Calcio: A Trento arbitro egiziano interrompe partita per insulti razzisti

2
50

Mohammed El Hadi, di origine egiziana, arbitro di calcio della sezione di Rovereto, in provincia di Trento, ha interrotto, al 37′ del secondo tempo, la partita San Rocco-Valsugana, anticipo della quinta giornata del campionato di prima categoria trentina, per insulti razzisti. Mohammed El Hadi ha detto ai giocatori che un pesante insulto a sfondo razziale gli era stato rivolto dagli spalti, di sentirsi indignato e non in grado di proseguire la direzione dell’incontro. L’arbitro avrebbe riconosciuto nell’insultatore un tifoso del Valsugana. Giovedi’ la decisione del giudice sportivo.
Fonte: Adnkronos



2 Commenti

  1. Anche oggi nella partita Lazio – Lecce ogni volta che prendeva il pallone Konan si sentivano degli “uuhhh”, ricordo che tempo fà veniva considerato un gesto razzista ……….. li avrò sentiti solo io?
    Mi stà venendo la sindrome delle punizioni …….. i fumegeni a lisbona, le bombe a san siro ………. bho forse li fanno vedere solo da noi.

  2. Ho fatto l’arbitro per 11 anni fino in “promozione”.
    L’ho fatto in lombardia dove vivo da quando avevo 7 anni. (Oggi 42)
    Quando sugli spalti “scoprivano” che ero napoletano di nascita oltre a tutti gli insulti partivano anche quelli razzisti…….
    Non ho mai interrotto la partita …. avrò fatto male? O forse pensavo che la mia cultura, origine e ruolo mi ponessero al di sopra degli ignoranti che mi offendevano.
    Fatto stà che, se vero, questo arbitro non conosce la regola 18 non sà cosa significa studiare al nord per un meridionale e forse non ha appreso tutto dal corso arbitri della F.I.G.C.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here