Laudi: “Zalayeta? Non è giusto bollare un calciatore come cascatore”

3
20

L’ex giudice sportivo Maurizio Laudi è intervenuto a Marte Sport Live su Radio Marte: "Il ricorso del Catania per la questione Materazzi? La mia valutazione si fonda su due punti essenziali. Il primo riguarda un problema formale; capire se la partita della Nazionale con il Portogallo possa essere ricompresa tra le cosiddette manifestazioni ufficiali perchè la regola di cui si dibatte è valida solo per le gare ufficiali. Il secondo problema è sostanziale, perchè un giocatore che ha rinunciato alla Nazionale non può partecipare alla successiva gara del suo club, a meno che lui o la sua società non dimostrino che la mancata risposta alla chiamata della Nazionale era dovuta ad un legittimo impedimento. Per cui, se l’Inter è in grado di documentare
che il calciatore Materazzi, nei giorni della convocazione per la Nazionale, aveva problemi di caratterere fisico, poi superati nei giorni successivi, il ricorso del Catania non ha nessuna possibilità di essere accolto. Se il ricorso è stato una reazione alla multa del giudice sportivo? No – ha precisato Laudi all’emittente campana – il Catania ha dovuto fare un preannuncio di reclamo prima di subire la multa di Tosel. La sanzione di ottomila euro – ha spiegato – non è legata a cori di contenuto ironico, come qualcuno vuole far credere, bensì a manifestazioni ingiuriose ed offensive. Lasciatemi aggiungere – ha detto ancora l’ex giudice sportivo – che la multa subita dal Catania è relativa anche alla responsabilità diretta del club etneo per il comportamento di protesta del suo presidente e dei suoi dirigenti nei confronti dell’arbitro dopo la partita".
Un accenno al delicato momento degli arbitri italiani… "E’ giusto lanciare e assistere le nuove leve arbitrali – ha ammesso Laudi -Farina è bravo e autorevole, sarebbe stato più opportuno agevolare da parte sua l’effettuazione del terzo tempo, tuttavia il suo non mi sembra un errore meritevole di particolari reprimenda. E’ umanamente comprensibile alla fine di una partita tesa che un direttore di gara abbia avuto quel tipo di reazione".
L’arbitro Giannoccaro prima di Sampdoria-Napoli ha messo in guardia i suoi assistenti sul modo di comportarsi in campo di Zalayeta. E’ giusto essere tanto prevenuti nei confronti di alcuni calciatori? "Credo che gli arbitri nella preparazione della gara debbano tenere in considerazione le caratteristiche tecniche e comportamentali dei giocatori in campo – ha concluso Laudi -tuttavia non è giusto bollare preventivamente un calciatore come cascatore o simulatore"

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Radio Marte

3 Commenti

  1. Nonostante la prova tv abbia scagionato Zalayeta per il rigore contro la Juventus, ancora oggi parlano di danno subito dalla Juve e danno del simulatore al nostro attaccante…..vergogna!!!

LASCIA UN COMMENTO