Calcio: Spalletti “da qui non me ne vado”

0
86

”Io dalla Roma non me ne vado”. Non usa giochi di parole o mezzi termini questa volta Luciano Spalletti, che va dritto al punto dopo la sconfitta in Champions con il Cluj, ennesimo segnale evidente che qualcosa nella Roma in questa stagione non va. ”Noi da adesso in poi lavoreremo piu’ seriamente e professionalmente di prima – promette il tecnico – dall’Empoli sono andato via? Li’ stavo da pochi giorni, qui io ho quattro anni di contatti e rapporti con questo ambiente e questo gruppo e mi sarei comportato in maniera diversa se non avessi avuto a che fare con persone che so avere dei valori importanti. Qui c’e’ materiale e margine per lavorare e riprendersi”. Spalletti arriva in sala stampa dopo l’incontro e il confronto avuto con Rosella Sensi negli spogliatoi. La numero uno giallorossa e’ la prima volta che viene all’Olimpico da presidente, ha saltato la prima di campionato per influenza e ora ha ritenuto di dover far sentire la sua voce. Parole dure, rimproveri, invito a rimanere un gruppo unito e anche qualche riferimento a quella che sarebbe stata la volonta’ di suo padre. Insomma la societa’ si e’ fatta sentire e lo ha fatto anche in modo deciso. ”Quello che ci siamo detti – spiega Spalletti – rimane tra noi”. E poi: ”Questa e’ stata una serata bruttissima, una complicazione importantissima. Nel calcio quando non si riesce a fare una cosa con equilibrio tutto diventa difficile”. Il tecnico chiama in causa anche la fortuna, che sta mancando, ma non cerca scuse. ”Come ne usciamo? prendendoci le nostre responsabilita’, pensando anche ai cori della curva che abbiamo sentito uscendo dal campo”. La fiducia nel gruppo e’ la cosa fondamentale: ”Nei ragazzi vedo la massima disponibilita’ e bisogna creare i presupposti per vedere le cose in maniera diversa. Io ho sempre la sensazione di avere a che fare con ragazzi che sanno capire e reagire, non avrebbe senso fare cose da matti”. Spalletti ha poi spiegato che Pizarro ieri si e’ procurato una distrazione muscolare e potrebbe stare fuori un mese. ”Anche la botta che Panucci ha preso stasera non e’ cosa da niente”, dice. Panucci e’ fiducioso di farcela per la partita casalinga di sabato con la Reggina, ma pensa alla squadra. ”Diventa difficile dire quali siano i problemi, se avessi potuto non avrei parlato perche’ in questi momenti bisogna solo stare zitti e pedalare, abbiamo un grande gruppo e gia’ sabato ci tireremo fuori da questo momento”. Montella concorda: ”E’ un momento difficile. Rosella Sensi qualcosa ci ha detto, ma non e’ solo un problema di testa, dobbiamo solo lavorare e avere piu’ entusiasmo perche’ qualcosa non va”. Il tecnico del Cluj, l’italiano Maurizio Trombetta, si gode la vittoria. ”Inaspettata e impensabile. Pero’ devo dire grazie soprattutto allo staff che mi ha preceduto e che era qui fino a 15 giorni fa, se abbiamo giocato questa partita stasera il merito e’ loro, io sto solo raccogliendo i frutti”. La Roma? ”L’ho vista con difficolta’ a creare gioco, spazi sule fasce e ci ha facilitato il compito difensivo”. Una vittoria importante, ”che ci da’ carica soprattutto per superare un momento delicato come quello che stiamo passando”. ”Obiettivi per la Champions? continuo a pensare che il nostro obiettivo e’ arrivare terzi perche’ sara’ comunque difficile”, conclude Trombetta.

Fonte: ANSA

Condividi
Articolo precedenteCalcio: 2-1 alla Roma, stampa romena esalta Cluj
Prossimo articoloCalcio: Mourunho “la cosa migliore? Vincere”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here