Denis, la rivincita del “tanque”

1
19

Molto probabilmente nel ballottaggio con Zalayeta la spunterà Denis, il bomber argentino già rinnegato dall’Italia calcistica a seguito della sua precedente esperienza, seppur breve, di sei anni fa. Oggi assapora il gusto della vendetta. Al San Paolo arriva la Juve ed il Tanque, per il quale il tempo è stato galantuomo, sente profumo di rivincita, la possibilità di mostrare quanto imparato in questo ultimo scorcio di carriera. Così come lui stesso afferma in un’intervista al Corriere dello Sport : “Sono venuto perché volevo una rivincita, dopo le due stagioni di Cesena nelle quali a credere in me, a un certo punto, fu solo Totò De Falco. A un mese dalla fine dell’Apertura, c’erano state richieste per me dalla Spagna, avevano chiamato Siviglia e Getafe, ma non ho avuto dubbi: quando ho saputo che c’era il Napoli, ho puntato dritto ». Il “carrarmato” si dice convinto che questo Napoli può arrivare molto lontano e che sia più forte di quanto abbia dimostrato, perchè esiste un progetto ambizioso ed un gruppo che se rimane unito in cinque anni può vincere lo scudetto, serve solo un altro po’ di tempo per maturare. «Napoli-Juventus è la sfida più attesa dell’anno e ce ne siamo già accorti. La gente te la fa vivere, te la fa sentire, ti dimostra quanto desideri vincerla. Nell’Inter ci sono calciatori per i quali vado matto, penso a Crespo ma anche a Zanetti e a Cambiasso e a Cruz, però è chiaro che qui la Juve è la Juve». German Denis è convinto che il Napoli è così sicuro di sé da andare incontro alla Juve senza paura: ” Senza la sconfitta di Genova saremmo imbattuti e con almeno un punto in più. Ma sento la consistenza dei compagni, il piacere delle giocate: ci sarà da divertirsi». Il giochino su come finirà la sfida con i bianconeri è un mix di spavalderia e diplomazia: «A me va bene l’1-0. Magari con gol di Denis. Ma se poi segna un altro, magari anche Iezzo, va bene lo stesso».
 

Redazione NapoliSoccer.Net
 

Condividi
Articolo precedenteReja: libertà assoluta a Lavezzi
Prossimo articoloA Saccani la sfida tra Napoli e Juventus
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO