Cori antisemiti all’Olimpico, partivano dalla curva Nord

0
11

La mattina di sabato 16 ottobre 1943, alle 5:30, si sentì lo stridere delle ruote, gli ordini secchi, così partì la deportazione degli ebrei dal ghetto di Roma, destinazione Germania. Alla fine della giornata furono 1024 gli ebrei romani catturati da più di 300 soldati tedeschi, a nulla era valso il sacrificio che le famiglie ebraiche avevano fatto di raccogliere 50 chili in oro pagati a Kappler come "salvacondotto" per i cittadini ebrei della capitale. Di quei 1024 tornarono solo in 16, di cui una sola donna.
La vergogna di sentire cori antisemiti partire dalla curva Nord, quella occupata dai tifosi della Lazio, proprio ieri 68 anni esatti dopo quella giornata di violenza, di lacrime e di sangue non può restare impunita.
Ci auguriamo che l'arbitro, il signor Tagliavento, non abbia subito la sindrome della scimmietta, quell'omertoso "non vedo, non sento, non parlo" che permette a idioti razzisti di farsi vedere e sentire con i loro cori deliranti e che abbia visto, sentito e annotato tutto sul verbale della gara e che chi può (e deve) prenda i provvedimenti del caso.

Redazione Napolisoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO