Calcio, Brasile: Trema la panchina di Dunga

0
75

C’è un’altra squadra in crisi in Sud America. È il Brasile pentacampeon, fischiato dai tifosi a Rio de Janeiro dopo lo 0-0 con la Colombia. Il commissario tecnico Carlos Dunga, in carica dal 2006, ex centrocampista del Pisa di Anconetani e della Fiorentina di Pontello, è stato fortemente contestato. Non si è dimesso, al contrario del collega argentino Alfio Basile, ma questo non vuol dire che la sua posizione sia solida. Nonostante abbia vinto la Coppa America nel 2007 battendo l’Argentina, Dunga è stato pesantemente contestato da giornalisti e sostenitori nella scorsa estate quando è tornato dalle Olimpiadi sconfitto in semifinale dal Brasile. Il presidente della Federcalcio Ricardo Terra Texeira ha avviato contatti con l’ex ct Vanderlei Luxemburgo, che guida con successo il Palmeiras. «Vinco il quinto titolo e poi posso mettermi a vostra disposizione», la risposta. E allora è spuntata la candidatura di Renato Portaluppi, sì proprio l’ex attaccante che si rivelò clamoroso flop del mercato nella Roma alla fine degli anni ’80. Ha messo la testa a posto, non trascorre più serate nei night in compagnia di donne e superalcolici ed è diventato un ottimo allenatore: guida il Vasco da Gama. Dunga non ammette le sue colpe e fiuta aria di complotto: «Sapevo che al Maracanà sarei stato fischiato comunque fosse andata a finire».

 

Il Mattino



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here