Santacroce: “Al razzismo rispondo con una risata”

4
13

Suo cugino, Alex Santos, e’ l’unico giocatore di colore della nazionale giapponese. Lui, Fabiano Santacroce, 22 anni, nato in Brasile a Camacari ma cresciuto in Brianza, e’ l’unico azzurro nero del gruppo di Marcello Lippi. Un bello spot, secondo molti, contro il razzismo anche se il difensore del Napoli preferisce vivere in altro modo questa prima convocazione in nazionale dedicata a Stefano Borgonovo che lo ha allenato nella Primavera del Como. ”Il fatto che sia qui puo’ anche essere visto come una rivincita contro il razzismo ma io voglio considerarlo piu’ un premio per quanto fatto in campo – spiega Santacroce – Io sono italiano, mi sento piu’ italiano che brasiliano. Certi argomenti insomma mi trovano impreparato perche’ il razzismo non lo sento affatto”. Pero’ sa che esiste e a chi gli fa notare quanto sia triste che ancora oggi si debba lanciare certi messaggi osserva: ”Sappiamo come gira il mondo, teste matte ce ne sono sempre state, e’ dura farle cambiare. Pero’, sara’ che facendo il calciatore sono un privilegiato, nella mia vita non ho a che fare con episodi di razzismo. Pure in A non ne ho mai ho subiti”. Tolta una parentesi anni fa: ”Ho sofferto un po’ nei campionati giovanili, c’era qualche compagno stupido, qualche avversario dalla testa matta, ragazzi tra i 14 e i 17 anni. Roba comunque sempre di poca importanza a cui non ho mai voluto dare peso. Io davanti a qualcuno che mi insulta per la mia pelle mi metterei a ridere, di piu’ non si puo’ fare’‘. Il carattere non gli difetta: ”Ne ho fin troppo anche se sono cresciuto a pane e libri, mio padre lavora in un’azienda di libri. Ora li ho un po’ messi da parte, troppo assorbito dal calcio. E quando lascero’ mi faro’ una casa al mare”. Quel giorno pero’ e’ ancora lontano: ”Ora mi godo questo sogno. Ma sono e resto un rompiballe, mi gaso contro gli avversari, mi piace troppo impedire di far gol” sorprendendo cosi’ alcuni cronisti brasiliani (”Niente portoghese, non lo conosco”) abituati a vedere i propri connazionali piu’ amanti del gioco d’attacco che difensivo. ”Pero’ devo migliorare ancora tanto – aggiunge – Ringrazio Lippi per la fiducia, il mio inizio di stagione non e’ stato buono, prendo troppi cartellini, mi devo calmare. Gli arbitri sbagliano, ma pure noi. Pago un po’ di inesperienza pero’ accanto a campioni come Cannavaro o Zambrotta non potro’ che crescere: fino a poco tempo fa li ammiravo in tv, ora cerchero’ di rubargli qualche segreto”. E chissa’, in futuro lui e Fabio Cannavaro potrebbero ritrovarsi pure nel Napoli: ”Speriamo” risponde Santacroce confermando poi le ambizioni della sua squadra: ”Vogliamo tornare in Europa, parlare di scudetto e’ vietato, ma se alla fine saremo lassu’ potremo farci un pensierino. Ora no, pensiamo a riscattare l’uscita dalla Uefa e a correggerci dietro, ultimamente prendiamo troppi gol. Ma intanto il fatto che il Napoli abbia portato me e Maggio in Nazionale e’ un bel segnale di crescita”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: ANSA

 

4 Commenti

  1. caro “Fabietto” spero che la Nazionale oltre che ad un premio sia il preludio di un inizio di carriera da “Nazionale”, è un augurio sincero.
    Nel frattempo cerca di digiunare con questi cartellini e tira fuori la grinta e la bravura che ti ha contraddistinto nel finale del campionato scorso.
    Forza Fabio…sempre azzurro!!

  2. E smettiamola con questa storia del razzismo; E’ una vita che la gente del nord sono razzisti nei confronti di noi del sud,la storia dei terroni e dei polentoni non è nata ieri,le scritte”vesuvio fai tu”,oppure “sud=colera” hanno fatto la storia dell’Italia.Ma lasciamoli in pace a questa povera gente…..
    Piuttosto voglio fare un gran “in bocca al lupo” a Stefano Borgonovo che ieri sera con il suo grande coraggio mi ha commosso tanto.
    Forza e poi forza Napoli

  3. LUCIANO VEDI KE NN SI PARLA DI RAZZISMO TRA NORD E SUD MA DEL COLORE DELLA PELLE DI FABIANO SANTACROCE ANCHè XKè SANTACROCE è MILANESE SE NN MI SBAGLIO FABIANO è IL PRIMO GIOCATORE DI COLORE DELLA NAZIONALE ITALIANA E MI AUGURO KE NN SIA L’ULTIMO FORZA FABIANO RITORNA QUEL FORTISSIMO GIOCATORE AMIRATO L’ANNO SCORSO….FORZA NAPOLI SEMPRE

LASCIA UN COMMENTO