Calcio: Processo Gea, interrogati Ancelotti e Conte

0
21

Sotto a chi tocca. Oggi e` stato il turno di Carlo Ancelotti e Antonio Conte. Gli allenatori del Milan e del Bari, sono stati interrogati come testimoni della difesa al processo che vede imputati di associazione per delinquere Luciano Moggi e gli ex dirigenti della Gea World per avere tentato, secondo l`accusa, di acquisire con violenze e minacce le procure di numerosi calciatori. Tema dell`interrogatorio di Ancellotti , che ha allenato a Juventus dal febbraio del `99 al giugno del 2001, e` stato soprattutto la posizione del calciatore Nicola Amoruso e del suo trasferimento dalla squadra bianconera al Perugia.

Il calciatore, interrogato nel marzo scorso, ha dichiarato che Luciano Moggi nel `99 lo obbligo` a passare al Perugia minacciandolo di non farlo piu` giocare. Su questo punto Ancellotti ha detto che il trasferimento fu deciso soltanto perche` la rosa aveva troppi attaccanti e, poiche` alcuni di questi come Pippo Inzaghi e Alessandro Del Piero erano rientrati in squadra dopo essere stati assenti per infortunio, la politica della dirigenza juventina fu quella di diminuire il numero delle punte.

Antonio Conte, alla Juve per 13 anni di cui 5 con la fascia di capitano al braccio, ha parlato dei suoi rapporti con Alessandro Moggi e della sua posizione nei confronti di Fabrizio Miccoli, che per un anno milito` fra i bianconeri. Per quanto riguarda i rapporti con Moggi ha detto di essersi spontaneamente affidato a lui dopo i contrasti nati con il suo precedente procuratore, Vincenzo D`Ippolito.

Quanto a Miccoli, ha escluso (contrariamente a quanto aveva detto questi nell`aprile scorso) di aver fatto pressioni su di lui perche` passasse alla Gea. Conte ha spiegato che fu lo stesso giocatore a volere Alessandro Moggi come suo procuratore.

Prossima udienza fissata il 14 ottobre. Poi e` molto probabile che il 16, ascoltati gli ultimi testimoni della difesa, venga chiusa l`istruttoria dibattimentale.

Fonte: Datasport, DTS
 

Condividi
Articolo precedenteCalcio, Stampa Gb: Il City vuole Cassano
Prossimo articolo“Premio Sandro Ciotti”: A concorso anche lo striscione “A noi el pocho a voi el frocho”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO