Zazzaroni (giornalista): “Bigon è uno degli artefici del progetto Napoli”

1
19

Su Radio Marte nella trasmissione Marte sport live è intervenuto Ivan Zazzaroni giornalista che in una breve intervista ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sintetizzate da NapoliSoccer.NET: "Ho dato l'oscar del 2011 a Riccardo Bigon, i giudizi spesso sono affrettati. Credo che abbia fatto un mercato troppo intelligente, ha preso Vargas con un'operazione intelligente. Non dimentico neanche Cavani. Spesso viene criticato eccessivamente: se arriva il Matador è merito di De Laurentiis, se arriva Sosa è colpa di Bigon. Non è così, il Napoli è in crescita verticale e Mazzarri vuole portare il Napoli ancora più in alto, sia in serie A che in Champions. In Europa, il massimo sarebbe la semifinale di Champions come è già successo con lo Schalke 04, per quanto riguarda il campionato il massimo è vincerlo. Gli azzurri si sono un po' complicati la vita perdendo contro Parma e Chievo. Un'altra semi-delusione c'è stata contro la Juve. Il doppio impegno, comunque, è complesso, devi avere una struttura da big europea, il Napoli è sulla strada giusta per costruire una personalità doppia.Per il discorso mercato, credo che Candreva sia un ottimo calciatore, finora ha avuto una buona esplosione ma non si è mai imposto. E' un giocatore che ha qualità, ma potrebbe essere un rinforzo. Il suo ruolo è quello di Hamsik. Farei lo scambio con Santana. Mudingayi-Donadel? Non penso che il Bologna ceda Gaby, poi lui vuol giocare. E' bravo nella fase di rottura, ma non è un regista. Pazienza? Un ritorno mi sembra difficile, se lascia la Juve, cerca una maglia da titolare. Borriello alla Juve? E' stato un colpo incredibile, pagarlo 500mila euro è un affare. Ho una passione calcistica per Borriello, secondo me in alcune circostanze – si farà preferire a Matri".

 

Redazione NapoliSoccer.NET – (foto tratta da internet)

1 COMMENTO

  1. Ma Zazzaroni finge di ignorare che 9/11 di questa squadra sono stati acquistati da Marino e non tutti a caro prezzo come Cavani ed Inler.
    E’ stato un peccato che le strade di Marino e di De Laurentis si sono dovute dividere.

LASCIA UN COMMENTO