Eurolega: Pari del posillipo con i russi

0
83

 
SINTEZ KAZAN – POSILLIPO 13-13  (3-3, 4-4, 4-3, 2-3)
SINTEZ KAZAN: Dudkin, Basik, Kathov, Latypov, Savic 4, Belofastov 1, Fatakhlyutdinov, Dokuchaev 1, Aksenov, Zakirov 3, Elizarov 4, Schertwitis, Kashkarov. Allenatore: Zakharov.
POSILLIPO: Negri, Janovic 3, Mattiello, Buonocore, Scotti Galletta 1, Vasaturo, Gambacorta, Gallo 4, Baraldi, Zlokovic 1, Saccoia 2, Varga 2, Antonino. Allenatore: Silipo.
ARBITRI: Kiszelly (Ungheria) – Koppler (Olanda).
NOTE: usciti per tre falli Scotti Galletta, Mattiello, Gallo, Basik, Kathov e Dokuchaev. Superiorità numeriche: Sintez 8/14, Posillipo 7/10.

Una partita che si poteva vincere e che alla fine si è rischiato di perdere. Tra i russi del Kazan e il Posillipo viene fuori un pareggio buono per muovere la classifica ma che rimanda il discorso qualificazione alle sfide di domani: contro i montenegrini del Budva, i rossoverdi devono solo vincere per tenere viva la speranza di accedere agli ottavi di finale dell’Eurolega.
Avvio sprint dei napoletani che si portano sul 2-0 e sembrano in grado di gestire il match. Il Kazan è squadra fisica e imposta la sfida proprio sul contatto: l’arbitraggio è sfavorevole al Posillipo quanto basta per riportare la gara sui binari dell’equilibrio. Gallo e Janovic sono in serata di grazia e spingono avanti i compagni nel punteggio: a metà partita perfetta parità sul 7-7.  Meglio il Kazan nel terzo e quarto parziale: i posillipini concedono troppo in difesa e subiscono il gioco ai due metri. Gallo si fa parare un rigore, sbaglia anche Savic che spedisce il penalty sulla traversa ma è il Kazan avanti 13-12 fino a un minuto dalla fine. Pareggio con Varga in superiorità (ottima la percentuale dei napoletani) e grande difesa nei trenta secondi finali, giocati dai russi con l’uomo in più senza però riuscire a concretizzare l’azione.   Vincono, negli altri incontri, lo Jug sul Budva e il Duisburg con il Nizza. La classifica: Jug 6, Kazan 4, Budva e Duisburg 3, Posillipo 1, Nizza 0.

C.N. Posillipo

Condividi
Articolo precedenteDe Laurentiis “blinda” Marino a vita
Prossimo articoloPalasport, scandalo infinito
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here