Napoli-Juve: Quanti VIP avanti alla TV

0
78

Chi da Washington, dove e’ impegnato per lavoro, chi da Roma, dove ormai risiede da anni, e chi da Brescia saranno in molti i tifosi vip che domani sera tiferanno Napoli nella sfida contro la Juventus. ”La prima volta che ho pianto – ha raccontato lo scrittore Luciano De Crescenzo – e’ stato per un Napoli-Juve, avevo dieci anni, ora ne ho 80. Ricordo che gli azzurri persero e che da allora inizio’ il mio odio verso i bianconeri ma poi, a ripensarci su, quando noi eravamo in B ho fatto il tifo, come seconda squadra, per la ‘Vecchia Signora’. Ma, tornato il Napoli in A, tutto e’ tornato al proprio posto”. Secondo lo scrittore un uomo puo’ cambiare donna, ideologia politica ma non squadra di calcio ”Chi segnera’? Lavezzi, mi ricorda Maradona e poi come si dice ‘Una finta di Maradona scioglie il sangue nelle vene’ – ha concluso De Crescenzo che ha ovviamente ha auspicato una vittoria degli uomini allenati da Edy Reja. Anche secondo Peppino Di Capri la gara di domani dira’ bene ai partenopei. Il celebre cantante, a Washington per motivi professionali, guardera’ la partita dalla sua camera di albergo. ”E come potrei mai perdermi Napoli-Juve? Nella mia vita ne ho viste tante di sfide tra azzurri e bianconeri ma quelle dei tempi di Maradona. Spero in una vittoria, anzi, ne sono certo. Questa e’ una buona squadra, che puo’ ambire ad un ottimo piazzamento. Complimenti al mio amico Aurelio De Laurentiis”. Dopo lo scrittore ed il cantante ad analizzare la gara di domani scende in campo l’ex tecnico del Napoli, Ottavio Bianchi. Lui, che del club azzurro e’ stato prima giocatore, poi allenatore ed infine dirigente, non ricorda quanti Napoli-Juve ha vissuto ma ha bene in mente che a Napoli e’ sempre ‘una partita molto sentita e particolare’. ”Lo era quando giocavo con Sivori ed Altafini – ha evidenziato il mister – lo era quando allenavo il Napoli campione d’Italia, lo era l’anno della Coppa Uefa. Insomma era sentita allora, lo e’ oggi e continuera’ ad esserlo sempre. Comunque per domani sono fiducioso visto che cade in un momento favorevole per gli azzurri”. Tifera’ davanti alla tv anche Silvana Fucito, l’imprenditrice che ha avuto il coraggio di denunciare il racket. ”Ma perche’ hanno chiuso le curve? – si chiede – Spero che i tifosi daranno una grande dimostrazione di civilta’ e di senso sportivo che e’ stato loro sempre riconosciuto”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: ANSA



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here