Tu vuò fa l’Americano? A.A.A. sceicco cercasi!

29
38

delaurentiis10-pensieroso

Indigeste, fuori luogo, irresponsabili, irrispettose e chi più ne ha più ne metta. Sbagliate nella forma, inaccettabili nella sostanza. Le parole di De Laurentiis vomitate ieri in conferenza stampa fanno il giro del web e sorvolano i confini del mondo azzurro fino a prestare il fianco alla già precaria modalità di comunicazione tra società e mass-media. Parole che pesano come un macigno nella pancia dei tifosi azzurri, che mal digeriscono un attacco tanto gratuito quanto ingiustificato ad un popolo che fin ora si è sempre saputo stringere attorno alla sua figura di presidente illuminato, sposandone i progetti e versando nelle casse societarie fior di milioni, oltre che affetto e calore in ogni stadio ed in ogni competizione. 
Ma la comunicazione è il bug più grosso della sua gestione, sia per le sue stesse intemperanze verbali sia per la qualità scadente della governance degli uffici di comunicazione e stampa della società che sanno far valere la propria professionalità solo quando c’è da rifiutare gli accrediti a professionisti in regola con tutte le formalità necessarie, impedendo loro di svolgere onestamente il proprio lavoro.
Nemo profeta in patria! Se così la società tratta i napoletani cosa può aspettarsi De Laurentiis da Napoli? Che le cose funzionino? In Italia sotto questo punto di vista il suo Napoli non è neanche da settimo posto, ma da retrocessione.
Non si mettono, qui, in discussione le brillanti idee imprenditoriali ed i risultati fin qui conseguiti da "don Aurelio", ma i modi “cafoni” che ogni tanto fanno capolino uscendo improvvisamente da quel vestito di aplomb quasi britannico ed autoreferenziale che sovente ama indossare. Da gagà caprese, ruolo nel quale ama avvolgersi e gigioneggiarsi, a distaccato ed obiettivo manager calcistico, il passo è piccolo e continuo. Fin qui legittimo. Con quelle parole, però, il numero uno del club partenopeo non è più garante del club, si è messo in fuori gioco, perché ha “svenduto” la storia del club azzurro con toni offensivi e mistificatori. Prima di lui il Napoli in pratica non è mai esistito. Ma ve lo immaginate se le stesse parole le avesse pronunciate Massimo Moratti? Già, non è possibile vero? Eh si, la città di Pulcinella è questa e non Milano! Pagliacciata o carnevalata? E né può starci più bene la cambiale senza scadenza relativa alla storia del fallimento del 2004. 
Parole minacciose. In pochi giorni è la seconda volta che minaccia di andarsene in America. “Un americano a Napoli” sarebbe il titolo perfetto come remake del film di Albertone, ma gli americani che sono arrivati a Roma rilevando i Sensi mostrano uno stile diverso che si può racchiudere in un solo vocabolo: sobrietà. Magari il finale di questo film potrebbe prevedere l’arrivo a Napoli di qualche sceicco che rileva la società. Gli arabi, tra l’altro, sono manager che hanno studiato economia nella city londinese ed ora sbarcati in Spagna, in Inghilterra ed in Francia, grazie anche alle loro interminabili disponibilità finanziarie, stanno dimostrando nel mondo del calcio credibilità ed affidabilità di progettazione. Essendo Napoli anche un po’ araba, come insegnava proprio al cinema un grande napoletano come Totò, qualche chance di appetibilità potrebbe averla.
Presidente, continua pure a battere su questo tasto che le sirene allungheranno l’eco fino a chi di dovere. Magari a Dubai, chissà, dove Cannavaro e Maradona non avrebbero difficoltà a convincere gli sceicchi a trasferirsi a Napoli per una meravigliosa avventura. 
Cà nisciun è fesso” è patrimonio mondiale della napoletanità ed a Napoli lo diciamo da sempre per far valere le ragioni del rispetto nei nostri riguardi!

Antonello Greco – Redazione NapoliSoccer.Net

SHARE
Previous articleMazzoni (proc.): “Lavezzi pensa soltanto a giocare col Napoli”
Next articleUn magiaro per il Napoli: Soma Novothny
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

29 COMMENTS

  1. finiamola con queste storielle, io da tifoso napoletano non mi sento affatto offeso dalle dichiarazioni rilasciate de DE LAURENTIIS, in fondo è un dato di fatto che da quando non vi erano più MARADONA e FERLAINO il NAPOLI CALCIO è decaduto, abbiamo avuto solo presidenti che passo dopo passo ci hanno portato al fallimento totale.
    è poi arrivato DE LAURENTIIS che ha preso una società dalla serie C e l’ha riportata nel calcio che conta, oggi siamo in CHAMPIONS , abbiamo una società seria sana e forte, una squadra forte, i grandi club europei ci temono e chiedono nostri campioni, NAPOLI deve essere l’orgoglio per noi tifosi, e se il presidente ha utilizzato questi toni avrà avuto i suoi buoni motivi, ripeto chi ama il NAPOLI calcio , deve sapere che in fondo il presidente ha solo detto una sacrosanta verità, magari con toni un pò alticci , ma pur sempre la verità, teniamoci stretto questo presidente che fino adesso ci ha solo portato una grande squadra….scusate se è poco…..altrimenti ritorna CORBELLI……..
    FORZA NAPOLI……

  2. “De Laurentiis”, un nome letto una vola all’anno nei titoli iniziali e/o di coda di quei dementi film natalizi che produci, ma chi ti ha chiamato? Sei stato bravo a fare fortuna sulle disgrazie di quel Napoli che ha vinto solo due scudetti e una coppa uefa, ma tu sino ad oggi cosa hai vinto? Se oggi sei conosciuto fuori dalle salette cinematografiche è grazie al napoli e ai suoi tifosi. Quando hai acquistato quel pezzo di carta, come tu lo hai sempre chiamato, non sapevi nemmeno se il pallone era quadrato o rotondo. ma non è che sei tifoso della lazio? Non mi meraviglierei affatto, visto che c’è già un laziale nella ssc napoli…….ricordati per noi tifosi, quelli che erano allo stadio quando il napoli ha vinto i due scudetti e la coppa uefa esiste solo la maglia……e come ha detto Bluemastiffs morto un papa se ne fa un altro… se vai via tu sai quanti ne arrivano

  3. Senz’offesa, ma secondo me hai scritto un editoriale dettato più dalla pancia che dalla testa.
    Gli sceicchi in Italia, tanto meno che a Napoli, non vengono,
    od almeno non sono in possesso d’informazione in tal senso.

    Inoltre, chi ti dice che abbia alzato i toni solo per attirare le attenzioni unicamente su di se ed evitarle dall’allenatore e la squadra?

  4. @antonello greco.
    ma davvero tu preferiresti uno sceicco a delaurentiis?
    credi davvero che uno sceicco metterebbe + passione e attaccamento del nostro presidente?
    ma fammi il favore, forse delaurentiis sbaglierà i modi di esprimere le sue idee ma troppo spesso ci azzecca talmente tanto che in troppi si indignano e gridano allo scandalo dandogli del bifolco quando in realtà si tratta solo di un uomo di business che ci vede molto molto lungo.
    In un calcio che va a rotoli dietro procuratori terroristi, presidenti falsi come un negozio di cinesi, calciatori venduti e giornalisti che sono pronti a buttare fango sulla squadra che dicono di tifare pur di scrivere un articoletto…
    io salvo il nostro presidente che prosegue a testa alta senza esser servo di chi ha rovinato e continua a rovinare questo sport.

  5. Presidente, in questi ultimi anni ci ha abituati ad uscite a dir poco imbarazzanti, ma questa le batte tutte!!!
    Lei e’ l’ingratitudine fatta persona!!
    Parla come un’invasato che farnetica cose senza senso… mi ha profondamente deluso e deliberatamente offeso come tifoso e come NAPOLETANO!!!
    Credo sia arrivato il momento per lei di abbandonare la nave come Schettino, solo che stavolta, siamo noi ad invitarla a scendere.. e ben vengano gli sceicchi!
    Lei e’ obsoleto ormai.. ha fatto il suo tempo..
    …e della citta’ di NAPOLI non ci ha capito niente.. ma niente!!!

  6. Sono con il presidente! motivi???
    1) i giornalisti sono delle iene e cercano sempre di guardare il bicchiere mezzo vuoto. FINITELA !!!
    2) Ha ragione a dire che il Napoli senza di lui era morto e lui l’ha risorto! Tutti zitti, quindi!
    3) Il popolo napoletano non ha niente, ha solo il calcio ed è anche in grado di deturparlo. VERGOGNA!!!

    FORZA NAPOLI SEMPRE ED OVUNQUE

  7. D’accordo al100x100 con tutti meno che Desenzanoazzurro! bravi ragazzi voi si che avete capito tutto e i toni del presidente! D’altronde sono poche centinaia di tifosi che la pensano diversamente da tutti i veri tifosi, e sono proprio loro che alzano la voce senza capire o rendersi conto che via De Laurentis, il Napoli non so che futuro avra’ tutti vogliono tutti i giocatori del Napoli e la societa’, ma al portafoglio non mette mai mani nessuno! quando si tratta di fare i fatti, stanno tutti lontano e aggiungo meno male….del resto non lo hanno fatto quando eravamo in c che con pochi soldi, rilevavano una societa’ fallita, figuriamoci ora che vale un patrimonio! continua cosi’ Presidente e sempre forza Napoli.

  8. Avra’ pur detto delle verita’ ma da cafone e senza un briciolo di rispetto nei confronti di noi tifosi del Napoli e se posso gli consiglio di sciacquarsi la dentiera col colluttorio prima di apostrofare i Napoletani come dei perdenti e per questo dico che la sua boria romanesca mi ha veramente rotto i coglioni…..e senza matafore !!!!!

  9. Abbiamo una società modello, con i conti a posto, una squadra ancora in lizza in tutte le competizioni, siamo invidiati in Italia, tanto che cominciano ad insinuare che gli arbitri favoriscono noi rispetto alle milanesi (sic), ma dobbiamo sempre e comunque criticare “a schiovere”. Ma la vogliamo finire o no? Dobbiamo applaudire la squadra, l’allenatore, il presidente.
    Non capisco com’è che allo stadio il pubblico è il 12° e poi bisogna leggere tutto questo letame buttato addosso a De Laurentis o Mazzarri, senza un minimo di logica e di fondamento nella realtà. E’ veramente uno spettacolo penoso. E’ normale che in un ambiente del genere la società in passato è fallita, e da più di 20 anni non vince niente. Il pubblico deve maturare, imparare a ragionare, a sostenere la squadra ed anche a contestarla, ma a ragion veduta, quando lo merita. Basta con l’ignoranza sbandierata come un vanto! Siete uguali a Bossi ed agli altri ignorantoni che lo sostengono nel nord.

  10. @Kelsiko
    Lo sceicco ovviamente è solo una provocazione, De Laurentiis lo ammiro personalmente sotto il punto di vista imprenditoriale e lo ringrazio per l’impegno profuso per il nostro amato Napoli.
    Ovviamente ciò che mi lascia perplesso è lo scostamento tra l’illuminato imprenditore di cinema e di calcio ed quel “cafone” che ogni tanto si palesa in pubblico e sparla senza rispetto altrui come se fosse unto dal signore (n’altro?).
    Stavolta ne fanno le spese tutti quei tifosi napoletani (e sono tantissimi) risentiti per quelle parole ingenerose verso la storia di un club che invece dovrebbe difendere e rappresentare degnamente.
    Il tuo discorso su quei figuri che popolano il mondo del calcio (procuratori, etc etc) lo condivido al 100%, ma in questo caso, poco c’entra.
    Rino Cesarano, alla cui domanda poi è sbottato De Laurentiis, è una autorevole penna del Corriere dello Sport che personalmente conosco e stimo. E’ la stessa persona a cui De Laurentiis sovente telefona per avere consigli e di questo ne sono stato più volte testimone personalmente.
    Ti ringrazio per l’occasione che mi hai dato per chiarire meglio il mio pensiero.

  11. Quando si parla di una societa’ non si puo’ restringere la sua storia ad un lasso di tempo. Noi siamo una grande perche’ c’e’ la passione di milioni di napoletani che pagano per vedere la loro squadra. Era grande il Napoli di Vinicio, era ottimo quello con Krol, e quello di Diego il massimo. Ma noi con il nostro bacino d’udienza possiamo permetterci questo ed altro, se Aurelio ha fatto l’affare tanto di cappello ma che non ci venga a fare la morale.. Noi non dobbiamo niente a nessuno, paghiamo per avere dei risultati. Peggio ancora Mazzarri, sempre polemiche prima e dopo le partite, mai un’analisi obbiettiva. Anche a lui non dobbiamo niente, e’ a Napoli perche’ lo paghiamo piu’ di qualsiasi altro allenatore in Italia. Dopo Milan, Juve ed Inter ci siamo noi come introiti, quindi vogliamo una squadra che sia ogni anno a competere con le grandi a prescindere dai protagonisti. Quello che e’ stato non ci interessa, noi guardiamo al futuro e vogliamo vincere perche’ ci spetta di diritto!! Forza Napoli

  12. Con quest’articolo di sei dato la zappa sui piedi da solo.
    Ma chi sei tu per ergerti a paladino della napoletanità?
    Uno ( e non è uno a caso ma il Presidente della società Calcio Napoli) che dice le cose chiare, come stanno “chiatte chiatte” e tu fai l’offeso?
    Magari hai anche scritto da qualche parte che Napoli non è mai stata piena di munnezza, vero?
    Napoli è meravigliosa come lo sono i suoi abitanti, ma non puoi mettere l’orgoglio davanti alla mera realtà!
    Ha ragione, ci ha raccolto col cucchiaino tanto eravamo messi male tra debiti e camorristi e ci ha portato dove siamo… In europa ed in serie A.
    Porta rispetto almeno per la persona che è, sarà schietto e questo o lo si apprezza o può dar fastidio ma di sicuro non merita di essere maltrattato in modo così subdolo.
    solo che fare il gay con il deretano altrui ti viene più facile, no?

  13. Il Napoli non ha vinto un cazzo in 80 e rotti anni di storia. De Laurentiis questo può dirlo anche adesso e lo dico anch’io. Il resto è mestruo, siamo un popolo paleolitico.

  14. L’Inter ha vinto 17 scudetti 3 Champions 3 Coppe Intercontinentali e molto altro.

    A Milano oltre al calcio funzionano anche altre cose, a Napoli no. Napoli è oggi una città di serie C con una squadra di calcio agli ottavi di Champions.

    Napoli è certamente la capitale storica del bacino del mediterraneo ma non è araba per niente ti invito a rivedere i libri di storia…

    Parli di cafoni e poi chiami lo sceicco, mah!.
    Nel 2012 se dovessimo applicare la categoria cafone ad una figura sociale (premesso che è da idioti ma se proprio vuoi farlo lo facciamo) direi che gli sceicchi, tra cui Moratti, sono tra gli uomini più cafoni al mondo.
    Non capisco perché applichi il concetto di cafone ad una persona solo per essersi espressa con un linguaggio vernacolare o per dire cose che pizzicano il pancino…
    Lo sai cosa significa la parola “cafone”??

    Se questo articolo non è in malafede, non penso, mostra grandi limiti dell’autore, di natura psicologica (l’essere napoletano ti crea complessi di inferiorità? Ma basta!), o intellettuale (il Presidente difende giocatori e allenatore facendo il suo mestiere in modo molto efficace dal punto di vista mediatico, perché tifosi e stampa abbaiano al presidente lasciando stare Mazzarri, Inler etc., lo capisci??), o culturale (per quanto detto sopra su cafoni, arabi e sceicchi) o una combinazione dei tre.

  15. se ognumo è libero di dire quello che vuole lo sono anch’io, lo è l’autore dell’articolo, lo sono tutti quelli che si sentono schifati da quanto hanno sentito uscire dalla bocca di colui che dovrebbe sentirsi parte del popolo azzurro. Il napoli non avrà vinto niente in 80 anni… beh… qualcosina l’ha vinta… fino ad ora ADL ha riempito la capa di chiacchiere e di progetti ma alla fine non ha vinto nulla…. bla… bla… bla… molto spesso condite da parolacce contro chi punta il dito e chiede conto! Il napoli è un bene comune, noi tifosi lo finanziamo ed è giusto che si chiedano lumi quando senti un allenatore che spara cavolate.
    Mi sono fatto un’idea e sono sicuro che è sbagliata, ma la voglio condividere. Le dichiarazioni di mazzarri, quelle sugli ingaggi, lo hanno infastidito… teneva già tutto dentro ma ha dovuto inghiottire il rospo… quando è arrivata la domanda che lo ha pungolato è sbottato ma contro la persona sbagliata…

  16. Ma siete tutt quant na massa ‘e piecurun!!! napoletani indegni venduti per un tozzo di pane!! Ma la dignità dove ce l’avete!! ‘O Napule ‘e a femmena mia, nisciun l’addà tuccà!!! De Laurè porta rispetto e pulizzate ‘a vocca!!! La storia siamo noi e si pure amma vinciuto solo la coppa italia con savoldi puort rispetto!!!
    Ma la rovina di napoli siete voi persone senza spina dorsale che gli date pure ragione a chillu burino romano!!!

    @penny
    sei una sacchetta xxxxxx, ma che ne sai di Ferlaino e di Maradona. Guarda che il culo ce lo stai mettendo tu con le tue parole …

    @VederciAzzurro
    Tu staje malato ‘e fantasia, ma quà storia… vir’ t a Totò ca te faje doje risate.
    la malafede non è l’articolo sei tu, Fai il filosofo e lo storico, leggi la storia del napoli e vedi se ha vinto più de laurentis lauro o ferlaino. Porti rispetto per napoli quel romanaccio.. Tu sei un xxxxxx dietro a de laurentis, sei sicuramente il classico tifoso con la coperta sulle gambe davanti alla tv vero? fai l’intellettuale vero? ti venderesti la mamma per i soldi e per le coppe e scudetti vero? Tu sei un altro che non c’era ai tempi di Diego vero? siete tifosilli ma ricordate che gli attributi non li porta babbo natale.

  17. GRANDE EDITORIALE purtroppo a napoli ci sono ancora tifosi,giornalisti e opinionisti che appena vedono il burino romano si calano le braghe e si mettono a 90°

  18. E’ ovvio che ognuno possa dire la propria in merito ad una questione. Però vorrei capire da quelli che criticano ADL, che cosa ci sia di non vero in quello che egli ha affermato. Si può magari non condividere il modo in cui si esprime, ma credo che il contenuto delle sue affermazioni nessuno lo possa negare. E quindi, perchè alcuni si arrabbiano tanto contro di lui? In cosa si sentono offesi o sminuiti? Sì, è vero, un minimo di storia (molto minimo rispetto alle grandi d’italia e d’europa) ce l’abbiamo pure noi, ma poi? Niente… il nulla più assoluto. Allora di cosa parliamo? La fede per la maglia è infinita, ok, ma rendiamoci conto della nostra dimensione nella storia. E poi non è scontato che al posto di ADL venga qualcun altro: dove stavano questi famosi sceicchi quando navigavamo nei bassifondi del calcio?

  19. Ma , che dire, mi sono sentito un po` giu anche io dalle parole del presidente.

    la cosa che mi ha fatto arrabbiare piu` di tutto e` statto il fatto che durante lo sfogo abbia parlato in seconda persona plurale e che non sapeva neanche quali di quei ” pochi trofei” che abbiamo vinto nella nostra storia.

    mi ha fatto capire che lui non e` un tifoso del Napoli , ma solo un imprenditore (si noti che il mio inconscio lo sapeva, ma il cuore romanticone crede sempre nel condottiero azzurro, ahime` sopraffando la ragione molte volte)

    comunque a me non va di essere deriso da tifosi di altre squadre perche` il nostro presidente getta merda sulla nostra squadra!

    in tempi sospetti ho sempre detto ai signori che inneggiano a Maradona e compani che…..

    ESISTE SOLO LA MAGLIA, SOLO LA MAGLIA!

    FORZA NAPOLI SEMPRE FINO ED OLTRE LA MORTE!

    ANDRO` NELLA BARA CON LA MAGLIA ADDOSSO, PERCHE` PER ME E` UN ONORE ESSERE UN TIFOSO DEL GRANDE NAPOLI!

    PRESIDENTE, NON RIUSCIRESTI MAI A CAPIRE LA PASSIONE PER I NOSTRI COLORI E NON SAI COSA TI PERDI , NEL BENE E NEL MALE!

    FORZA TIFOSI, TUTTI A PROTESTARE IN CURVA DOMENICA!

  20. Concordo in pieno con Bluemastiffs, e avevo gia’ espresso il mio parere a proposito. E se pure ci sbagliamo, sarebbe ora che la societa’ comunicasse in maniera diversa le varie situazioni che si vengono a creare. Se non ci sono intese di veduta da parte del tecnico e societa’ e’ bene che lo dicano chiaramente. Perche’ non e’ possibile sentire scuse cosi’ puerili ad ogni sconfitta. Siamo una grande squadra quando vinciamo con le grandi e siamo il posto che meritiamo per gli ingaggi quando perdiamo con il Parma? E’ no, non mi sta’ bene come spiegazione. Si offende la mia intelligenza. Poi mettici pure che dl ci manda affanc..o dopo aver sacrificato qualsiasi cosa al Napoli….e io mi incazzo. E se lui dice che sono un suo cliente perche’ mi offre uno spettacolo, allora vorra’ dire che dall’anno prossimo comprero’ solo le partite di cartello, cosi’ se lo spettacolo non me lo offre il Napoli ci pensera’ la squadra avversaria. E statene pur certi che cosi’ faro’

  21. mi sa tanto che non avete capito l’umore del presidente! lui come tutti noi vorrebbe stravincere tutto! pur tenendo fede e prestigio ai bilanci e al progressivo miglioramento della squadra. cosa gli si puo’ rimproverare di non essere nei primissimi posti in campionato? pur pianificando e consolidando i programmi prefissati,(anche se in parte,) siamo ancora in champions, siamo alle semifiali di coppa nazionale e il campionato ci offre ancora potenzialmente circa 60 punti… io sinceramente parlando non sarei cosi’ critico e disfattista come molti di voi! siamo passati dal dimenticatoio degli anni bui al circa 36 esimo posto nel giro di qualche anno in graduatoria europea, che non mi pare poco. in pochi anni siamo stati riconosciuti anche all’estero, cosa che ci mancava dai tempi storici di Maradona! Probabilmente la stragrande maggioranza dei trentenni di altre nazioni, manco sapeva dell’esistenza di un club chiamato Napoli!Ora addirittura lo teme grazie a De Laurentis,,, almeno questo glie lo dobbiamo! Sono d’accordo con la stragrande maggioranza che i Napoletani vogliono vincere ma nella vita bisogna pur sapersi accontentare e capire da cosa e da dove siamo venuti fuori e che comunque le nostre soddisfazioni anche se ancora piccole ce le stiamo togliendo.

  22. Basta con i soliti criticoni che non amano il Napoli

    DeLa siamo tutti con te. Ci stai facendo vivere emozioni rare e dimenticate. In lotta in campionato per l’Europa League, in lotta per la Coppa Italia mentre continua il magnifico sogno della Champions. Dopo Bayern, Manchester City ora avremo modo di confrontarci anche con il Chelsea. La squadra è piena di giovani talenti. Lavezzi è uno spettacolo, Cavani un’ira di Dio, Hamsik uno dei migliori centrocampisti europei, Pandev un fuoriclasse, De Santis una sicurezza, Gargano un tormento per gli avversari, Dossena instancabile spina nel fianco degli avversari, Inler ha bisogno di tempo ma è fuori discussione. Vargas lo vedremo presto giocare a grandi livelli. Certo dobbiamo migliorare in difesa, dobbiamo trovare il modo di sbancare anche le squadre che chiudendosi a riccio ci mettono in difficoltà, ma siamo fieri di questo Napoli. Grazie DeLa. NAPOLI TI AMO

  23. credo che un presidente di calcio prima di amare la squadra deve amare il pubblico che e quello che quando il napoli perde una partita escono dal campo col magone alla gola a volte pure in lacrime.quindi caro presidente noi vi ringraziamo per quello che avete fatto fino ad ora ma inparate a non rinfacciare sempre il vostro operato e pensate a fare il manager ma ad alti livelli pero e se non avete piu voglia di farlo e pensate solo a criticare il popolo di napoli che ama veramente i suoi gioielli allora andatevene in america e lasciateci a qualche sceicco arabo che di sicuro nel mondo del calcio sono molto piu avanti di lei comunque vada caro presidente siamo fieri di essere napoletani forza napoli ssssempre

  24. d’accordo con savoldi krol e maradona…senza ombra di dubbio!!!! gli alttri che la pensano diversamente sono dei leccak**o…vergognatevi conigli!!!

  25. zero dignità avete ..continuate a leccargli le kiappe a sto pap***e …offendere un’intero popolo con tutto ciò che ha dovuto subire e che subisce ancora…ma lui ke ne sa di napoli e della storia dei napoletani …come k***o si permette di offendendere in quel modo…provocazione o meno nn doveva proprio permettersi….nn mi ricordo un moratti un berlusconi un agnelli che abbia mai osato parlare in quel modo della propria gente …e molti di voi lo difendono pure…voi nn siete napoletani …siete solo conigli ..solo conigli…meglio la lega pro che stare in serie a sottomessi a sto *********** !!!

  26. CAVANI GOL hai ragione l’ho spiegato in più di una occasione ! , moratti agnelli berlusca sono tifosi della propria squadra che rappresentano , mi piacerebbe dire altrettanto di ESALTONIS.. ma non è cosi .

LEAVE A REPLY