Mazzarri: “Ringrazio i miei calciatori se sono arrivato così in alto”

3
69

mazzarri_sett_2011L'allenatore del Napoli Walter Mazzarri in conferenza stampa in vista del posticipo domenicale che vedrà il Napoli contro il Novara ha rilasciato le seguenti dichiarazioni raccolte da Napolisoccer.NET: "Siamo un gruppo capace di giocare contro qualsiasi squadra, ma siamo anche consapevoli che certe volte contro quelle più inferiori non riusciamo a dare il massimo. Contro il Villarreal, su un campo davvero difficile siamo riusciti a vincere la partita per la nostra voglia di far bene e per scrivere una pagina di storia. Il campionato è ancora molto lungo, e se giochiamo come sappiamo sicuramente faremo grandi cose. Le condizioni di Inler sono da valutare bene, non solo per l'influenza che lo ha colpito, Gokan accusa ancora dolore per quella botta presa alla costola. Quindi oltre questo farò riposare i calciatori che hanno giocato di più è anche giusto che sia così per non pagare poi cali fisici nelle gare in corso, come contro la Juventus. Dzemaili sarà in campo sicuramente, sta trovando equilibrio e si è inserito bene negli schemi. A Vila Real è stato un po sfortunato, era riuscito con una acrobazia a trovare l'angolino ma….. Pandev invece è un grande campione e lo valuto all'altezza degli altri tre li davanti, domani quasi sicuramente dovrebbe partire dall'inizio. La cosa più importante è la voglia di vincere di questo gruppo, cerco di stimolare ognuno dei miei calciatori affinchè possano dare sempre l'anima in mezzo al campo. Contro gli spagnoli c'era un solo obbiettivo per tutti noi, quello di vincere e vittoria è stata. Anche se all'inizio della gara avevamo paura di andare in svantaggio. I calciatori del Villarreal erano partiti molto agguerriti. Nell'intervallo ho detto ai ragazzi di fare le solite cose, e di non sprecare minuti preziosi per noi. Il mio atteggiamento in panchina e la seguente espulsione ha dato una svolta al Napoli. Vorrei evidenziare che la prima scorrettezza io l'ho subita, poi reagendo con quella spinta ho cercato di far capire ai miei giocatori che non bisognava perdere tempo per nessun motivo. Questa squadra sta facendo grandi passi e si è notato già contro il Lecce alla vigilia di una gara molto importante con il Villarreal. Il mio più grande rimpianto che proprio non riesco a digerire è la partita con la Juventus, se non fosse stata la quarta partita consecutiva per molti l'avremmo vinta conquistando tre punti importantissimi per la classifica e il morale. Bisogna tenere alta la concentrazione senza mai distrarsi e sottovalutare nessun avversario, solo così impareremo a gestire bene le gare. Siamo tutti consapevoli di dover pensare una gara alla volta. Ed è per questo che valuto la partita con il Novara come quella tra una settimana contro la Roma. Quindi mi affiderò anche a Lavezzi se ne avrò bisogno, la sua diffida non ci preoccupa e non facciamo questi tipi di calcoli. Detto questo ora pensiamo solo al campionato e alla Coppa Italia. A Novara ci aspetta una gara insidiosa per tanti fattori, tra questi il campo sintetico. Mi hanno informato che è perfetto e domattina lo proveremo, anche se l'abbiamo già visto a Cesena. Domani prima di scegliere e confermare la formazione valuterò ancora Grava se portarlo in panchina al posto di Fideleff. La difesa dovrebbe essere la solita, non credo di fare cambiamenti. Ma chiunque giochi non ci saranno problemi, è proprio questo il segreto di questi anni di successi, c'è sintonia e organizzazione ed io ringrazio sempre i miei giocatori, perchè è grazie a loro se sono arrivato così in alto".

Domenico Ascione – Redazione NapoliSoccer.NET



3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here