Marino: “Abbiamo una squadra forte”

0
13

Il Direttore del Napoli Pierpaolo Marino è intervenuto in sala stampa nel dopo partita di Napoli-Juventus, ecco quanto raccolto dal nostro inviato: “Il Napoli ha messo in campo qualcosa in più, i colpi di due fuoriclasse quali Hamsik e Lavezzi, oltre al gioco del collettivo. La Juventus ha lottato per l’allenatore. Non ho mai pensato a un Ranieri, bravo ed esperto com’è, che si fa sfuggire lo spogliatoio di mano. Forse ha perso anche con una grande prestazione del Napoli. Stasera non hanno brillato solo Lavezzi ed Hamsik, ma anche Denis quando è entrato ha dato il "la" alla vittoria. Abbiamo veramente una squadra forte, lo dico senza presunzione. La squadra è giovane e, non mi stancherò mai di ricordarlo, tutto questo lo stiamo ottenendo a soli 2 anni e 4 mesi da Lanciano, in C1. Possiamo continuare a stupire perché la squadra ha competitività nei ruoli, un allenatore sereno nelle scelte visto che chi entra mette in discussione chi esce. Però non siamo abituati a stare a lungo a questi livelli. Procediamo con umiltà e, per almeno una notte, dopo anni di sofferenze i tifosi possono andare a dormire con la certezza che per una notte il Napoli è primo in A”. Sulle curve chiuse il Direttore ha detto: “Dedico tutte e tre le vittorie in casa ai tifosi delle curve. E’ stata un’ingiustizia ed i calciatori volevano dare a questi tifosi la soddisfazione di avere una squadra che sapesse reagire all’ingiustizia subita.” Passa poi alla recentissima scomparsa della sorella del Presidente: “Il Presidente seppe della malattia della sorella proprio in occasione di Juventus-Napoli del campionato di B, in primavera. Dedichiamo anche al Presidente le nostre vittorie. Ricordo i messaggi che Marina mandava anche a me quando il Napoli perdeva. Infondeva lei coraggio a noi. Ho il ricordo di una grande persona”. Sul capitolo contratto il Direttore aggiunge: “La mano col Presidente me l’ero già stretta da tempo. Per come mi tratta la gente ed il Presidente, che mi fa sentire un di famiglia, nonostante le sirene che c’erano intorno a me non ho mai pensato minimamente di lasciare Napoli ed il Napoli anche per poter rivivere serate come queste dopo gli anni della rifondazione”. Conclude parlando di Hamsik e della direzione arbitrale: “Hamsik è un giocatore fatto così, quando è in palla fa giocate come con il Milan dove fece tutto il campo prima di segnare. Se dici che in crisi ti smentisce a fine gara perché fa vincere le partite da solo. Il gol più problematico da fare è stato il suo perché hadato il via alla rimonta. Stasera Saccani, con la sua terna, è stato capace di non fare lamentare nesusno tra le due squadre ed i tifosi. Gli darei un voto altissimo. Abbiamo vinto senza polemiche è questo mi da ancora più soddisfazione”.

 

Dal nostro inviato in sala stampa Gennaro Gambardella – RedazioneNapoliSoccer.NET
 

LASCIA UN COMMENTO