Marino: “L’obiettivo è far crescere la squadra”

2
36

Il dg racconta i retroscena che portarono all’acquisto di Hamsik
Il dg del Napoli è intervenuto oggi nel corso del programma "Siamo tutti ct" in onda su Radio Kiss Kiss. NapoliSoccer.NET ha raccolto i passaggi salienti dell’intervista: “Quest’anno abbiamo l’obiettivo di far crescere questa squadra che è tra le più giovani d’Italia in Serie A, cercando di dare soprattutto un seguito a quanto abbiamo fatto l’anno scorso”.
Il direttore ha raccontato i retroscena che hanno portato all’acquisto di Marek Hamsik, anticipando sul mercato tanti grandi club: “Io ero andato a vedere Milanetto quando il Brescia giocava in B che era un giocatore a fine contratto, il cui procuratore mi aveva convinto ad andarlo a vedere per poterlo prendere l’anno dopo. Noi eravamo in C e per ironia della sorte ad un quarto d’ora dalla fine della partita del Brescia con l’Albinoleffe, entrò questo Hamsik che allora era veramente un ragazzino. Mi fece scattare quella scintilla che scatta quando vedi un grande campione. Grazie al nostro presidente che crede in quel che facciamo e in quello che proponiamo lo abbiamo bloccato subito e Corioni è stato di parole perché poi l’estate di un anno dopo ce l’ha dato”.
In merito alle condizioni di Lavezzi il dg del Napoli ha spiegato: “Mi sento quotidianamente con Ezequiel e devo dire che attualmente ha il ginocchio bloccato con un tutore.. Oggi dovrebbe toglierlo, i miglioramenti sono sensibili. Non so se ce la possa fare per Bologna però cercheremo di recuperarlo per Lisbona.. Comunque questo Napoli ha dimostrato che sa aspettare Lavezzi e che gli farà trovare una squadra che non avrà accusato il colpo della sua mancanza”..
Infine Pierpaolo Marino ha parlato di Denis: “Se uno non prende un giocatore con un nome importante che finisce in ‘inho’ e che fa subito 3 gol a partita e 44 assist, tanti non sono convinti. Io sono certo di quello che farà Denis, che insieme a Marcelo Zalayeta formerà una bellissima coppia. Un po’ come la coppia della Juventus Amauri-Iaquinta. Sono attaccanti che non restano statici ma che fanno molto movimento”.
Redazione NapoliSoccer.NET
 



2 Commenti

  1. Sì Pierpà,però oltre a ringraziarti per il tuo “fiuto” credo che dovremmo farti anche qualke tiratina di orecchio per le tue “fissazioni”: Pazienza,Rinaudo ed Aronica!Non credo siano da Napoli o per lo meno non sono da squadra che ha obiettivi importanti.Per lottare su più fronti abbiamo bisogno di rincalzi alla pari dei titolari e sinceramente questi calciatori mi sembrano mediocri e per di più pagati anche troppo per i loro cartellini.
    Con affetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here