Marino: “Risultato giusto. Bravi a non risentire delle tante assenze”

0
24

Il dg del Napoli Pierpaolo Marino, al termine dell’incontro del Napoli ad Udine, ha rilasciato alcune dichiarazioni. Ecco quanto raccolto da NapoliSoccer.NET: “E’ un risultato che avremmo sottoscritto tutti. A Udine non sempre si possono venire a fare le passeggiate come accaduto l’anno scorso. Credo che il risultato sia giusto e non era una partita facile anche perché il Napoli, a differenza dell’Udinese, ha fatto la partita con un ampio turn-over. Voglio dire solo due nomi di quelli che erano oggi in panchina: Cannavaro ed Hamsik, per non parlare di Lavezzi che era a casa e Maggio in tribuna. Abbiamo dimostrato che anche se ci mancano 5-6 giocatori la fisionomia della squadra non cambia. Molto bene il capitano Montervino e soprattutto bene i due difensori Aronica e Rinaudo che hanno rinnovato il reparto centrale non facendo rimpiangere due pilastri come Cannavaro e Contini. Bravi anche Pazienza e Pià. Fin quando eravamo undici contro undici forse potevamo anche andare in vantaggio. Non per niente abbiamo preso un palo, mentre loro hanno colpito la traversa quando eravamo già in inferiorità numerica. Orsato credo che alla fine abbia arbitrato una buona partita, non c’è da recriminare nulla. L’errore sull’espulsione di Santacroce ci può stare anche perché Domizzi ha accentuato molto la caduta. Mentre poi l’arbitro è stato bravo a vedere la simulazione nella nostra area di rigore. Ora continuiamo partita per partita. Al di la di mantenere l’imbattibilità stagionale viene fuori l’importanza della rosa, potendo sostituire 5-6 elementi per volta senza risentirne. Abbiamo dei giocatori che non fanno calare le potenzialità del Napoli, questo è importante anche perché non sempre dovremo rinunciare a tutti questi giocatori contemporaneamente come avvenuto oggi. Il Napoli quando va in campo non si arrende mai, l’anno scorso magari quando avevamo più assenze insieme ne risentivamo, oggi posso dire che quando entra gente come Aronica e Rinaudo siamo tranquilli perché sono giocatori di primissima qualità. I tempi di recupero di Lavezzi? Una grande autorità in questo campo come il prof. Mariani ha parlato della possibilità che in quindici giorni possa giocare una partita. Però credo che il Napoli debba preoccuparsi di recuperare il giocatore poi non importa se Lavezzi faccia una partita in più o in meno. Lavezzi è un giocatore che mi piacerebbe avere di più nelle partite casalinghe, dove gli avversari che vengono al San Paolo si chiudono e lui riesce a creare superiorità numerica con i suoi dribbling”.
Redazione NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO