Marino: “Grande prestazione, dispiace per il risultato ma non sono preoccupato”

3
20

“Dobbiamo dire che il Napoli ha fatto una grande prestazione, al di la dell’errore arbitrale che abbiamo visto tutti – ha spiegato il direttore del Napoli Pierpaolo Marino commentando la sconfitta degli azzurri al Marassi di Genova – Siamo una squadra giovane che deve crescere e che deve essere più forte degli errori arbitrali. A me piace sottolineare che il Napoli ha fatto una partita grandiosa, che ha avuto delle sbavature e che dall’altra parte c’è stato un portiere fenomenale che ha fatto delle parate straordinarie salvando il risultato. La classifica per la verità non l’abbiamo mai guardata – ha continuato il direttore – e siamo contenti per gli 11 punti. Dispiace aver perso perchè la squadra ha dimostrato di esserci, con giocatori che hanno dimostrato di avere una gran classe. Abbiamo un potenziale offensivo importante. Ora dobbiamo sistemare la fase difensiva che in queste due ultime partite, dove per caratteristiche degli avversari ed ambientali, siamo stati costretti a subire molto ed abbiamo avuto delle sbavature, come nel secondo gol del Genoa in cui ci siamo fatti sorprendere nel classico contropiede e ci hanno uccellato. Queste sono le situazioni che vogliamo studiare per poter crescere e non di stare a discutere se il rigore c’è stato dato o meno”.
Il direttore parla quindi del prossimo incontro che gli azzurri disputeranno dopo la pausa di campionato: “Credo che La Juventus sfrutterà la rabbia della sconfitta e non certamente la depressione”.
Tornando alla partita con il Genoa Pierpaolo Marino commenta: “Abbiamo dei ricambi quest’anno competitivi e questo ci permetter di avere delle soluzioni di adattabilità e di competitività in ogni ruolo. Oggi Denis ha fatto una grandissima partita, avremmo potuto parlare di una tripletta di Denis se Rubinho avesse fatto il portiere e non l’astronauta. La sconfitta è sempre da digerire ma io non mi preoccupo. Avevo in mente di creare una bella competitività con i tre attaccanti nel reparto offensivo, dove ne devono giocare due ogni domenica. La bella partita di Denis aiuterà Zalayeta a fare altrettanto nelle prossime partite. In attacco abbiamo fatto una prestazione veramente eccezionale, ma anche a centrocampo. La difesa ha retto e sappiamo che da affidabilità anche se ci sono state queste sbavature in occasione dei gol del Genoa”.
Infine il direttore partenopeo rilascia alcune dichiarazioni in merito alla prossima decisione del Coni sull’eventuale riapertura delle curve del San Paolo: “Chiediamo giustizia perché all’Olimpico di Roma non è accaduto nulla. Per questo nulla che sarebbero i petardi che sono stati sparati così come sono stati sparati anche nel derby di Milano al Napoli hanno chiuse le curve. Non è giusto che per questo i nostri abbonati delle curve non possano vedere la patita con la Juve, la partita che i napoletani aspettano tutto l’anno. Spero che il Coni riapra le curve al San Paolo perché non è giusto giocare senza i nostri tifosi”.
Redazione NapoliSoccer.NET

3 COMMENTS

  1. direttore devi levare GIANELLO e fare GIOCARE NAVARRO ke si alterna cn iezzo diglielo a reja la differenza la vista col portiere del genoa e gianello?

  2. Soltanto Lavezzi e Denis hanno retto benissimo, per gli altri, malgrado la consueta combattività, sono apparsi stanchi fisicamente. Speriamo in una pronta ripresa. Reja ha fatto tutto quanto in suo potere, ma ha bisogno di qualche rinforzo di esperienza che si dovrebbe ricercare nella prossima riapertura del calciomercato

  3. la differenza l’hanno fatta i portieri. Gianello colpevole sul primo ma soprattutto sul terzo gol. Doveva uscire,in area piccola i cross li deve prendere il portiere!!!!

LEAVE A REPLY