Il ruggito del leone

6
89

inler-01Gokhan Inler, l'acquisto più importante ed oneroso (circa 16 milioni di euro) del calciomercato azzurro, dall'esordio a Cesena in campionato del 10 settembre scorso ad oggi, non aveva ancora trovato la zampata vincente. Non erano bastate le precedenti 12 presenze in campionato e le 5 in Champions al centrocampista centrale svizzero per firmare il primo sigillo stagionale in maglia azzurra. Inler ha scelto la partita più importante per fare centro e regalare al Napoli la storica qualificazione agli ottavi di finale della prestigiosa competizione europea, come solo il Napoli di Maradona aveva saputo fare in passato. Il poderoso sinistro di Inler ha mandato la squadra azzurra in Paradiso e costretto il Manchester City ( 2- 0 al Bayern Monaco) ad accontentarsi dell'Europa League. E come se non bastasse la rete dello svizzero è la n. 200 del Napoli nelle 142 partite giocate dalla squadra azzurra nelle coppe europee. Finalmente anche i tifosi azzurri hanno potuto apprezzare la potenza e la precisione del tiro da fuori area del 27enne nazionale svizzero. Speriamo che Inler, dopo le difficoltà iniziali dovute al cambio di modulo e al periodo di ambientamento, possa assicurare un rendimento più alto e costante rispetto alle passate apparizioni. Il centrocampo azzurro ha bisogno delle sue geometrie per fare il definitivo salto di qualità e la squadra conta anche sui suoi gol per recuperare il terreno perso in campionato. L'augurio è che Inler, in questa stagione, possa battere il suo record di gol segnati con la maglia dell'Udinese nel campionato scorso( 3 reti in 35 presenze).

Antonio Catapano – Redazione Napolisoccer.NET



6 Commenti

  1. il ruggito servirà per far spazio in una giungla di grandi animali assetati di vittoria contro ogni preda:) bè speriamo ke ruggisca ancora e con più forza 🙂 vai leone tu e il trio dellle meraviglie continuate a farci sognare che sognare è bello e gratuito ma crederci è ancora più bello foooooooooooorza napoli 🙂

  2. grande napoli oltre ogni più rosea aspettativa … , complimenti …. a tutti ., anche a mazzarri che si è fatto espellere di proposito per dare una scossa allasquadra ., per inler , se riesci a collegare una frazione di secondo prima il cervello con il passaggio non sarebbe male .., ma deve essere una prorogativa dei calciatori con questo ruolo , prchè anche PIRLO quando dedide di addoementarsi con il pallone nei piedi ,prima di dettare il passaggio .., ogni tanto non si accorge che la palla gliela habnno portata via ……… saluti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here