Fedele (procuratore): “Per la vicenda del calcio scommesse Cannavaro e Grava hanno la coscienza a posto”

0
12

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Enrico Fedele, procuratore di Cannavaro che in un'intervista ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sintetizzate da NapoliSoccer.NET: “Non credo che se un calciatore scommetta, debba essere punito a prescindere. Inoltre la responsabilità oggettiva vede le società sportive. Se un calciatore di un club è indagato per qualsiasi reato non deve risponderne la società a cui appartiene. Bisognerebbe rimodulare le norme. Cannavaro e Grava non sono per niente preoccupati della situazione perché hanno la coscienza a posto. Se non ci fossero state le inchieste non sarebbero emerse determinate cose, quindi è giusto che la magistratura faccia il suo lavoro. La preoccupazione di un giocatore è quella di essere sbattuto in prima pagina pur non avendo commesso nessun illecito”.

 

Redazione NapoliSoccer.NET – (foto tratta da internet)

LASCIA UN COMMENTO