Maradona, fede o ragione?

4
60

Curando le pagine del forum, leggendo i pensieri degli utenti che spesso si susseguono in continui botta e risposta sulle questioni più rilevanti della settimana, ho avuto modo di studiare sul campo che la comunicazione virtuale ti da il segno della misura in cui gli utenti contribuiscono individualmente alla crescita del forum stesso. Il diligente lavoro degli Amministratori, della Redazione e dei Moderatori ne diventa volano per il consueto sviluppo quotidiano al servizio di una piazza d’appuntamento di oltre 10.000 cuori azzurri sparsi nel mondo, che rispondono a singole utenze del sito vestite con nick diversi, qualche indicazione nel profilo personale, poi le sequenze dell’umore tracciano il profilo di ognuna d’esse, ampio o stretto che sia. Immaginavo di quantificare le diecimila utenze e mi sono reso conto che sono come un paese intero, di quelli con la Parrocchia ed il Comando della Polizia Municipale, di quelli che votano per eleggere il sindaco, il consiglio Comunale, etc. etc.. In pratica comunità del calibro di cittadine come S. Sebastiano al Vesuvio, Procida, San Gennaro Vesuviano, Boscotrecase e giù di lì. Tanti, proprio tanti. Ognuno d’essi, più o meno, ha lasciato spunti, riflessioni, pensieri, idee condite da colorite affermazioni, talvolta colorite affermazioni senza il condimento di idee. Misure diverse. Le sensazioni che si percepiscono hanno lo spettro ampio che passa tra l’ira e la gioia, dalla felicità alla delusione: la variabile passa per la notizia. Oggi leggevo la notizia secondo la quale i miei occhi avrebbero potuto vedere Maradona messo a libro paga da Moratti . L’articolo addirittura corredato dalla foto di Diego Armando Maratona con il giubbotto dell’Inter. Parte così un graffio profondo che provoca uno squarcio in petto. Dura un attimo e tutto si ripone in un bozzolo metafisico racchiuso in un cofanetto al centro dell’anima. Se vera, mi son chiesto se da parte di Moratti fosse un’idea condita o un condimento senza idee. Ho percepito leggendo il forum che, così come me, molti in un certo senso accoglievano la notizia con grande imbarazzo. Mi sono nascosto nel più classico ” Me ne frego!” pur sapendo di mentire a me stesso. Ho percepito nell’animo più intimo la sintesi di tutto un ricordo fatto di gioie vissute in un legame che credevo indissolubile. Io voglio continuare a crederlo tale, mentre la ragione preme alle pareti del cuore.

Antonello Greco

 

 

4 Commenti

  1. CHE MARADONA VADA ALL’INTER, NEL MIO INTIMO MI DISPIACE MOLTO, PERCHE’ MARADONA LO ASSOCIAVO ALLE MIE GIOIE, A QUANDO TI FACEVA SOGNARE, A QUANDO PERDEMMO CON L’INTER A FINE PARTITA CON GOL DI BERGOMI (MA MERITAVAMO DI VINCERE). IN PRATICA PENSAVO CHE SE MARADONA AVESSE LAVORATO IN ITALIA LO AVREBBE FATTO SOLO COL NAPOLI. MA NON E’ COSI’. I SOLDI SONO SOLDI E LUI NE HA BISOGNO. A QUESTO PUNTO VOGLIO RICORDARE SOLO IL MARADONA CALCIATORE A NAPOLI. SE UN GIORNO VENISSE CON L’INTER AL SAN PAOLO NON ESITEREI A FISCHIARLO. I SENTIMENTI SONO SENTIMENTI. E CHI NON SI SENTE APPARTENERE AL NAPOLI PUO’ ANDARE. FORZA NAPOLI: I CALCIATORI PASSANO IL NAPOLI RESTA.

  2. Maradona ci ha regalato tante gioie da calciatore, ma per il resto… Non lo ricordo mai al San Paolo a vedere una partita del Napoli, mentre è stato all’Olimpico e a San Siro, parla del Napoli solo su domande esplicite.

  3. Maradona è stato osannato fin troppo da noi tifosi napoletani, il suo unico pensiero negli ultimi anni è stato il danaro…ha partecipato ad ogni tipo di trasmissione,ha pubblicizzato orologi,inaugurato macellerie…ma cosa potevamo aspettarci. Poi Maradona è stato il miglior giocatore al mondo,non è detto che sappia scoprire talenti…ricordo ancora suo fratello Hugo….”è più forte di me”…andrà all’Inter a far danni…tanto qui ha smesso di allattarsi già da un pò!

LASCIA UN COMMENTO