stesso spalletti con la grande roma di qualche anno fa non è andato oltre che alla vittoria della coppa italia. quindi finitela di prenderla con mazzarri perchè se i giocatori non sentendo la musichetta della champion non si impegnano e snobbano le cosiddette piccole. altro argomento poi ditemi a parte la roma con quale squadra detta grande il napoli ha perso? per me e solo una questione di stimoli che con le grandi c’è e con le piccole viene a mancare.prendetevela con i calciatori……….

LASCIA UN COMMENTO