Game Over – Iacobelli: “Sull’intervista di Mazzarri ci sarebbe da scrivere un romanzo”

8
41

gameover

Appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento e di analisi curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.
 
Lavezzi, Zuniga, Dzemaili, Rosati, Vargas, Fernandez, Britos. Non sono nomi sparsi di giocatori partenopei, ma la panchina napoletana di ieri. Sommati fanno 74 milioni di euro. Se questa squadra è da settimo posto, l'Udinese, che rispetto all'anno scorso è arrivata dietro al Napoli e si è indebolita, da che posizione è? La classifica dice che i friulani sono da terzo posto con 9 punti di vantaggio sulla squadra di Mazzarri.

L'allenatore partenopeo, a suo dire, è contento della prova contro il Siena e ha detto che questa è la posizione giusta della sua squadra guardando il tetto ingaggi. Ha aggiunto che la squadra ieri meritava di vincere e che, se gli azzurri sono in difficoltà, è perché la piazza ha dato troppe pressioni, creando troppe aspettative. Ci si potrebbe scrivere un romanzo su quest'intervista.

Innanzi tutto la partita di ieri ha visto due squadre giocarsela alla pari. Pegolo è risultato uno dei migliori in campo, ma bomber Calaiò, tentando di fare un gol da cineteca, ha centrato la traversa tutto solo davanti a De Sanctis. Fra l'altro, visto che al mister piace sempre lamentarsi degli errori arbitrali, anzi dei TORTI arbitrali ricevuti, il rigore fischiato in favore del Napoli non era sacrosanto come poteva sembrare. Dunque non si può parlare di Napoli che meritava di vincere.

Capitolo pressioni. Ma se a Napoli ci sono queste grandi pressioni, a Torino e Milano che devono dire? Luis Enrique a Roma è stato messo costantemente in discussione, ma non ha mai espresso disagi riguardanti la troppa pressione della piazza. Se un allenatore non vuole pressioni che vada ad allenare in piazze meno calde. E non dimentichiamo che Napoli può essere una piazza difficoltosa, ma sa mostrare amore e pazienza con chi mostra fedeltà ad un progetto. Progetto che a questo punto sembra discordare fra De Laurentiis e Mazzarri. Perché, se il presidente ha sempre detto che il Napoli avrebbe dovuto migliorarsi di anno in anno, e l'allenatore ipotizza un settimo posto giusto, qualcosa non quadra.
 
Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET

E intanto la sfida con l' Inter sembra sempre più decisiva. La Coppa Italia, un traguardo mai preso in considerazione ad inizio stagione, decisivo a metà anno. Forse i conti non tornano.

Condividi
Articolo precedenteDe Laurentiis: Ho fiducia in questo gruppo e nell’allenatore
Prossimo articoloIl Napoli verso il match di Coppa Italia con l’Inter
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


8 Commenti

  1. Mister, come vado dicendo da tempo la frattura tra società ed allenatore è profonda. La società vuole giovani di talento in prospettiva, l’allenatore campioni affermati. Mazzarri ha chiesto Vucinic, Criscito, Vidal ed Inler ma sappiamo chi ha avuto. L’ultimo episodio l’acquisto di Vargas.
    Ha voluto ricordare a tutti che DeLa quest’estate ha parlato di 5 – 8′ posto. Uscita infelice quella di Mazzarri ma, dal suo punto vista, corretta. Questa è la squadra che Bigon ha costruito!

  2. anche secondo me le parole del mister MAZZARRI mi sono sembrate fuori luogo e danno come un segno di resa in campionato .Mancano ancora tante partite.Cmq se il sig MAZZARRI non ha piu’ voglia di NAPOLI c e’ lo dica morto un papa se ne ‘ fa un altro

  3. visto quello che ha detto delaurentiis ieri, sono sempre + convinto che le dichiarazioni di mazzarri siano solo di facciata x tifosi e giornalisti.
    Mazzarri è 1 allenatore ambizioso quanto se non + di delaurentiis, e non credo proprio che lui sia convinto di quello che dice… sarà il primo ad ammettere a se stesso di aver bucato se non arriva almeno in europa league, ma quanto ambizioso è orgoglioso e davanti ai microfoni non lo dirà mai questo.
    inoltre non sono d’accordo sul fatto che la coppa italia sia un obiettivo di ripiego. è un trofeo, e il napoli è dal 90 che non ne alza uno… direi che potrebbe essere anche l’ora giusta per riprendere a farlo. se non arriviamo in champions niente drammi, juve e milan stanno facendo un campionatone come l’udinese, e l’inter una gran rimonta. ci può stare di restare fuori dal podio, l’unica cosa che voglio è però esser protagonisti. arrivare ai quarti di champions e vincere la coppa italia pareggerebbero anche un eventuale 6 posto in campionato! quindi va bene essere un pò delusi oggi, ma andiamoci piano con le critiche… ci sono ancora 5 mesi di gare davanti!

  4. Non son d’ accordo con Alfredo e Kelsico. De Canio non sarebbe un allenatore vincente. Io l’ anno scorso ho sempre detto che un ottimo allenatore per Napoli sarebbe stato Ranieri. Guardate un po’ quello che è riuscito a fare con Roma e Inter nelle ultime stagioni. Vorreste paragonare Mazzarri con Ranieri? Ammettere a se stessi è facile mio caro Kelsico, ma ammetterlo pubblicamente no. Troppo facile prendersela con l’ arbitro o con la sfortuna. La realtà è che Mazzarri si aspettava una stagione diversa. Ed è anche troppo facile prendersela con la Chempions League. L’ anno scorso il Napoli non giocava per caso in Europa League? Ha per caso perso punti? No il Napoli l’ anno scorso è arrivato terzo. Gli avversari, Juve e Lazio apparte, si sono indeboliti tutti, il Napoli ha speso e si è rinforzato. E non ditemi che Pandev ed Inler non sono dei giocatori degni del progetto perché sareste dei bugiardi. La verità è che da qualche parte si sta lavorando male. La verità è che il Napoli è prevedibile come squadra; gli avversari sanno prendere le contromisure. Mazzarri deve imparare a cambiare il suo modulo di gioco.

  5. credo che mazzarri dovrebbe ridimensionarsi perchè di allenatori bravi almeno quanto lui ce ne sono molti pronti a sostituirlo ………………..quest’anno ha a sua disposizione una rosa di qualita superiore e dovrebbe aspirare a qualcosa di più i tifosi napoletani lo meritano

  6. Io suggerirei Ballardini.
    Per quanto riguarda mazzarri, dico che avrebbe bisogno di un bagno di grossa umiltà: per lui è sempre colpa degli arbitri o dei giocatori, stranamente non sbaglia mai. Mai una volta che avesse ammesso di aver sbagliato modulo o approccio alla partita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here